Individuato un deposito di droga: sequestrati 4kg di eroina e 2kg di marijuana

10 agosto 2011 0 Di admin

Le fiamme gialle erano da tempo sulle tracce di un trafficante ed erano certi che J. O. avesse a disposizione un ingente quantitativo di droga.
Per circa una settimana i finanzieri hanno pedinato costantemente il cittadino extracomunitario, notando che questi si recava frequentemente presso un abitazione sita in Montesilvano, che dai riscontri eseguiti non era risultato essere il suo domicilio.
L’ipotesi che l’appartamento sopra menzionato fosse utilizzato come deposito dello stupefacente è diventato certezza.
A questo punto, gli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria hanno deciso, nella mattinata di ieri, di eseguire un controllo del sospettato.
Dopo aver atteso alcune ore nei pressi dell’abitazione in trattazione, i finanzieri hanno notato J. O. uscire con fare circospetto ed allontanarsi frettolosamente a piedi in direzione della statale 16 di Montesilvano (PE).
La pattuglia appostata ha deciso quindi di controllare il ragazzo ed al momento del fermo J. O. si mostrava nervoso e cercava insistentemente di celare qualcosa sotto la maglietta.
Preso con le mani nel sacco, l’albanese non ha poteva far altro che mostrare due panetti contenenti eroina per un peso complessivo di circa mezzo chilo.
I militari quindi hanno fatto irruzione all’interno dell’appartamento individuato e la successiva perquisizione ha permesso di rivenire ulteriori tre chili e mezzo di eroina suddivisa in 4 panetti nonché oltre due chili di marijuana racchiusi all’interno di ulteriori 4 panetti abilmente confezionati sottovuoto.
Ma le sorprese non sono finite li, infatti nel corso della perquisizione, le fiamme gialle hanno rinvenuto anche una pistola calibro 25 con caricatore inserito e rifornito di nr. 2 proiettili nonché un pugnale avente tredici centimetri di lama.
L’albanese veniva pertanto tratto in arresto ed associato presso il carcere di Pescara a disposizione per l’interrogatorio del Sostituto Procuratore Dott.sa Annarita MANTINI.
Le indagini proseguono al fine di individuare i canali di approvvigionamento della droga sequestrata.
Secondo il valore di mercato la droga avrebbe potuto fruttare all’incirca oltre 170 mila euro.

Dall’inizio dell’anno ad oggi, gli uomini del Comando Provinciale di Chieti, hanno posto a sequestro complessivamente oltre 3,5 Kg. di hashish e marijuana, 7 Kg. di eroina, svariate dosi di cocaina e pasticche di ecstasy, denunciate 12 persone di cui 5 in stato di arresto, segnalate alla locale Prefettura 11 persone risultate consumatrici abituali.