Melania, il criminologo Silvestri: “L’offender ha commesso errori”

23 agosto 2011 5 Di redazione

Salvatore Parolisi Caporal Maggiore dell’esercito, ritenuto responsabile secondo la magistratura di avere sferrato 35 coltellate sul corpo della giovane moglie Melania Rea si trova in carcere ed è stato ascoltato oggi dal tribunale del Riesame de L’Aquila. “La lettura di questo efferato crimine – spiega il criminologo Antonino Silvestri – si presenta sempre più complessa sotto il profilo criminologico. L’assassino si è allontanato indisturbato e ha accuratamente depistato la scena criminis. Nella zona che confina con la scena del crimine ovvero la crime zone, PARE che l’offender abbia commesso degli errori. Le 10 coltellate ritrovate sulla parete della cascina in legno a poca distanza dove giaceva il cadavere della giovane donna, PRESENTANO dei tagli CHE molto probabilmente potrebbero stabilire la presunta altezza e il peso dell’offender. L’apparente assenza di un movente, la serialità la ripetizione accompagnata alla mostruosità, inducono ancor di più ad ipotizzare che si tratti di un omicidio seriale. Cresce comunque l’attesa di cosa dira’ Salvatore Parolisi lunedì ai magistrati.