Ronde antiabbandono: 1060 volontari in autostrada dal 23 luglio

10 luglio 2011 0 Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo:
Si parte il 23 luglio con 55 gruppi di volontari automuniti dislocati nei punti strategici delle autostrade italiane.
Complessivamente saranno 1060 i volontari che nei periodi del maggior esodo estivo (30 luglio – 15 agosto) presenti sulle autostrade italiane divisi in 132 gruppi operativi che si daranno il cambio sulle autostrade italiane e che avranno il compito di soccorrere i cani abbandonati o vaganti sulle autostrade italiane che gli stessi automobilisti segnaleranno attraverso un sms al numero 3341051030. Questi sono i numeri definitivi della quarta edizione di Io l’ho visto 2011, le ronde antiabbandono di AIDAA coordinata dall’associazione italiana difesa animali ed ambiente in collaborazione con Prontofido e le radio del gruppo Finelco che metterà in strada 1060 volontari a partire dal 23
luglio fino al 4 settembre. Per segnalare il cane vagante in autostrada basterà inviare un sms segnalando luogo e ora e direzione di marcia in cui si è visto il cane abbandonato o vagante indicando nel contempo la taglia del cane. Il messaggio sarà lavorato nella sala operativa ed immediatamente inviato al gruppo dei volontari più vicino al luogo della segnalazione. I volontari automuniti, una volta recuperato il cane lo porteranno in salvo e se si tratterà di un cane scappato di cui esiste denuncia lo stesso verrà restituito al proprietario, se il cane è vagante o abbandonato si avvieranno i controlli previsti dalla legge sulla salute di fido prima di essere messo di nuovo in adozione. Anche quest’anno tutta l’operazione Io l’ho visto sarà coordinata personalmente dal presidente nazionale di AIDAA Lorenzo Croce che sarà presente
in sala operativa almeno dieci ore al giorno per tutto il periodo di
attività dei gruppi di volontari. Sono intanto arrivati i primi dati relativi alle segnalazioni di cani abbandonati arrivate nella settimana tra il 2 e l’8 luglio al telefono amico di AIDAA, complessivamente le segnalazioni sono state 131 tutte proveniente dal centro sud Italia (con in testa Sicilia, Puglia e Lazio) rispetto alle 212 dello stesso periodo dello scorso anno con una significativa diminuzione del 38,3% .