Caccia, Abbruzzese: “Il calendario venatorio coniuga esigenze dei cacciatori e quelle delal tutela dell’ambiente”

2 agosto 2011 1 Di redazione

“Esprimo soddisfazione e rivolgo un plauso al grande lavoro svolto in queste ultime settimane dall’assessore regionale all’Agricoltura Angela Birindelli, in merito alla pubblicazione del decreto di promulgazione del Calendario Venatorio 2011-2012. Un atto che coniuga le esigenze delle associazioni dei cacciatori laziali con quelle relative alla tutela ed al rispetto dell’ambiente e della fauna locale”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

“Il programma appena definito – ha continuato Abbruzzese – darà la possibilità ai tanti appassionati dell’attività venatoria di poter praticare la caccia dal 18 settembre fino al 30 gennaio del prossimo anno nel rispetto, secondo quanto stabilito dal Decreto a firma della presidente Polverini, del naturale ciclo di riproduzione delle diverse specie.

Si tratta di un’ulteriore conferma della volontà del governo regionale di mantenere gli impegni presi con i circa 60mila cacciatori del Lazio, di cui 10mila residenti nella sola provincia di Frosinone.

La presidente Polverini e l’assessore Birindelli hanno dimostrato di accogliere, per tempo, le richieste del mondo venatorio e si sono spese in prima persona con le associazioni per individuare la formula più opportuna per dare il via libera al calendario venatorio regionale. Un documento particolarmente significativo per la nostra Regione – ha concluso Abbruzzese – che in questo modo può fruire di un regolamento indispensabile per armonizzare le esigenze di chi pratica l’attività venatoria con quelle della conservazione delle specie”.