Giorno: 13 agosto 2011

13 agosto 2011 0

A ferragosto 9 milioni di famiglie con animali in vacanza

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo: Oltre 9 milioni di famiglie italiane con altrettanti animali in vacanza nel ponte di ferragosto, questi i dati stimati dal Movimento delle Famiglie del turismo con animali di AIDAA. Secondo le stime gli animali che hanno seguito le loro famiglie umane in vacanza sono 8 milioni di cani e circa 1 milione di gatti, oltre ad altre migliaia di conigli, criceti, uccellini ed altri animali che sono stati portati in vacanza. Circa 300.000 i cani e 150.000 invece i gatti lasciati in pensione. Si accorcia anche il periodo di vacanza che per la stragrande maggioranza delle famiglie con animali è sceso dagli 11 giorni dello scorso anno a 7-8 giorni di questa estate. Invariate invece la scelta delle mete turistiche anche per le famiglie con animali assoluta preferenza per le località marittime con un 70% del totale, il 16% è andato in montagna ed il 14% ha scelto altre forme di vacanza (estero, agriturismo e vacanze in camper). In aumento anche i prezzi per portare il cane in vacanza nelle località marittime con le spiagge attrezzate per ospitare i bagnanti con i pelosi al seguito si arriva a spendere solo per il cane (tra albergo e spiaggia) oltre 140 euro la settimana. Le cose infine vanno meglio sotto il profilo degli abbandoni in queste prime due settimane di agosto sulle autostrade italiane sono stati segnalati complessivamente 1290 cani vaganti o abbandonati con una diminuzione del 19% rispetto allo scorso anno.

13 agosto 2011 0

Atteggiamenti minacciosi, intimidatori e di molestia: 40enne denunciata per stalking

Di admin

A Ferentino i carabinieri della locale Stazione, a conclusione di attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà per il reato di atti persecutori o “stalking” D.B.A., 40enne del posto. La donna, già censita per reati contro il patrimonio, con più azioni persecutive del medesimo disegno criminoso, poneva in essere nei confronti di un’altra donna sempre del luogo una serie di atteggiamenti minacciosi, intimidatori e di molestia, tale da cagionarle un perdurante stato di ansia e paura.

13 agosto 2011 0

Vicenda Mad, Tedeschi: “Ciclo dei rifiuti deve restare in mano pubblica”

Di admin

Dall’Ufficio stampa Gruppo Idv riceviamo e pubblichiamo: “La MAD srl, società che gestisce la megadiscarica di Roccasecca minaccia la chiusura a causa degli ingentissimi crediti che vanta nei confronti di SAF. Questo è quello che succede quando impianti strategici del ciclo dei rifiuti sono in mano a società private che gestiscono un servizio pubblico e particolarmente critico”. Lo dichiara in una nota Anna Maria Tedeschi, consigliere regionale di Italia dei Valori. “I lauti guadagni che il signor Nozza ha accumulato in tutti questi anni, non sono ancora sufficenti?” continua Tedeschi. “Se ne faccia una ragione, il servizio che gestisce è pubblico, quindi sebbene la chiusura della discarica di Cerreto sia più che auspicabile, non sono certo in pena per una società che attraverso i rifiuti della provincia di Frosinone si è lautamente arricchita e ancora continua con il gassificatore appena terminato che le consente di lucrare ulteriormente producendo energia e vendendola all’Enel”.

“La posizione dell’Italia dei Valori è netta e chiara: i servizi pubblici strategici come la gestione del ciclo dei rifiuti devono stare in mano pubblica”, conclude il consigliere IDV.

13 agosto 2011 0

Cartelle pazze della pubblicità ad Aquino, Grincia: “Tempesta in un bicchier d’acqua”

Di redazione

Nello scorso consiglio comunale tenutosi ad Aquino, il sindaco Grincia è tornato, fornendo ulteriori chiarimenti, sulla questione relativa a presunte cartelle”pazze” relative alla pubblicità. “Di fronte a strombazzamenti vari sulla questione, li ritengo – ha detto – non solo eccessivi, ma senza nessun fondamento vero”. Il Sindaco, dopo aver spiegato che il servizio sulla riscossione dell’imposta sulla pubblicità è stato assunto recentemente da una ditta dopo essersi aggiudicata una regolare gara, è stato ripreso dopo alcuni anni in seguito al fallimento della società che lo gestiva in precedenza. “Per questo motivo – ha spiegato il Grincia- buona parte dei contribuenti non aveva più pagato l’imposta, e altri, non avevano mai comunicato di aver cominciato ad usare la pubblicità…in assenza di tutto questo – ha continuato il sindaco – la nuova società ha dovuto ricostruire la posizione tributaria di tutti gli utenti, non solo, ma direttamente ha proceduto anche alla ricognizione di ogni singolo impianto pubblicitario; dopo aver ottemperato scrupolosamente a tale incombenza, la società ha inviato a ciascun utente un avviso “bonario” di accertamento, riferendosi agli anni 2.006-2.010, come prescrive la legge, perchè gli anni precedenti per gli eventuali evasori, erano caduti in prescrizione, ma comunque il nuovo gestore aveva precisato in una comunicazione individuale ad ogni singolo utente, che chi risultava aver ottemperato per quegli anni, non doveva far altro che comunicarlo, e chi aveva aperto l’impianto(cioè l’insegna pubblicitaria) dopo il 2.006, doveva fare la stessa cosa, cioè soltanto documentarlo”. Il sindaco ha anche comunicato che dopo la richiesta dell’Amministrazione di posticipare al 30 agosto il pagamento dell’imposta secondo le tariffe imposte per legge, la stessa società aveva accettato tale richiesta per fornire chiarimenti esaustivi agli uenti. Nello stesso tempo ha anche aperto un recapito ad Aquino dove poter far riferimento. Inoltre per diversi giorni un rappresentate della società è stato in sede ad Aquino per chiarire ancor meglio l’invio degli avvisi bonari di accertamento. “A questi appuntamenti, comunicati a tutti, si sono presentati complessivamente non più di 4-5 persone, perchè probabilmente tutti avevano già capito come stava la questione, che era assolutamente regolare fin dal primo momento.” Così ha concluso il sindaco. “Una delle solite tempeste mediatiche in un bicchier d’acqua scatenate dall’opposizione sull’Amministrazione e in particolare sulla persona del sindaco, che si risolvono subito, dato che si fondano sul nulla”.

13 agosto 2011 0

Estate 2011, weekend di ferragosto, traffico intenso sulla rete di Autostrade per l’Italia

Di admin

Alla vigilia del Ferragosto si registra traffico intenso lungo le direttrici autostradali da nord verso sud e dai grandi centri urbani verso le località di villeggiatura. In particolare torna a interessare, come nei fine-settimana precedenti, la direttrice di collegamento tra la Lombardia e la costa adriatica, attraverso le autostrade A1 Milano-Napoli, da Milano a Bologna e A14 Bologna-Taranto, da Bologna ad Ancona. Si registrano tempi di percorrenza di: – 1 ora sulla A1 tra Piacenza nord e Fidenza verso sud, in direzione di Bologna – 1 ora e 30 minuti sulla A14 tra Bologna Borgo Panigale ed Imola verso sud, in direzione della riviera adriatica, – 45 minuti nella stessa direzione, sempre sulla A14, tra Cesena e Rimini nord – 50 minuti sulla A1 verso nord, in direzione di Bologna, tra Incisa-Reggello e Firenze Scandicci – 40 minuti sulla A14 tra Molfetta e Bari nord in direzione sud. La circolazione è stata condizionata da diversi incidenti, ora risolti, in particolare nelle prime ore del mattino sulla A26 Genova Voltri-Gravellona Toce un SUV, guidato da persona risultata positiva al test alcolemico, immesso in autostrada contromano ha causato un incidente nel quale 3 persone sono decedute ed il traffico da Genova verso il nord è stata indirizzato sulla A7 Serravalle-Genova fino alle 9:30 circa. Si prevede traffico intenso (bollino rosso) fino al primo pomeriggio di oggi per effetto dei primi rientri che si aggiungono alle partenze anche in prossimità dei valichi di frontiera ; durante i giorni di domenica 14 e lunedì di ferragosto il traffico sarà meno intenso. La fluidità degli spostamenti sarà favorita dal divieto di circolazione ai mezzi pesanti attivo: – fino alle 23 di oggi, – dalle 7 alle 24 di domenica 14 – e dalle 7 alle 23 sia di lunedì 15. Autostrade per l’Italia invita gli automobilisti ad informarsi sulle condizioni del traffico prima di mettersi in viaggio e ricorda la possibilità di chiamare il Call Center Viabilità al numero 840-04.21.21 o il 1518 del CCISS. Aggiornamenti sulle condizioni di viabilità sulla rete sono presenti anche sul sito internet www.autostrade.it. Durante il viaggio informazioni real time sul traffico vengono riportate sui pannelli a messaggio variabile e dai notiziari RTL 102.5 FM, Isoradio 103.3 FM, Onda Verde RAI e, nelle Aree di Servizio, sul circuito televisivo INFOMOVING. Autostrade per l’Italia ricorda inoltre ai conducenti di rispettare i limiti di velocità e di mantenere le distanze di sicurezza dal veicolo che precede.

13 agosto 2011 0

Gravissimo incidente in A26, riaperto il tratto tra Ovada e bivio A7/A26. Sale a 3 il numero delle vittime

Di admin

E’ stato riaperto alle 9:20 circa il tratto compreso tra Ovada ed il Bivio per la A7/A26 Diramazione Predosa-Bettole precedentemente chiuso in direzione nord, verso Alessandria, per un incidente che aveva visto il coinvolgimento di 3 auto e nel quale 3 persone sono decedute e 5 sono rimaste ferite. Sul luogo dell’evento sono intervenuti le pattuglie della Polizia stradale, il personale della Direzione 1° Tronco di Genova ed i mezzi di soccorso sanitario e meccanico. Al momento il traffico transita su tutte le corsie e si registrano code in movimento tra Masone e Ovada dovute alla precedente uscita obbligatoria ora rimossa. Dai primi accertamenti sembra che il veicolo contromano, un SUV, fosse guidato da un uomo di nazionalita’ albanese risultato nettamente positivo al test sul tasso alcolemico. Tale fatto conferma la necessita’ di un’azione legislativa forte, come quella proposta circa l’introduzione dell'”omicidio stradale”. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e dei percorsi alternativi sono disponibili attraverso i pannelli a messaggio variabile, su RTL 102.5 FM, ISORADIO 103.3 FM e, in area di servizio, sul circuito televisivo INFOMOVING.Per ulteriori approfondimenti è disponibile il Call Center Viabilità di Autostrade per l’Italia al numero telefonico 840.04.21.21

13 agosto 2011 0

Dagli Stati Uniti un “tatuaggio elettronico” per monitorare lo stato di salute dei pazienti

Di admin

Da Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riceviamo e pubblichiamo: Al bando cavi, fili, monitor, ventose e gel appiccicosi che sommergono i pazienti ricoverati nei nostri ospedali e nelle cliniche: questa potrebbe essere l’importante innovazione per il monitoraggio degli ammalati che viene dagli USA, dove un equipe di ricercatori dell’Università dell’Illinois ha sperimentato un nuovo sensore che può essere inserito in una sorta di tatuaggio temporaneo, una specie di “tatuaggio elettronico”. Il dispositivo che è più sottile di un capello umano, è stato già utilizzato per monitorare il cuore e il cervello, secondo quanto riportato da uno studio pubblicato sulla rivista Science e che Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, tiene a riportare all’attenzione degli italiani, nella costante attività d’informazione sulle speranze che la medicina moderna potrà alimentare per alleviare le sofferenze e combattere le malattie. L’ulteriore grande novità, al di là delle ridottissime dimensioni, per cui sarebbe spesso solo 50 micron – e quindi inferiore al diametro di un capello umano – è rappresentata dalla circostanza che il sensore si attacca alla pelle umana, proprio come un tatuaggio temporaneo ed essendo flessibile ed elastico può muoversi ed allungare senza rompersi. I ricercatori sono convinti che quest’ultima trovata della medicina possa sostituire le ingombranti apparecchiature attualmente in uso negli ospedali che sono attualmente necessarie per tenere in costante monitoraggio i segni vitali del paziente. Tra gli altri aspetti innovativi che vale la pena segnalare vi è il fatto che sul sensore vi sono anche piccole celle solari in grado di generare energia o ottenere energia dalle radiazioni elettromagnetiche ed il modo con cui il mini apparecchio verrebbe attaccato al corpo umano. Secondo gli scienziati, infatti, questo microscopico ed ingegnoso strumento è in grado di attaccarsi alla pelle umana utilizzando le deboli forze di attrazione tra la pelle e uno strato di poliestere posto alla base del sensore, un pò come fanno i gechi sulle pareti con i loro polpastrelli. È evidente, quindi, che la natura pressoché non invasiva di questo prodotto dell’intreccio tra elettronica e biologia, sempre più diffuso nella medicina moderna, potrà essere particolarmente utile per monitorare bambini prematuri o per lo studio di pazienti con apnea del sonno.

13 agosto 2011 0

Incidente in A26 tra Ovada e bivio A7/A26, due morti e cinque feriti il bilancio

Di admin

Sulla A26 Genova Voltri-Gravellona Toce, alle 5,30 circa, si è verificato un incidente che ha visto il conivolgimento di 3 auto delle quali una viaggiava contromano all’altezza del km 36, tra Ovada ed il Bivio per la A7/A27 Diramazione Predosa Bettole in direzione nord, verso Alessandria. Nel sinistro 2 persone sono decedute e 5 sono rimaste ferite. Sul luogo dell’evento sono intervenuti le pattuglie della Polizia stradale, il personale della Direzione 1.o Tronco di Genova ed i mezzi di soccorso sanitario e meccanico. Alle 6,15 il traffico è stato bloccato ed il tratto chiuso per i soccorsi. In alternativa si consiglia di percorrere da Genova la A7 Serravalle-Genova, proseguire sulla A7/A26 Diramazione Predosa-Bettole da cui riprendere la A26. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e dei percorsi alternativi sono disponibili attraverso i pannelli a messaggio variabile, su RTL 102.5 FM, ISORADIO 103.3 FM e, in area di servizio, sul circuito televisivo INFOMOVING. Per ulteriori approfondimenti è disponibile il Call Center Viabilità di Autostrade per l’Italia al numero telefonico 840.04.21.21.