Melania, le “Colpe” di Parolisi alla terza prova di tenuta

9 agosto 2011 0 Di redazione

Saranno passati quattro mesi dall’omicidio di Melania Rea quando, dopo Ferragosto, il tribunale del riesame di L’aquila, fisserà la data dell’udienza per discutere l’istanza di scarcerazione presentata dai legali di Salvatore Parolisi, il marito della donna di Somma Vesuviana trovata morta il 20 aprile nel bosco di Ripe di Civitella dopo che il coniuge ne aveva denunciato la scomparsa nel parco di San Marco ad Ascoli. Sarà quella la sede per una nuova prova di tenuta del castello accusatorio formulato prima dalla procura di Ascoli e sostenuta dal gip dello stesso tribunale, poi dalla procura teramana, in seguito al passaggio delle carte per competenza, e accolta da un altro Gip, quello di Teramo Appunto, che ne ha confermato l’esigenza della misura cautelare in carcere di Teramo. Insomma la pista è tracciata e gli investigatori ritengono di aver trovato il colpevole.
Ermanno Amedei
Foto Alberto Ceccon