Giorno: 21 agosto 2011

21 agosto 2011 0

Incendi, brucia monte Sambucaro a San Pietro Infine

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dalle tarda serata di ieri è in corso un vasto incendio sul monte Sambucaro nel territorio di San Pietro Infine. Già dalle 21 di ieri sera infatti le fiamme stanno divorando piante e vegetazione della zona. Seppure l’incendio si è sviluppato lontano dal centro abitato, è stata notevole la perdita di macchia e boscaglia. Tanti i residenti che si sono recati sul posto per accertarsi che le fiamme non avessero raggiunto i loro oliveti. Nella tarda mattinata un elicottero della regione Campania è intervenuto per fronteggiare le fiamme, ma al momento, l’incendio non è ancora stato domato. La Protezione Civile ricorda che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. [nggallery id=328]

21 agosto 2011 0

Al via l’edizione 2011 del “Viaggio a cavallo Montecassino – Subiaco, sui sentieri di San Benedetto”

Di admin

Al via oggi l’edizione 2011 del “Viaggio a cavallo Montecassino – Subiaco, sui sentieri di San Benedetto.” Un percorso, organizzato dall’associazione Cavalieri di Montagna, sotto l’egida federazione italiana turismo equestre Comitato Lazio, che ripercorrerà il cammino affrontato dal Patrono D’Europa nel 529 D.C., quando lasciò Subiaco per recarsi a Cassino. Una manifestazione che l’Amministrazione comunale della città martire ha, sin dal primo momento, sposato e sostenuto con entusiasmo come ci conferma l’assessore al turismo del Comune di Cassino Danilo Grossi. “Il viaggio – sostiene Grossi – permette a cavalieri provenienti da tutta Italia ed Europa di scoprile la storia e le bellezze del nostro territorio: dall’Abazia di Montecassino al Castello di San Tommaso d’Aquino, dall’Abazia di Casamari alla Certosa si Trisulti, dal Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini al Sacro Sepolcro di Subiaco. Lungo il percorso si rievocheranno i principali avvenimenti storici che hanno caratterizzato le nostre zone: il monachesimo medievale, la battaglia di Montecassino, il brigantaggio post Unità d’Italia, offrendo a tutti i partecipanti la suggestiva possibilità di visitare aree naturalistiche ancora incontaminate.” I viaggiatori a cavallo, inoltre, potranno degustare le migliori specialità che offre l’enogastronomia locale e verranno ospitati in alcune delle migliori strutture alberghiere della zona. Di particolare fascino le notti di martedì 23 e mercoledì 24 agosto, quando amazzoni e cavalieri dormiranno all’interno dell’Abbazia di Casamari e della Certosa di Trisulti. Dopo il successo dello scorso anno, con 15 partecipanti provenienti da tutta Italia, l’edizione 2011 si preannuncia ancora più interessante e “internazionale”: prenderanno infatti parte all’avventura quattro amazzoni francesi provenienti da Parigi. “Lo scopo del viaggio – ha concluso Grossi – è promuovere il nostro territorio nel resto d’Italia e all’estero, sia da un punto di vista naturalistico che turistico. L’obiettivo che, come Amministrazione di Cassino, ci siamo posti è quello di incrementare sempre di più il turismo nella nostra città e siamo certi che questa sia un’occasione ideale per far conoscere il patrimonio storico, naturale e culturale che il nostro territorio offre. Un grazie va a tutte quelle persone che formano l’associazione organizzatrice della manifestazione, che per secondo anno consecutivo hanno lavorato senza sosta e con grande impegno per la promozione del turismo in Ciociaria.” Il percorso che avrà una lunghezza complessiva di 250 km, attraverserà ben 15 comuni, per una durata di viaggio complessiva di 7 giorni in sella. Nella mattinata di lunedì 22 agosto, avrà inizio il viaggio con un primo tragitto che dall’Abazia di Montecassino, porterà al Castello di San Tommaso d’Aquino.

21 agosto 2011 0

Incendi boschivi, 20 interventi di canadair ed elicotteri

Di admin

I Canadair e gli elicotteri della Flotta aerea anti-incendio boschivo sono intervenuti, fino ad ora, a supporto delle squadre di terra su 20 incendi. E’ la Sicilia, con sei roghi di cui quattro già domati, la regione che ha inviato al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile nazionale il maggior numero di richieste di intervento.

Al momento (ore 18.00) 13 incendi ancora attivi, distribuiti tra Calabria, Campania, Sicilia, Sardegna Basilicata, Lazio e Umbria stanno impegnando i piloti dei velivoli antincendio, con uno schieramento di 10 Canadair, 9 idrovolanti Fire-boss e un elicottero S64 impiegati. La situazione più critica si registra nella provincia di Cosenza, dove al momento sono in azione tre canadair. Il lancio di estinguente sui roghi ancora attivi continuerà ad essere assicurato finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

21 agosto 2011 0

Schianto sulla Casilina tra quattro auto, 3 feriti

Di admin

Violento schianto sulla via Casilina Sud ieri sera poco dopo le 22. Per cause ancora in corso di accertamento quattro auto hanno impattato tra loro. Si tratta di una Fiat Punto, una Golf, una Hyundai ed una Citroen. Quest’ultima ha terminato la corsa in un fosso. Sul posto si sono subito portati tutti i mezzi di soccorso, polizia carabinieri vigili del fuoco e diverse ambulanze dell 118 di Cassino che hanno trasportato i feriti all’ospedale Santa Scolastica. Per fortuna, nessuno di loro è in pericolo di vita ma la Casilina si conferma tra le arterie stradali più pericolose. [nggallery id=327]

21 agosto 2011 0

Controesodo, si conclude il primo week end dopo ferragosto

Di admin

Il primo week end dopo Ferragosto conferma le previsioni da bollino rosso e le più alte concentrazioni di traffico per i rientri dal sud al nord del Paese. Tuttavia sia nella giornata di ieri, quando sulla Adriatica e sull’Autosole la circolazione si e’ mantenuta su livelli molto elevati fino a tarda serata , sia in quella di oggi, con traffico sempre molto intenso ma gia’ in attenuazione in queste ore, la rete Autostrade per l’Italia non ha registrato particolari criticita’. Ieri sul nodo fiorentino, da sempre principale punto di congestione nelle giornate di massima concentrazione dei rientri verso nord, grazie alla terza corsia aperta dalle 7, i tempi di attraversamento rispetto all’omologa giornata del 2010 si sono ridotti del 40%. Circolazione agevolata anche oggi dalla totale rimozione dei cantieri di lavoro e dalla assenza di incidenti gravi. Condizioni di traffico intenso interessano ancora al momento la A1 tra Firenze nord e Barberino e tra Parma e Fidenza e la A14 tra Marotta e Cattolica ma con situazione in via di normalizzazione. Il divieto di circolazione per i mezzi pesanti sarà attivo fino alla mezzanotte di oggi. Durante il viaggio informazioni real time sul traffico vengono riportate sui pannelli a messaggio variabile e dai notiziari Isoradio 103.3 FM, RTL 102.5, Onda Verde RAI. Autostrade per l’Italia raccomanda il rispetto delle norme di sicurezza, in particolare l’utilizzo delle cinture di sicurezza sia dei posti anteriori sia di quelli posteriori, nonché delle distanze di sicurezza dal veicolo che precede e dei limiti di velocità; inoltre, invita gli automobilisti ad informarsi sulle condizioni del traffico prima di mettersi in viaggio e ricorda la possibilità di chiamare il Call Center Viabilità (840-04.21.21) o il numero verde del CCISS 1518. Aggiornamenti sulle condizioni di viabilità sulla rete sono presenti anche sul sito internet www.autostrade.it e, nelle Aree di Servizio, sul circuito televisivo INFOMOVING.

21 agosto 2011 0

Pellegrinaggio alla Madonna di Canneto. Oltre 50mila visitatori in pochi giorni

Di redazione

Come da tradizione il santuario della Madonna di Canneto a Settefrati (Fr) è stata meta anche quest’anno di migliaia di pellegrini. La stretta fettuccia di asfalto che si arrampica fino alla vallata di Canneto è stata percorsa da ogni tipo di mezzo: macchine, camper, roulotte, ma anche e soprattutto a piedi, provenienti da comuni distanti anche decine di chilometri. Si calcola che anche quest’anno, sono stati in 5mila i devoti che si sono recati in pellegrinaggio arrivando nel santuario dopo giorni e giorni di cammino. Atina a Picinisco, i comuni più vicini, nei giorni precedenti alla festa della madonna nera, sono divenuti dormitorio all’apero dove i pellegrini cercavano un po’ di riposo e di refrigerio dalla calura estiva. Dal 18 agosto, è stato calcolato che sono stati in 50 mila a visitare il santuario. Un fiume di gente che ha richiesto un massiccio ed organizzato impiego di assistenza, in particolare, quella sanitaria. Nella vallata il campo della Croce Rossa (30 operatori) ospita anche un distaccamento dell’Ares 118 (7 operatori) e del soccorso Alpino (10 operatori). Dal 18 agosto sono stati oltre 250 gli interventi di soccorso, da infarti, malori generici, cali di pressione, slogature e, questa mattina, anche la frattura di una spalla. Nella folla di devoti, infatti, ci sono molti malati, alcuni dializzati, le cui fragili condizioni facilitano il sopraggiungere di malori. Er. Amedei [nggallery id=326]

21 agosto 2011 0

Allarme antibatterici chimici. Il triclosan nel mirino della F.D.A.

Di admin

Da Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riceviamo e pubblichiamo:

Il Triclosan è in gran parte dei saponi commercializzati nel mondo, il principio attivo contenuto in tali prodotti ma anche in dentifrici, che vengono commercializzati come antibatterici o antimicrobiologici e che spicca ancora in bella vista sull’etichette di moltissimi di questi, nonostante numerose associazioni dei consumatori, ma anche qualche produttore, abbiano avviato da tempo alcune battaglie per bandirlo poiché sarebbe causa di possibili danni alla salute. In particolare, diversi studi avrebbero dimostrato che il triclosan potrebbe alterare la regolazione ormonale negli animali da laboratorio o causare resistenza agli antibiotici, tant’è che al di là delle cause intentate da alcuni gruppi di consumatori anche membri del Congresso statunitense si starebbero battendo per vietare la messa in commercio di prodotti a base di tale tipo di antisettico. Così il triclosan è finito anche nel mirino della F.D.A., la Food and Drug Administration, ossia l’ente americano che vigila sulla sicurezza alimentare che ha avviato una propria indagine conoscitiva che però non si concluderà prima della fine dell’anno prossimo, anche perché tale inchiesta federale potrebbe determinare non pochi “grattacapo” per i produttori di saponi a base di antimicrobici e antibatterici, che rappresentano circa la metà del mercato americano pari a 750 milioni di dollari, secondo la società di ricerche di mercato Kline & Company. Chiaramente le industrie produttrici di saponi e prodotti a base di triclosan si sono sbrigate immediatamente a smentire ogni possibile rischio per la salute da parte dei propri prodotti, anche perché gli stessi sarebbero sul mercato ormai da decenni. L’altra faccia della medaglia da parte dei produttori è rappresentata dal fatto che non appena le associazioni consumistiche statunitensi hanno avviato campagne contro il triclosan, alcuni grandi gruppi industriali hanno rimosso e sostituito gli ingredienti meno controversi. Per esempio, la Colgate-Palmolive ha sostituito il triclosan con acido lattico nel sapone liquido antibatterico Dish Palmolive , ed il Softsoap, sapone liquido per le mani, è stata riformulato nella sua composizione chimica. Colgate, tuttavia, continua ad utilizzare triclosan nel suo dentifricio Colgate Total, perché è stato dimostrato assai efficace per combattere gengivite, come approvato proprio dall’FDA e “supportato da oltre 70 studi clinici su oltre 10.000 pazienti” ha annunciato la società in un comunicato. Ma nell’ambito della polemica innescata negli States vi è da riferire quali sono le cause che hanno scatenato tale bagarre tra associazioni dei consumatori da una parte ed industrie produttrici dall’altra. Gli studi che accennavamo prima, avrebbero dimostrato che il triclosan sconvolgerebbe a lungo termine l’ormone tiroideo in rane e topi, mentre altri avrebbero stabilito che triclosan altererebbe gli ormoni sessuali degli animali da laboratorio. Altri studi avrebbero dimostrato che il triclosan può causare un’ultra resistenza di alcuni batteri agli antibiotici. A loro volta gli industriali del settore hanno replicato che le prove contro il triclosan erano poco convincenti e che la sostanza chimica è stata utilizzata in modo sicuro nei prodotti di consumo e negli ospedali per decenni ed inoltre, che non ci sarebbe alcuna prova che il triclosan avrebbe causato resistenza agli antibiotici. Per quanto riguarda gli studi che avrebbero dimostrato che il triclosan sia un interferente endocrino, hanno spiegato, che gli animali utilizzati negli studi sono stati sottoposti a livelli tali che non sarebbero mai paragonabili a quelli ai quali siamo sottoposti a nell’uso quotidiano. Ma veniamo all’Europa e alla Nostra Italia. Ad oggi, secondo Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, non risulterebbe avviata nel Vecchio Continente da parte degli enti di controllo deputati, alcuna indagine, anche di natura conoscitiva sui possibili pericoli connessi all’utilizzo frequente di antibatterici contenuti in saponi e dentifrici. Stante la natura degli interessi coinvolti, la salute dei cittadini da una parte e gli interessi finanziari di multinazionali dall’altra, al di là delle polemiche e delle voci, sarebbe comunque utile ed opportuno un intervento da parte degli organi di controllo a partire dal Ministero della Sanità per avviare un inchiesta sugli effetti del triclosan e degli antibatteri contenuti nei saponi e dentifrici anche in Italia.

21 agosto 2011 0

Controesodo, traffico in aumento per i rientri dalla vacanze: “bollino rosso” sulle autostrade

Di admin

In questa prima domenica di controesodo da “bollino rosso” sulla rete di Autostrade per l’Italia, consistenti rientri dalle località di villeggiatura lungo le direttrici da sud a nord, verso i grandi centri urbani. In particolare, traffico intenso interesserà la direttrice che collega la costa adriatica alla Lombardia attraverso la A14 Bologna-Taranto, da Ancona verso Bologna e la A1 da Bologna verso Milano. Elevati volumi di traffico interesseranno anche il tratto fiorentino della A1 Milano-Napoli tra Firenze Sud e Firenze Nord, dove ieri mattina è stata aperta una terza corsia “complanare” in direzione Nord per migliorare la fluidità del traffico. Si prevede traffico sostenuto anche sulla Diramazione Roma Sud in ingresso alla Capitale. Attualmente si registra traffico intenso in A14 Bologna-Taranto, dove per percorrere il tratto tra Pesaro e Cesena Nord verso Bologna occorrono circa 1 ora e 20 minuti. Il traffico tenderà ad intensificarsi, mantenendosi sostenuto fino a sera. Per favorire la fluidità del traffico è attivo il divieto di circolazione ai mezzi pesanti, fino alle 24:00. Durante il viaggio informazioni real time sul traffico vengono riportate sui pannelli a messaggio variabile e dai notiziari Isoradio 103.3 FM, RTL 102.5, Onda Verde RAI. Autostrade per l’Italia raccomanda il rispetto delle norme di sicurezza, in particolare l’utilizzo delle cinture di sicurezza sia dei posti anteriori sia di quelli posteriori, nonché delle distanze di sicurezza dal veicolo che precede e dei limiti di velocità; inoltre, invita gli automobilisti ad informarsi sulle condizioni del traffico prima di mettersi in viaggio e ricorda la possibilità di chiamare il Call Center Viabilità (840-04.21.21) o il numero verde del CCISS 1518. Aggiornamenti sulle condizioni di viabilità sulla rete sono presenti anche sul sito internet www.autostrade.it.

21 agosto 2011 0

Rubano in una villa minacciando e prendendo a pugni un’anziana, bloccati e arrestati dai carabinieri

Di admin

A Castrocielo, i Militari del NORM della locale Compagnia, della Stazione di Roccasecca,in collaborazione con il Militari della Compagnia di Cassino, nel corso di predisposti servizi, finalizzati al contrasto dei reati predatori, hanno tratto in arresto A.R.39 di nazionalità Jugoslava e domiciliato al campo nomadi di Napoli Secondigliano e due minori. I prevenuti, nella mattinata si erano introdotti all’interno di una villa isolata, dove dapprima con minacce e pugni al volto, avevano sottratto ad una donna anziana sola in casa, gli orecchini che indossava e denaro contante. La pattuglia del radiomobile riusciva a rintracciare ed a bloccare i tre responsabili, mentre tentavano di accedere in un’abitazione a Castrocielo.

La perquisizione veicolare eseguita sul posto dell’ autovettura Ford Focus, consentiva di rinvenire la refurtiva proveniente dalla rapina in danno della donna, attrezzi da scasso e un’ingente quantitativo di monili in oro e metalli preziosi risultati provento di furto avvenuti nella mattinata in abitazioni di Roccasecca e Castrocielo. La refurtiva, interamente recuperata è stata riconsegnata ai legittimi proprietari. Il 39 enne è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino, mentre i minori presso il Centro di Prima accoglienza di Roma.