Esodo estivo, al via il week-end con i maggiori flussi di traffico dell’anno

5 agosto 2011 0 Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che di fatto è già iniziata la seconda e principale fase delle partenze degli italiani per le localita’ di villeggiatura.
Come negli ultimi anni, anche grazie alla comunicazione dei “bollini neri”, la rete di Autostrade per l’Italia sta registrando maggiore fluidità nei
giorni di punta e una distribuzione delle partenze che interessa giorni feriali e orari notturni.
Cio’ nonostante le previsioni per questo w.e. restano da “bollino nero” per la mattinata e primo pomeriggio di domani, sabato 6 agosto e da “bollino
rosso” per il pomeriggio e la serata di oggi.
Con la chiusura di gran parte delle attività lavorative, le città si svuoteranno e gli spostamenti saranno di lunga percorrenza nella direttrice
nord-sud.
Il traffico sarà agevolato dallo stop dei Mezzi pesanti che non potranno viaggiare dalle ore 16:00 di oggi alle 23:00 di domani sabato 6 agosto, mentre domenica dalle 7:00 alle 24:00.
Come di consueto, le autostrade più trafficate saranno l’Autosole (da Milano a Napoli), l’A14 Adriatica (in direzione Ancona), i tratti liguri,
verso le riviere di Ponente e Levante, l’A4 in direzione Venezia. Flussi elevati anche sull’A3 Napoli-Salerno e sull’A30 Caserta –Salerno verso la
Calabria. Traffico intenso, infine, ai valichi di frontiera con Slovenia, Francia, Svizzera ed Austria, sia in uscita dall’Italia che in entrata per
l’arrivo di numerosi turisti stranieri.
Autostrade per l’Italia invita gli automobilisti ad informarsi sulle condizioni del traffico prima di mettersi in viaggio e ricorda la
possibilità di chiamare il Call Center Viabilità (840-04.21.21) o il numero verde del CCISS 1518. Aggiornamenti sulle condizioni di viabilità sulla
rete sono presenti anche sul sito internet www.autostrade.it. Durante il viaggio informazioni real time sul traffico vengono riportate sui pannelli
a messaggio variabile e dai notiziari Isoradio 103.3 FM, RTL 102.5, Onda Verde RAI. Autostrade per l’Italia ricorda inoltre ai conducenti di
rispettare i limiti di velocità e di mantenere le distanze di sicurezza dal veicolo che precede.