Regione Lazio, approvato l’assestamento di bilancio 2011

6 agosto 2011 0 Di admin

Il Consiglio Regionale del Lazio ha approvato la Manovra di Assestamento del Bilancio annuale e pluriennale per l’Esercizio finanziario 2011-2013.
“Abbiamo condotto in porto una manovra complessa che, attraverso misure concrete e rigorose, garantisca la correzione dell’eccessivo disavanzo 2010, il cui ammontare è di quasi 6 miliardi di euro. “Sarà un lavoro difficile ma che, comunque, continueremo a portare avanti con tenacia per la sicurezza dell’economia della nostra Regione e la garanzia dei diritti degli stessi cittadini”. E’ quanto dichiara il consigliere del centro destra Annalisa D’Aguanno.

Tra le azioni da lanciare, Il Vicepresidente della Commissione lavoro e politiche sociali D’Aguanno ha sottolineato come la manovra estiva di oltre 200 milioni di euro abbia un maggior riguardo per la salvaguardia di una serie di servizi essenziali. Primi tra tutti gli interventi in materia di politiche sociali, tesi a promuovere da parte della Regione la realizzazione di centri di accoglienza per stranieri o rifugiati, impossibilitati a provvedere ai mezzi di sostentamento primari. “Non soltanto garantiamo – continua l’esponente del centrodestra – la tutela dell’esercizio dei diritti civili e sociali, ma attuiamo la piena uguaglianza dei cittadini stranieri immigrati”.

“Altre significative misure nel sociale, all’insegna dello sviluppo, sono previste in favore di persone affette da gravi disabilità e delle loro famiglie, attraverso il potenziamento delle prestazioni erogate sul territorio e l’attuazione di progetti speciali finanziati dalla regione, coadiuvata da istituzioni e soggetti privati. Con la nostra proposta di legge sui servizi sociali nel Lazio, in procinto di approvazione in aula, si sta procedendo nella direzione di una riforma strutturale nel settore delle politiche sociali e della famiglia. Riforma che mirerà a promuovere percorsi assistenziali personalizzati e finalizzati ad una piena inclusione sociale, grazie ad una migliore integrazione tra prestazioni sociali e sanitarie”.

“Sul fronte lavoro e formazione – prosegue la D’Aguanno – abbiamo stanziato 6 milioni di euro per il fondo di garanzia per la salvaguardia dei lavoratori coinvolti nelle crisi aziendali, nonché 5 milioni per il fondo di garanzia per l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Si tratta di una risposta concreta all’emergenza occupazionale che dilaga soprattutto nei nostri territori del frusinate. Parliamo, per l’appunto, di interventi di supporto alla ricollocazione e riqualificazione professionale, attraverso specifici progetti, atti a facilitare l’ingresso sul mercato di lavoro di categorie più deboli”.

“La manovra interviene anche a sostegno dei trasporti, favorendo la mobilità dei giovani al di sotto dei 30 anni di età. A tal scopo, la Regione istituisce un fondo per la promozione del trasporto pubblico locale, attraverso agevolazioni tariffarie per i giovani. Ed ancora: è stata prevista la ricapitalizzazione di Cotral S.p.A., a fronte delle perdite accertate dalla nuova gestione commissariale. Un’azione rigorosa e doverosa, finalizzata a salvaguardare un’azienda che vive una drammatica crisi ormai da molti anni”.

Tra gli interventi all’insegna dello sviluppo economico del territorio il consigliere ha accennato allo stanziamento di 5 milioni di euro, per prevenire il rischio di dissesto finanziario, nonché le gravi condizioni di disavanzo di bilancio da parte degli enti locali. “Parliamo di un fondo finalizzato alla concessione di contributi straordinari per il risanamento economio-finanziario dei Comuni, su cui la Regione potrà intervenire solo in situazioni eccezionali. Con il SinfoLazio – il sistema informativo degli investimenti e dei fondi – la Regione Lazio entra nel processo di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di Bilancio delle Regioni, voluto dalla normativa in materia di federalismo fiscale”.

“Uno strumento innovativo, dunque, che si aggiunge al patto di stabilità regionalizzato. A tale proposito, a ciascun Comune e Provincia virtuosi che maggiormente si saranno distinti nell’attuazione del patto di stabilità, verrà concesso un contributo, il cosiddetto premio “Euro d’oro”, da destinare alla realizzazione di un’opera a favore della cittadinanza”.

“Attenzione e volontà di cooperare anche con gli enti locali del nostro territorio”. Così conclude il consigliere regionale. “Ed è proprio in virtù di siffatto spirito di solidarietà che abbiamo previsto una serie d’interventi a sostegno degli enti locali. Al fine di sostenere lo sviluppo economico e sociale delle 5 provincie laziali e per dare un maggior risalto all’immagine del Lazio, sono stati stanziati 10 milioni di euro al “Fondo per la valorizzazione dell’identità territoriale”, finalizzato alla valorizzazione del luogo e al miglioramento delle condizioni di vita della cittadinanza, nel rispetto dell’identità e della vocazione del territorio”.