Rimozioni illegali nel parcheggio dell’ospedale di Cassino, continua il viavai dei carroattrezzi

12 agosto 2011 1 Di redazione

Continuano le rimozioni delle auto parcheggiate nelle aree antistanti l’ospedale civile di Cassino. Eppure, lo stesso vice comandante della polizia municipale, il tenente Giuseppe Acquaro, ha espresso la sua perplessità sulle validità della cartellonistica stradale considerando la mancanza di un protocollo d’intesa tra l’amministrazione comune e la Asl che gestisce l’area. Senza quell’atto, la Asl nel parcheggio può mettere tutta la cartellonistica stradale che vuole, senza però pretendere, a costo di sanzioni o rimozioni, che gli automobilisti la rispettino. Infatti, le forze dell’ordine quali carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia municipale si tengono ben lontani dal rimuovere veicoli in maniera coatta ameno che essi non ostruiscano il sicuro transito delle ambulanze. Le multe e le richieste dei carrattrezzi, vengono fatti dai vigilantes a quanto pare “sensibilizzati” dallo stesso management Asl così come riferito da uno di essi ad una automobilista a cui è stata “sottratta” la vettura. “Due giorni fa mi hanno portato via l’auto parcheggita davanti l’ospedale – scrive in un commento la lettrice – ho parlato con una Guardia dell’ospedale ed un addetto del servizio ambulanze i quali mi hanno riferito di avere ordine tassativo di far rimuovere le auto secondo loro” in divieto di sosta “…..è diventata una priorità per lui……mi spiace dirlo ma questa nuova struttura e la dirigenza non sono assolutamente adeguati a soddisfare le esigenze dei cittadini. Per quanto mi riguarda è stato + grande il disagio di doverla recuperare che la spesa …… è passata….. ma resta il fatto che il modo di dirigere questo ospedale è diventato un grande problema per chi deve usufruire dei servizi che “offre””