Guida in stato di ebbrezza, denunciati due giovani a cui è anche stata ritirata la patente

23 agosto 2011 0 Di admin

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, in occasione del periodo estivo, ha intensificato ulteriormente, oltre all’attività di controllo economico del territorio, anche i controlli su mezzi pesanti e leggeri, al fine di verificare il corretto rispetto della normativa inerente al codice della strada.

Lo scopo dei servizi è stato quello di tutelare la sicurezza e l’incolumità di tutti i cittadini da possibili guide in stato di ebbrezza, soprattutto a causa di un uso improprio e spropositato di prodotti alcoolici, in particolar modo da parte dei giovani nelle notti tra il sabato e la domenica.

Due distinti interventi, condotti dai Finanzieri della Compagnia di Caserta, hanno impedito che spregiudicati comportamenti del sabato sera potessero sfociare in tristi eventi. Le Fiamme Gialle hanno sottoposto a controllo decine di autoveicoli ed i rispettivi conducenti, riscontrando su due soggetti, M.M. di Macerata Campania, di anni 19 e S.M. di Caserta, di anni 30, il primo alla guida di un BMW ed il secondo di una Smart che tra l’altro viaggiava in senso contrario a quello di marcia nella strada ove è ubicata la Caserma del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, sita in pieno centro del capoluogo cittadino.

Durante gli accertamenti, le Fiamme Gialle si sono subito rese conto dei sintomi di sbandamento e dell’utilizzo di parole senza senso da parte dei giovani, che sono stati sottoposti ad esami alcolemici. In entrambi i casi gli esami hanno riportato i valori 4 volte superiori a quello previsto dall’art. 186 del Codice della Strada.

I due soggetti sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere, ed inoltre agli stessi è stata ritirata la patente di guida.

L’intensificazione del controllo economico del territorio rappresenta un’ulteriore riprova dell’attività svolta quotidianamente dalla Guardia di Finanza di Caserta a tutela della legalità, della salute e dell’incolumità dei cittadini.