Rapina uno stabilimento balneare mentre è agli arresti domiciliari, (ri)arrestato 41enne

16 agosto 2011 4 Di redazione

Rapina il proprietario di uno stabilimento balneare mentre è agli arresti domiciliari. È accaduto questa notte a Francavilla quando i carabinieri della Compagnia di Chieti comandata dal capitano Lupieri e coordinata dal tenente Moramarco sono prontamente intervenuti presso uno stabilimento balneare dove era stata segnalata un’aggressione e sul posto hanno però verificato che poco prima si era consumata una rapina. Infatti, due uomini a bordo di una moto, avevano cercato di sottrarre l’incasso della giornata al titolare che si è rifiutato consegnando loro solo pochi spiccioli. I malviventi hanno allora aggredito l’uomo strappandogli il borsello dove pensavano vi fossero i soldi e si sono
dati alla fuga. La descrizione fornita dalla vittima ha messo i carabinieri della stazione di Francavilla sulle tracce dei rapinatori che sono stati intercettati nel giro di poco tempo.
In manette sono così finiti, dopo una sfortunata fuga in moto, con l’accusa di rapina aggravata in concorso, Massimiliano Nunziato di 41 anni e Guido Di Roggo di 36 anni, entrambi pregiudicati già noti alle forze dell’ordine per reati contro la persona e il patrimonio.
Per Nunziato è anche scattato l’arresto per evasione dato che l’uomo era già agli arresti domiciliari.
I due, dopo gli accertamenti di rito sono stati associati presso la casa Circondariale di Chieti a disposizione della locale magistratura.