Controlli sul Pescara Jet, la “porta” della Croazia

5 agosto 2011 0 Di redazione

A partire dal 30 luglio scorso la costa teatina è collegata con la Croazia, infatti, quest’anno, la Compagnia marittima SNAV ha ritenuto più che idoneo lo scalo portuale di Ortona ove farà il suo approdo il catamarano “Pescara Jet” che eseguirà giornalmente i collegamenti passaggeri ed autoveicoli da e per le Croazia.
La Guardia di Finanza di Chieti, di concerto con la Sezione Operativa Territoriale dell’Agenzia delle Dogane di Ortona, intensificheranno i controlli nei confronti dei passeggeri che “attraverseranno” gli spazi doganali dello scalo portuale teatino.
I controlli doganali – tesi, innanzitutto, a prevenire e reprimere violazioni di carattere doganale e valutario, oltre a rendere più efficace la sicurezza e la compatibilità ambientale dei prodotti, combattere il traffico di specie protette e di sostanze illecite vengono effettuati diuturnamente, anche con l’ausilio di unità cinofile antidroga.
La motonave “Pescara Jet” può accogliere a bordo sino a 600 passeggeri e circa 100 veicoli; sino ad oggi i controlli hanno riguardato oltre 3500 passeggeri e 500 autoveicoli.