Icbi e Inps siglano l’accordo per l’erogazione dei voucher lavoro occasionale accessorio

1 agosto 2011 0 Di admin

ICBPI, Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane e INPS, Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, hanno siglato una convenzione per l’erogazione dei Voucher Lavoro Occasionale Accessorio, attraverso il canale bancario nazionale.

I voucher, o buoni lavoro, vengono utilizzati per pagare le prestazioni di lavoro occasionale di tipo accessorio, tipologia di lavoro flessibile prevista dal D. Lgs. n. 276/2003, che regola i lavori occasionali e saltuari. La diffusione dei voucher determina vantaggi sia per i datori di lavoro sia per i lavoratori, che potranno operare nella completa legalità. I voucher, oltre al contributo INPS, garantiscono anche la copertura INAIL, tradizionalmente esclusiva del lavoro non occasionale, senza oneri di gestione burocratica e contabile da parte del datore di lavoro.

L’INPS ha attivato nel tempo varie procedure per la distribuzione dei buoni lavoro: i voucher possono essere acquistati in modalità cartacea presso le Sedi INPS territoriali e presso i tabaccai abilitati, oppure con modalità telematica, accedendo al sito www.inps.it.

Banca Popolare di Sondrio (BPS) e Banca Popolare Emilia Romagna (BPER) saranno i primi istituti di credito ad offrire il servizio. BPS, a partire da oggi, metterà a disposizione l’intera rete di 296 sportelli. BPER, a partire da settembre, inizierà con gli 83 che incidono sul territorio delle provincie di Bologna, Modena e, nei tre mesi successivi, estenderà il servizio all’intera rete di 382 sportelli.

L’utilizzo del canale bancario nell’erogazione dei voucher permetterà una gestione dell’emissione dei voucher e dei pagamenti dei compensi sicura e rapida, nonché la possibilità di beneficiare delle sinergie con i prodotti e servizi più tradizionali. Il datore di lavoro, infatti, dopo aver acquistato i voucher presso uno degli sportelli delle banche, dovrà attivarli tramite i canali messi a disposizione dall’INPS, dichiarando l’inizio della prestazione occasionale da parte del lavoratore, che, a sua volta, potrà farsi monetizzare il voucher in una qualsiasi banca dello stesso circuito.

“Si amplia la rete distributiva dei buoni lavoro e questo è un fatto positivo – commenta il presidente dell’INPS, Antonio Mastrapasqua – oltre alle nostre sedi e alla rete delle tabaccherie aderenti alla FIT, oggi anche il circuito bancario offre i suoi sportelli per acquistare e per incassare i voucher. Gli ottimi risultati ottenuti in questi primi tre anni di utilizzo di questo servizio potranno moltiplicarsi per garantire sempre più il contrasto al lavoro nero e sommerso e per assicurare anche i lavoratori che svolgono attività occasionali, sul fronte previdenziale e assistenziale”.

“L’accordo con INPS rafforza l’impegno di ICBPI, quale interlocutore primario verso le più importanti istituzioni del Paese ed è coerente con il ruolo che da sempre ricopre, nel fornire efficienza e innovazione ai clienti che, con il proprio modello territoriale, sostengono lo sviluppo delle realtà locali ”, ha dichiarato Giovanni De Censi, Presidente ICBPI. “Abbiamo da subito compreso l’importanza del progetto dell’INPS, consapevoli che rappresenti un ulteriore passo avanti, a favore della regolamentazione del mercato del lavoro, e uno strumento in grado di incentivare l’imprenditorialità e la competitività del tessuto produttivo.”

ICBPI, nell’ambito dell’accordo e per le proprie competenze nel settore dei pagamenti, ricoprirà il ruolo di intermediario, con il mandato di convenzionare gli Istituti di Credito interessati ad aderire al progetto. Gestirà i flussi informativi, dispositivi e contabili tra banche ed INPS.

Importanti i numeri attesi dall’accordo, in prospettiva: circa 10.000 sportelli.