Coldiretti Latina, bene lo stanziamento nell’assestamento di 4 milioni per l’emergenza kiwi

8 agosto 2011 0 Di admin

Contro la batteriosi del kiwi sono stati stanziati anche gli ulteriori 4 milioni di euro che Coldiretti aveva richiesto pubblicamente durante il convegno dello scorso 27 giugno tenutosi proprio nel capoluogo. “Proprio così – esordisce il neo presidente di Coldiretti Latina, Carlo Crocetti – grazie alla Regione, nell’assestamento, sono stati inseriti, così come aveva garantito l’assessore Angela Birindelli, gli ulteriori fondi per tentare di arginare una crisi profonda che mette a rischio una delle nostre eccellenze. Il Kiwi nel Lazio rappresenta un primato da tutelare, anche per questo durante il convegno di fine giugno avevamo salutato con soddisfazione l’impegno della Birindelli che ora, dopo l’approvazione dell’assestamento del bilancio, è diventato realtà”. Coldiretti aveva sottolineato con un appello chiaro e determinato del direttore Saverio Viola “Ora i soldi” l’urgenza di passare dai dichiarati ai fatti e quindi la notizia dell’ulteriore stanziamento trova consenso nella struttura di via Don Minzioni. “Il comparto del kiwi – ricorda Viola – rappresenta l’unico primato a livello nazionale della regione Lazio raggiungendo livelli produttivi pari ad oltre il 24% dell’intera produzione mondiale. (Oltre 10.000 ettari coltivati, circa 150.000 tonnellate prodotte nel Lazio; 12.000 le aziende presenti per un totale di oltre 40.000 persone impiegate). Intanto Coldiretti è a disposizione di tutti gli interessati per presentare le richieste di contributo in scadenza il 27 agosto 2011, in relazione alla già attiva procedure regionale. “I provvedimenti, spiega ancora Viola, si sostanziano nella concessione di contributi a fondo perduto per l’estirpazione e/o capitozzatura delle piante colpite per le aziende con sede nei comuni di Aprilia, Cisterna, Cori, Latina, Sermoneta, Sezze, Sabaudia e Terracina.Anche nelle nostre sedi periferiche, oltre che a Latina, si possono fare le domande che necessitano di alcuni requisiti tra i quali il possesso della partita IVA, iscrizione alla Camera di Commercio, versamenti previdenziali INPS regolari”. Il periodo riconosciuto per gli interventi di estirpazione o capitozzatura parte dal 1 Gennaio 2010 ed arriva fino al trentesimo giorno dalla pubblicazione del relativo bando, termine ultimo per la presentazione della domanda. Ai contributi già stanziati, e a questi 4 milioni previsti nell’assestamento regionale, ora si dovrà aggiungere un’azione del Governo per far fronte alle risorse necessarie per il contenimento e per la eradicazione della fitopatia oltre che per una concreta azione che possa rilanciare il settore messo a dura prova da questa gravissima emergenza”.