Giorno: 12 agosto 2011

12 agosto 2011 0

Slot machine irregolari, denunciato giovane commerciante

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Vallerotonda i carabinieri della locale Stazione, al termine di attività info-investigativa, denunciavano in stato di libertà per “truffa in danno dello Stato e frode informatica” un giovane commerciante di Sant’Elia Fiumerapido. Il prevenuto, quale gestore di una sala giochi, aveva installato slot machine manomesse e con numero identificativo duplicato, risultate non censite né collegate telematicamente alla banca dati del Monopolio di Stato. Nel corso delle attività venivano poste sotto sequestro due slot machine ed al responsabile venivano inoltre contestati illeciti amministrativi per un importo di Euro 5.000,00.

12 agosto 2011 0

Equitalia: stop alla riscossione dei tributi dei comuni e delle società da essi partecipate

Di admin

Da Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riceviamo e pubblichiamo: Una buona notizia per i contribuenti, una cattiva per i comuni e le società da essi partecipate. Così Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” che commenta il provvedimento normativo introdotto con il “Decreto Sviluppo”. Infatti, con la legge di conversione n. 12 luglio 2011, n. 106, ovvero il decreto legge 13 maggio 2011, n. 70, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 160 del 12.07.2011 è stato inserito l’art. 7, comma 2, lett. gg-ter. Tale norma dispone che, a partire dal 1° gennaio 2012, Equitalia “cessa di effettuare le attività di accertamento, liquidazione e riscossione, spontanea e coattiva, delle entrate, tributarie e patrimoniali, dei comuni e delle società da essi partecipate”, non lasciando spazio ad alcuna interpretazione. A questo punto, però Giovanni D’Agata si chiede come e chi effettuerà il recupero dei crediti dei comuni e delle municipalizzate al posto della temibile Equitalia S.p.A.? Ci auguriamo che per i contribuenti non si passi dalla padella alla brace.

12 agosto 2011 0

Isernia, operazione “estate tranquilla” dei Carabinieri

Di admin

Ferragosto di lavoro in chiave preventiva per l’Arma del Comando Provinciale Pentro sul territorio per garantire tranquillità alle collettività ed il meritato periodo di relax e riposo che lavoratori e famiglie attendono nel corso di un intero anno. Vigilanza preventiva massima anche in relazione ai movimenti turistici connessi alle innumerevoli manifestazioni culturali in programma in ogni piccolo centro urbano che sono oggetto di attenzione dei Comandi di Stazione dell’Arma ai fini della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Nel contesto generale che non ha fatto tuttavia rilevare ad oggi situazioni di criticità, i militari dell’Arma nelle ultime 24 ore i militari hanno perseguito con impegno ed immediatezza vari reati consumati sul territorio. A Venafro i militari della locale Stazione hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per i Minorenni due giovanissimi per il reato di ricettazione, perché trovati in possesso di una bicicletta del valore di 500 euro denunciata oggetto di furto nelle 48 ore precedenti presso la Stazione di Venafro. La refurtiva recuperata è stata così restituita all’avente diritto. In un centro del medio Volturno, peraltro sottoposto a particolare tutela ambientale, i militari della Stazione dipendente dalla Compagnia di Venafro hanno denunciato all’A.G. del capoluogo Pentro un professionista 46enne di Napoli che ha illegalmente continuato i lavori di ristrutturazione di un’abitazione gravata da un provvedimento di sospensione decretato tempo addietro dal Comune interessato. Ora il segnalato dovrà rispondere dei reati di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità e di realizzazione di opere edili senza permesso a costruire ed ambientale. E particolare attenzione anche alla sicurezza stradale, ove gli stessi militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Venafro hanno ritirato la patente ad un 19enne per guida in stato di ebbrezza, con conseguente inoltro di denuncia all’A.G., rilevata a mezzo etilometro, nel corso di un controllo ove il giovane è stato fermato alla guida di un quadriciclo che è stato affidato ai famigliari. Stessa sorte e provvedimenti analoghi adottati dal Nucleo Radiomobile della Compagnia di Isernia nel capoluogo provinciale per un 29enne commerciante sorpreso in stato di ebbrezza alla guida di una mercedes. Segnalazione di reato all’A.G. per guida senza patente, per un altro utente della strada 55enne di un centro Isernino, controllato alla guida con documento in precedenza sospeso dall’autorità.

12 agosto 2011 0

Incendi boschivi, flotta aerea dello stato in azione su 20 roghi

Di admin

Sono 20 gli incendi che dalle prime luci dell’alba di stamani hanno richiesto l’intervento di Canadair ed elicotteri della Flotta aerea anti-incendio boschivo sulle regioni meridionali del paese e sulle isole maggiori.

La maggior parte delle richieste di intervento a supporto delle squadre di terra è pervenuto al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale dalla Campania: sei i roghi su cui hanno operato i velivoli, di cui due già domati.

Al momento i piloti dei velivoli stanno operando su undici incendi ancora attivi, di cui quattro in Campania, due rispettivamente in Puglia Sicilia e Basilicata, e uno nel Lazio.

Il lancio di estinguente sulle fiamme dei roghi ancora attivi continuerà ad essere assicurato finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

12 agosto 2011 0

Ambulanti senza autorizzazione in spiaggia, blitz della Capitaneria di Porto

Di admin

Questa mattina gli uomini della Capitaneria di Porto di Gaeta agli ordini del comandante Francesc Tomas e della polizia municipale di Gaeta agli ordini del comandante Donato Mauro hanno effettuato una operazione su larga scala sulla spiaggia di Serapo al fine di contrastare il diffuso fenomeno della vendita del commercio su area demaniale senza la prevista autorizzazione. L’operazione che ha visto impegnati circa 15 unità è scattata in prima mattinata mentre gli ambulanti erano già sull’arenile intenti alla vendita.

L’operazione che ha visto anche momenti di concitazione dovuta alla iniziale reazione degli ambulanti (tutti extracomunitari), si è conclusa dopo che i mariani ed agenti hanno provveduto al sequestro di tutta l’attrezzatura (24 tra carrelli ed espositori) nonchè della merce (abbigliamento, gonfiabili ecc) con le diciture di legge contraffatte, per un valore totale di circa ventimila euro. Nel corso dell’operazione è stato fermato un ambulante per resistenza, sono in corso le procedure di identificazione.

12 agosto 2011 0

Successo a Patrica per il libro “Nel segno di Valcento” e per i cavalieri templari di San Paterniano

Di admin

“Valcento” ed i Templari colpiscono ancora e riscuotono successi anche a Patrica, nell’ambito della “serata medievale”, organizzata dall’Amministrazione Comunale patricana, mercoledì scorso 10 agosto; evento culturale di indubbio prestigio nata da un idea del consigliere Enrico Palmegiani ed allestita per l”Agosto Patricano”. Una serata di cultura, musica ed emozioni, che è iniziata con la presentazione, appunto, del libro “Nel segno di Valcento. Un viaggio nel Lazio meridionale attraverso le simbologie templari e degli altri ordini monastico-cavallereschi”, dello scrittore Giancarlo Pavat.

“L’autore conosce molto bene Patrica” ha spiegato il consigliere Palmegiani “e non solo ha accolto con entusiasmo il nostro invito alla manifestazione, ma ci ha regalato numerose chicche su piccole scoperte di simboli ed altre curiosità locali, che non conoscevamo nemmeno noi”. La presentazione del volume, svoltasi nella splendida e suggestiva cornice del Ninfeo di Palazzo Spezza, davanti ad un numeroso pubblico, è stata curata da Serena Pallone di Fiuggiwebtv, network che pure ripreso l’evento. Al tavolo dei relatori la contessa Spezza che ha fatto gli onori di casa, il sindaco Denise Caprara, che ha salutato il numeroso pubblico, la storica dell’arte Alessandra Leo e l’autore Giancarlo Pavat. Grazie alle domande di Serena pallone, Giancarlo Pavat ha anticipato alcune novità interessanti relative alla spedizione di ricerca, la lui stesso guidata, svoltasi nelle scorse settimane in Svezia, sulle tracce dei Templari e di un labirinto simile a quello ormai celebre di Alatri. Inoltre, Pavat ha annunciato che è in preparazione un documentario proprio su queste ricerche che unirà nuove clamorose scoperte ciociare a quanto è emerso in Scandinavia.

Al termine della presentazione il sindaco Caprara ha fatto dono allo scrittore Pavat di un targa ricordo raffigurante una foto d’epoca con la rupe di Patrica. La serata è proseguita con le esibizioni musicali del maestro Giovanni Valle e del trio “La terzina”, formato da Mario Alberti, Francesca Sisti e Mario Bruni, e si è conclusa e concludersi con la rievocazione storica ed i combattimenti ad armi bianche da parte dei membri dell’associazione “I Cavalieri Templari di San Paterniano” di Ceprano, guidati dal gran maestro Fausto Puddu.

12 agosto 2011 0

Ungherese scomparsa sulla Maiella, ritrovata sana e salva

Di redazione

E’ stata ritrovata e sta bene la 31enne ungherese scomparsa sul massiccio della Maiella in Abruzzo sei giorni fa. La donna aveva lanciato l’allarme via sms e decine di uomini tra soccorso alpino, forestale, finanza e protezione civile si sono messi sulle sue tracce nella speranza di ritrovarla viva. Questa mattina la ragazza è stata ritrovata nella zona Fonte Tettona e, nonostante i giorni e le notti trascorse all’addiaccio, le sue condizioni non sono ritenute preoccupanti.

12 agosto 2011 0

Casinò Municipale di San Pellegrino Terme “Jazz nelle dimore storiche”

Di admin

L’aria è frizzante, la luna risplende, l’atmosfera è accattivante e in scena il gruppo All Jazz Sextet del Jazz Club Bergamo: Vittorio Scotti al contrabbasso (presidente e direttore artistico del Club), Maurizio Moraschini al sax tenore e soprano, Gigi Ghezzi alla tromba, Roby Sannino alla chitarra, Pigi Caracchi al pianoforte e fisarmonica, Fabrizio Pintorno alla batteria. Lo spettacolo ha inizio con una discreta, ma incisiva presentazione dell’edificio liberty da parte dell’attore Francesco Porfido (consulente artistico del Club) accompagnato da teneri suoni di fisarmonica. Agli astanti le informazioni non sono nuove, ma non sono inutili, poiché rispolverano emozioni del passato e dei vissuti estivi. Il Casinò sorge all’inizio del ventesimo secolo, tra il 1904 e il 1906, ad opera dell’architetto Romolo Squadrelli in prosecuzione dei porticati della Fonte Termale. In quel periodo rappresentò un polo di attrazione per i numerosi e facoltosi ospiti: principi e principesse, re e regine, ministri e diplomatici, personalità dell’arte e della cultura, provenienti da ogni parte del mondo. L’attività venne chiusa definitivamente nel 1946, dopo diverse aperture e chiusure e nell’ambito di diversi progetti. Ancora oggi l’elegante edificio del Casinò rappresenta una impareggiabile testimonianza della fantasiosa architettura liberty. La voce, musicata dalle note al pianoforte, si fa strada di nuovo nel vissuto del pubblico e dall’arte si passa alla storia del jazz: dalla nascita nei locali malfamati, agli strumenti simbolo, agli standard del jazz. Poi comincia la performance con il brano “Blue moon”, dove gli strumentisti si esibiscono con compattezza e sobrietà, trasmettendo le sensazioni e le emozioni che il pubblico si aspetta. Arrivano gli applausi, che all’inizio sembrano molto riservati, e continuano coinvolti dal sound e dalla vena melodica dei successivi pezzi di Mangione, Benny Godson, Kenny Dorham, Lauzi, Bruno Martino, Mogol – Battisti, Evans, Sonny Rollis. Il repertorio è vario dal jazz classico all’Europeo, con una particolare fusione nei migliori brani di cantautorato Italiano. Il contrabbassista Vittorio Scotti, il “leader” del sestetto, interviene al microfono e comunica ai presenti le scelte dei musicisti e…….a quasi fine serata indica il cielo, forse….no è veramente “caduta una stella” al posto giusto e al momento giusto! La serata è conclusa, ma l’appuntamento continua il 13 e 14 a Lovere, sul lago d’Iseo.

Alba Loretta Ceccon

Foto: Alberto Ceccon [nggallery id=322]

12 agosto 2011 0

Incidente in A13 tra Terme Euganee e Monselice, un morto e un ferito

Di admin

Sulla A13 Bologna-Padova, poco prima delle ore 13, all’altezza del km 90, tra Terme Euganee e Monselice, in direzione sud, verso Bologna, si è verificato un incidente che ha visto il coinvolgimento di una moto:una persona è deceduta ed una è rimasta ferita. La dinamica è in fase di accertamento dal parte della Polizia Stradale. Sul luogo dell’evento sono intervenuti, oltre alle pattuglie della Polizia stradale, il personale della Direzione III Tronco di Bologna ed i mezzi di soccorso sanitario e meccanico. Il traffico è stato bloccato per lo svolgimento dei soccorsi e alle 13 si registra 1 km di coda. In alternativa è disponibile la SS16 Adriatica dall’uscita di Terme Euganee con rientro in autostrada a Monselice. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità sono disponibili attraverso i pannelli a messaggio variabile, su RTL 102.5 FM, ISORADIO 103.3 FM e, in area di servizio, sul circuito televisivo INFOMOVING. Per ulteriori approfondimenti è disponibile il Call Center Viabilità di Autostrade per l’Italia al numero telefonico 840.04.21.21

12 agosto 2011 0

Ecodoppler prenotato a gennaio 2013, indagine della Asl: “Il paziente ha rifiutato un appuntamento con un’attesa di cinque mesi”

Di admin

Il caso del paziente di Lanciano (Chieti) che ha prenotato un ecodoppler per gennaio 2013 è stato oggetto di un’approfondita indagine interna alla Asl Lanciano Vasto Chieti, voluta dal Direttore Generale, Francesco Zavattaro, al fine di fare chiarezza sulle ragioni che possano aver determinato un’attesa così lunga. Così grazie alla foto pubblicata da “Il Centro” a corredo dell’articolo, dove era stato oscurato il nome del paziente ma non il numero di prenotazione, è stato possibile effettuare una ricerca che ha permesso di chiarire meglio i termini della questione.

E’ stato recuperato il foglio di prenotazione, dal quale si evince che il Centro di Prenotazione ha offerto all’assistito un appuntamento per sottoporsi all’esame a gennaio prossimo presso il Policlinico di Chieti, solo che è stato rifiutato dallo stesso utente, intenzionato a eseguire la prestazione esclusivamente a Lanciano. La risposta dell’Azienda, quindi, non è stata con una prenotazione a 17 mesi, come denunciato dal paziente, ma a 5 mesi, un tempo sicuramente non brevissimo, ma accettabile in considerazione del numero assai elevato di richieste che tale esame diagnostico fa registrare.

«Il nostro impegno è sicuramente finalizzato a ricondurre l’attesa per l’ecodoppler entro tempi più contenuti e in linea con le indicazioni ministeriali – puntualizza il Direttore Generale dell’Azienda sanitaria locale, Francesco Zavattaro –, ma non dimentichiamo che da parte nostra abbiamo l’obbligo di rispondere a una richiesta di prestazioni con il miglior tempo aziendale: vale a dire che all’utente viene offerta la disponibilità della prima data utile in una qualunque delle nostre strutture. Ed è esattamente il caso del paziente di Lanciano, che avrebbe potuto eseguire l’ecodoppler fra cinque mesi se avesse accettato l’appuntamento. Resta ferma, s’intende, la libertà dei cittadini di scegliere l’ospedale a cui far riferimento, ma accettandone la capacità di risposta. Certo può suscitare comprensibili proteste un appuntamento dato a gennaio 2013, ma l’Azienda ha offerto al paziente la possibilità di sottoporsi all’esame un anno prima in una struttura di rilievo universitario. Forse davanti a una stringente necessità si può anche accettare il sacrificio di percorrere pochi chilometri per guadagnare un anno di tempo».