I “picconatori” dell’Autostrada condannati a 6 anni di carcere

4 agosto 2011 0 Di redazione

Erano l’incubo della società autostrade; avevano svuotato e distrutto, a colpi di piccone e mazze ferrate, le casse continue degli sportelli autostradali di mezza costa adriatica, dalle Marche fin giù in Puglia. Ieir, grazie alla polizia stradale di Lanciano e a una sentenza del tribunale frentano, tre pugliesi sono stati condannati a una pena detentiva compresa tra i quattro e i sei anni. Si tratta di una banda di malviventi che assaltavano le casse continue degli sportelli automatizzati per rubare i pagamenti dei pedaggi. Gli uomini della polizia stradale di Lanciano li arrestarono la sera del 2 maggio nel corso di un blitz al casello di Val di Sangro. Per evitare di essere colpito un agente fu costretto a sparare ferendo un malvivente ad un piede. Questa mattina, con il rito abbreviato, Nicola Testino, 49 anni, e Matteo Dimichino 45 anni sono stati condannati a sei anni di reclusione e al pagamento di una multa di 1.800 euro. Matteo Avello, 41 anni, invece, è stato condannato a 4 anni e al pagamento di una multa di 1.200 euro. Tutti gli imputati di Cerignola (Fg), quindi, restano in carcere.
Nella foto uno egli strumenti utilizzati nei colpi