Riconosciuta dopo 48 anni la Medaglia d’Oro al Valore Civile al Carabiniere Marino Fardelli

16 luglio 2011 0 Di admin

Nella giornata di giovedì 14 luglio, la “Commissione consultiva per la concessione di ricompense al valore e al merito civile”, composta dal senatore del Pdl Luigi Ramponi e dal deputato dell’Udc Gabriella Mondello, ha deliberato dopo un anno e mezzo dall’inizio dell’iter, e dopo 48 anni dal tragico evento della Strage di Ciaculli, la concessione della Medaglia d’Oro al Valore Civile al Carabiniere Marino Fardelli e ai caduti, 7 tra carabinieri e militari, in quella che viene ricordata come la prima strage di mafia perpetrata nei confronti delle Forze dell’Ordine.
Marino Fardelli, nipote del giovane carabiniere ricordato in una solenne celebrazione qualche settimana fa nella frazione di Caira, commenta così la notizia “Nel mese di marzo 2010 ho scritto alle massime Autorità militari e Politiche nazionali per veder riconosciuta una adeguata onorificenza a coloro che persero la vita quel tragico giorno del 30 giugno 1963. Non mi facevo capace come lo Stato nel 1969 avesse concesso loro solo un Attestato di Merito e nulla più. Grazie anche all’interessamento dell’On.le Anna Teresa Formisano, che ringrazio pubblicamente per essersi adoperata con la collega on.le Mondello per l’istruzione della pratica presso la Commissione Senato-Camera, oggi posso affermare con piena soddisfazione che lo Stato ha riconosciuto un giusto atto verso coloro che eroicamente persero la vita a servizio dello Stato stesso”.
“Non appena mi è stata comunicata la notizia direttamente dall’on.le Mondello, continua Fardelli, , ho sentito il dovere di condividere questa giusta aspettativa oltre con i familiari, anche con il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cassino, Capitano Adolfo Grimaldi, che ringrazio pubblicamente. Ora attendiamo la nota ufficiale in quanto la Medaglia verrà assegnata dal Presidente della Repubblica”.
Le medaglie al valor civile vennero istituite dal Re Vittorio Emanuele II con Regio Decreto n.1168 del 30 aprile 1851. Le ricompense al valor civile sono istituite per premiare atti di eccezionale coraggio che manifestano conclamata virtù civica e per segnalarne gli autori come degni di pubblico onore. “Certi che una medaglia non possa ridare la vita ad proprio caro, ha commentato il Sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone, con orgoglio la Città di Cassino che rappresento, ha da oggi un motivo in più di essere fiera dei propri concittadini caduti per l’adempimento del proprio dovere e tra questi figura il giovane Carabiniere Marino Fardelli. Il suo esempio di eroe sarà sempre guida ed ispirazione per i giovani di Cassino che da qualche anno a questa parte, grazie all’opera dei familiari, ne ricordano la figura con un concorso premio riservato alle scuole elementari di Cassino e della V Classe di Caira”.
[nggallery id=305]