Blitz della Guardia di Finanza a tutela dei giochi legali

8 luglio 2011 0 Di admin

I militari della Brigata della Guardia di Finanza di Anagni, coadiuvate da personale specializzato dei Monopoli di Stato di Roma, nel corso di un servizio di controllo economico del territorio finalizzato principalmente alla prevenzione e repressione d’illeciti in materia di apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento, hanno effettuato mirati ed approfonditi controlli nei bar, ristoranti, circoli privati e sale giochi, frequentati maggiormente da appassionati del gioco d’azzardo e videopoker. Nel corso di tali controlli hanno scoperto nel territorio del comune di Paliano una sala giochi specializzata in frodi telematiche .
L’esercizio era dotato di diversi apparecchi da intrattenimento cosiddetti “video slot ” molti dei quali, opportunamente modificati attraverso l’installazione occulta di sofisticati congegni elettronici, traendo in inganno gli ignari avventori, consentivano al titolare ed al gestore dei congegni stessi di lucrare ingenti somme in completa evasione di imposte e tasse previste.
L’operazione messa a segno dai finanzieri, oltre ad acclarare la singolare metodologia di frode, ha permesso di sequestrare tutti gli apparati illegalmente modificati e deferire all’Autorità Giudiziaria gli organizzatori della truffa che aveva fruttato diverse centinaia di migliaia di euro .
Fanno sapere gli uomini delle Fiamme Gialle che siamo solo all’inizio di una vasta campagna di contrasto al fenomeno dell’illegalità nel settore dei videogiochi che tante “vittime” ha mietuto negli ultimi anni, spesso attratte da facili vincite e quasi sempre trasformatesi in crisi finanziarie personali e familiari degli sprovveduti avventori .

L’indagine condotta dai finanzieri rivela, sempre di più, quanto quello degli apparecchi illegali sia diventato un fenomeno pericoloso, sia per il forte aumento delle quantità di denaro giocate, sia per la dipendenza psicologica che il gioco sviluppa.

I controlli predisposti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza sono il frutto di una sempre più crescente presenza sul territorio a dimostrazione che il fenomeno non sfugge all’attenzione delle Fiamme Gialle la cui attività è sempre rivolta verso quei segmenti economici dove maggiormente possono annidarsi illeciti guadagni a danno dell’Erario con grave turbativa sociale.