Incendi boschivi, canadair ed elicotteri in azione su 58 roghi

27 agosto 2011 0 Di admin

Picco di richieste di intervento per la Flotta Aerea dello Stato, che è stata chiamata oggi a intervenire a supporto delle squadre di terra su 58 incendi boschivi, di cui sono 36 finora quelli spenti o sotto controllo. Da questa mattina, i Canadair e gli elicotteri coordinati dal Servizio di Coordinamento Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale sono intervenuti praticamente su tutte le regioni centro-meridionali del Paese per contrastare i numerosi roghi il cui propagarsi è stato favorito da un rinforzo dei venti che ha interessato le regioni del versante di Ponente.
Il maggior numero di richieste di intervento è arrivato dalle due isole maggiori: 12 i roghi in Sardegna e 9 in Sicilia, mentre 7 sono le schede arrivate dalla Campania e dalla Calabria. Cinque rispettivamente quelle inviate da Lazio, Abruzzo e Puglia, 4 dalla Basilicata, due dalle Marche e una per ciascuno da Toscana e Umbria.
In questo momento 13 Canadair, 9 aerei Fire Boss, quattro S64 e sette elicotteri appartenenti alla Marina Militare, alla Guardia Costiera e all’Esercito Italiano stanno proseguendo il lavoro sui 22 roghi ancora attivi. I piloti dei velivoli continueranno ad assicurare il lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente sulle fiamme dei roghi ancora attivi finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.
E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.