Giorno: 31 agosto 2011

31 agosto 2011 0

Terremoti, scossa di magnitudo 3.1 tra le province di Siracusa, Catania e Ragusa

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una scossa sismica è stata lievemente avvertita dalla popolazione nelle province di Siracusa, Catania e Ragusa. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Monterosso Almo (RA), Vizzini (CT) e Buccheri (SR).

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 18.33 con magnitudo 3.1.

31 agosto 2011 0

Dalla Germania il microchip che monitora la crescita tumorale

Di admin

Da Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riceviamo e pubblichiamo: Ricercatori tedeschi hanno sviluppato un sensore microchip che può essere impiantato nelle vicinanze dei tumori per monitorarne costantemente la loro crescita. Il dispositivo misura i livelli di ossigeno nel tessuto per rilevare se un tumore è in espansione. I risultati poi vengono trasmessi in modalità wireless al medico del paziente – riducendo la necessità di frequenti esami ospedalieri. Ma nella mente degli scienziati ci sono già progetti futuri che riguardano analoghi micro dispositivi in grado di fornire farmaci direttamente alla zona interessata. I ricercatori sperano che questo potrà portare a trattamenti meno aggressivi e più mirati contro il cancro. Gli studiosi dell’Università di Monaco di Baviera hanno sviluppato il congegno al fine di tenere sotto osservazione e trattare di tumori che sono difficili da raggiungere e quindi da curare, poiché è noto che ci sono alcuni tipi di tumori che sono difficili da rimuovere chirurgicamente, per esempio, quelli vicino alla spina dorsale per i quali si corrono seri rischi di creare gravi danni al sistema nervoso se si tenta di eliminarli con i metodi tradizionali. Nei casi di pazienti anziani, nei quali la crescita delle cellule tumorali è spesso più lenta è spesso preferibile monitorare il tumore e trattarlo solo se c’è una fase di crescita aggressiva. Il sensore è impiantato accanto al tumore e misura la concentrazione di ossigeno disciolto nel fluido di tessuto nelle vicinanze. Se questo scende può indicare una maggiore crescita ed i medici possono essere avvisati per tempo. Il chip microelettronico è costituito da una serie di elettrodi che rilevano i livelli di saturazione di ossigeno e trasmettono questi dati dal sensore ad un’unità ricevente esterna che è come una piccola scatola che si può portare in giro in tasca. Da lì possono essere scaricati nel PC del medico che può esaminare i dati e decidere se l’attività del tumore è in peggioramento. I ricercatori ritengono che questa nuova possibilità di monitoraggio può ridurre ciò riduce la necessità di frequenti check-up in ospedale. Come detto, l’equipe di scienziati ha pure previsto la possibilità di aggiungere al chip una sorta di micropompa che può rilasciare farmaci chemioterapici proprio sulla massa tumorale, proprio per ridurre gli effetti collaterali che i trattamenti antitumorali inevitabilmente conseguono. Se lo sviluppo di questi importanti congegni è ancora alla fase embrionale, Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, si augura che la sperimentazione venga conclusa prima dei dieci anni che hanno indicato i ricercatori come termine per la loro definitiva utilizzazione sugli ammalati.

31 agosto 2011 0

Coltivazione di canapa indiana, denunciati un pensionato ed un 42enne

Di redazione

A Casalvieri, i carabinieri della locale Stazione, collaborati da quelli del NORM della Compagnia di Sora, al termine di attività info-investigativa hanno arrestato nella flagranza di reato per “coltivazione illecita di stupefacenti” un pensionato di Arpino poiché trovato in possesso di 21 piante di cannabis indiana dell’altezza di 1,70 metri che coltivava in un terreno di sua proprietà sito in Casalvieri. Dalla successiva perquisizione veicolare e domiciliare, veniva inoltre rinvenuta una pistola scacciacani priva di tappo rosso con 5 cartucce a salve e grammi 10 di canapa indiana. Quest’ultima di proprietà di un 42enne convivente con il predetto. Nell’ambito di tale attività l’arrestato veniva pertanto anche denunciato in stato di libertà per “detenzione e porto di pistola scacciacani priva di tappo rosso” mentre il 42enne veniva denunciato in stato di libertà per “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.

31 agosto 2011 0

Sabaudia: Sequestrata dalla Guardia di Finanza merce contraffatta e materiale audio/video “pirata”

Di redazionecassino1

Prosegue senza sosta l’attività anticontraffazione della Guardia di Finanza di Latina e si intensificano i controlli, soprattutto sul litorale pontino, nella stagione turistica tuttora in corso. Lo testimonia l’esito di una recente operazione di servizio condotta dai finanzieri della Brigata di Sabaudia sul litorale di San Felice Circeo (LT), che ha portato al sequestro di nr. 445 compact disk, di nr. 143 Dvd riportanti l’illecita riproduzione di materiale audio-video di artisti vari, tutti privi del marchio  S.I.A.E., nonché di n. 124 articoli vari di pelletteria (borse, cinture, ecc.), recanti griffes di note case di moda artatamente contraffatte. Il risultato, frutto di un’intensa e costante attività info-investigativa sul territorio, ha peraltro permesso alle Fiamme Gialle di scoprire che i venditori ambulanti, prevalentemente di nazionalità extracomunitaria, dediti alla commercializzazione di tali prodotti contraffatti sono soliti approvvigionarsi delle merci ricorrendo a sistemi evidentemente ritenuti più “sicuri”. Infatti i prodotti contraffatti, offerti in vendita sulle spiagge in quantitativi limitati, vengono pian piano prelevati da collaudati punti di stoccaggio e smistamento. Nel caso di specie i finanzieri hanno rinvenuto la merce contraffatta, abilmente occultata all’interno di un anomalo deposito, costituito da una cavità interrata ricavata tra il muro perimetrale di un’abitazione privata e la spiaggia libera, opportunamente protetta da una copertura di mattoni non cementati. Le indagini sono tuttora in corso per risalire all’origine ed ai canali di approvvigionamento dei prodotti contraffatti e per individuare i responsabili.

31 agosto 2011 0

Cane trascinato e ucciso da suv, Aidaa mette una taglia di 5mila euro

Di redazione

“Ha trascinato per tre chilometri un cane legato con un guinzaglio alla portiera di un Suv lasciando una scia di sangue e probabilmente si è fermato solo quando il cane è morto consumato nelle sue stesse carni da quell’orrendo trascinamento fatto quasi sicuramente per puro sadismo”. E’ quanto contenuto in un comunicato stampa diffuso da Aidaa. “Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio in provincia di Padova sulla zona dei Colli Euganei ed è stato segnalato al telefono amico di AIDAA da un testimone oculare che avendo visto il cane “legato dalla parte sinistra del suv trascinato a forte velocità che ha lasciato una scia di sangue per oltre tre chilometri” ha tentato dapprima di fermare il Suv ma lo stesso si è allontanato a forte velocità su per le strade della zona dei colli Euganei trascinandosi dietro il cane che emetteva forti guaiti di dolore. Il testimone ha poi fornito una ricostruzione scritta minuziosa che ha permesso ad AIDAA di inoltrare questa mattina una formale denuncia su quanto accaduto alla procura della repubblica di Padova (allegata ma non da diffondere). “Si tratta quasi certamente di un atto di puro sadismo- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- da qui la decisione di sporgere denuncia e di chiedere a chiunque avesse visto quanto accaduto ieri pomeriggio nella zona di Faedo di Cinto Euganeo (Via Rovello – vicinanze TRATTORIA DA OCI) di dare immediate informazioni anche anonime all’associazione e ovviamente ai carabinieri per permettere di risalire alla persona o alle persone autrici di questo atroce atto di violenza ai danni di un cane trainato per tre chilometri ed ucciso in maniera che definire barbara è ancora poco.”AIDAA ha deciso di mettere una taglia di 5.000 euro su questo sadico che verrà pagata a chiunque sarà in grado di fornire informazioni che permettano l’individuazione certa dell’autore di questo gesto atroce”.

31 agosto 2011 0

Cow boy a Pontecorvo. Litiga con un coetaneo e spara in aria con una pistola

Di redazione

Litigano davanti ad un bar e finisce a pistolettate. E’ accaduto ieri sera a Pontecorvo quando, poco dopo le 19, i due giovani che litigavano per futili motivi, è culminata quando uno dei due, dopo essersi allontanato per qualche minuto, è tornato impugnando una pistola ed esplodendo alcuni colpi in aria. Il tutto è accaduto sotto gli occhi dei tanti avventori del br che temendo la presenza e l’ulteriore uso dell’arma hanno alelrtato i carabinieri della compagnia di Pontecorvo. I Militari comandati dal capitano Pier Francesco Di Carlo hanno iniziato le ricerche del giovane protagonista della pericolosa esibizione di forza.

31 agosto 2011 0

Crolla il muro di una casa, paura in piazza Garibaldi a Pontecorvo

Di redazione

Paura, questa notte in corso Garibaldi a Pontecorvo dove, poco dopo le 22, una porzione di muro di una vecchia casa è crollato generando un grosso boato. La casa il questione si trova vicino ad altre strutture nuove ed abitate e i residenti hanno lanciato l’allarme a cui hanno risposto i vigili del fuoco di Cassino. Sul posto è arrivata anche un’auto scala per verificare la staticità di ciò che è rimasto in piedi e per mettere in sicurezza l’area. All’intervento hanno partecipato anche i carabinieri di Pontecorvo.