Melania, Cambia il Gip ma Parolisi resta in carcere

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Liborio ha detto:

    Insomma, qualunque sia il movente verosimile od i moventi più probabili, passionale per Ludovica e/o paura che Melania rivelasse un segreto importante, compromettente Salvatore e la caserma, l’elemento basilare e portante della seconda ordinanza di arresto e detenzione cautelare in carcere di Salvatore, emesso dal GIP di Teramo, poggia sulla responsabilità materiale esclusiva del marito nell’uccisione della moglie, con la possibile eventuale complicità di qualcuno/a solo nella fase di oltraggio e deturpazione del suo cadavere (vilipendio). Per la verità, la motivazione dell’ordine di custodia è fondata su molte prove, per cui il Parolisi risulta davvero spacciato, e se non comincia parlare, ed a dire tutta la verità, qualunque essa sia, sarà condannato inevitabilmente all’ergastolo. Spero che il caporalmaggiore, se non i suoi legali che tanto non rischiano di persona, se ne renda conto, e “canti” nel proprio interesse, se vuol evitare di farsi almeno trent’anni in galera, ed uscire quasi vecchio a sessanta, per cui gli conviene rispondere alla Giustizia senza tentennamenti di sorta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *