Giorno: 3 settembre 2011

3 settembre 2011 0

Borseggiattori al mercato “pizzicati” con 2600 euro, denunciati

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Cassino, in occasione del mercato settimanale, sono stati intensificati i controlli sul territorio per prevenire e reprimere reati, in particolar modo quelli predatori. Nell’ambito di tale attività, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà L.C. 22 enne ed L.C. 21 enne, entrambi di nazionalità Rumena, senza fissa dimora, perché responsabili di furto aggravato. I prevenuti, durante un controllo dei Militari operanti, sono stati trovati in possesso di un borsello contenente la somma di euro 2.600,00, documenti ed effetti personali, asportati ad un 58 enne del posto e ad altre vittime ancora da identificare. Parte della refurtiva, ammontante ad euro 320,00 è stata restituita al legittimo proprietario.

3 settembre 2011 0

Coppia appartata in auto rapinata da due malviventi, indagano i carabinieri

Di redazione

Erano appartati nella loro auto quando sono stati avvicinati da due malviventi che, armati di pistola e con il volto travisato, li hanno rapinato. E’ accaduto la scorsa notte a Frosinone ad una coppia composta da una 28enne di Arnara e un 29enne di Marino. I due giovani si trovavano a bordo della propria autovettura, e i rapinatori hanno costretto le giovani vittime a consegnare i portafogli contenenti la somma contante di 70 euro circa, due cellulari e carta bancomat., dileguandosi subito dopo. Sono in corso indagini serrate da parte del Comando Compagnia di Frosinone per addivenire all’identificazione e cattura dei malviventi.

3 settembre 2011 0

Maltempo, in arrivo temporali al nord e sulla Sardegna

Di admin

Il transito di una perturbazione di origine atlantica apporterà un peggioramento delle condizioni meteorologiche, in particolare sulla Sardegna e sulle regioni settentrionali del nostro Paese.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede dalla serata di oggi, sabato 3 settembre, precipitazioni a carattere di rovescio o temporale anche di forte intensità dapprima sulla Sardegna e sui settori nord-occidentali e in rapida estensione verso i settori nord-orientali.

Le precipitazioni saranno più frequenti sulle zone alpine e prealpine e saranno accompagnate da grandinate, raffiche di vento e attività elettrica.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

3 settembre 2011 1

Operazione Ganja Green, piantagione di marijuana sequestrata dalle Fiamme Gialle

Di admin

Gli uomini della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi hanno, nelle ultime ore, portato a termine il sequestro di una piantagione di marijuana costituita da piante di notevoli dimensioni messe a coltura di un fondo dislocato lungo il fossato di scolo delle acque sito in località Fontanelle nel comune di Torre Cajetani. Alcune delle piante erano state individuate dai militari operanti nel corso di attività di iniziativa di controllo del territorio. Subito sono scattate le perlustrazioni e i sopralluoghi di tutto il bacino di scolo che hanno portato alla individuazione di un’intera piantagione di marjiuana dal peso complessivo di circa 35 kilogrammi. Le piante erano state coltivate a gruppi ed inoltre erano state piegate e legate con dello spago al suolo in modo da assicurare la loro completa crescita mimetizzandosi nella fitta vegetazione. Infatti, una volta estirpate dal suolo e tagliato lo spago, le piante hanno raggiunto una estensione di circa 3 metri. Trovandosi poi nei pressi di uno scolo acquifero queste hanno potuto crescere senza una cura eccessiva e meticolosa, circostanza che ha permesso ai coltivatori di non recarsi sul sito per diverso tempo.

La piantagione sequestrata, dopo l’essicazione avrebbe permesso la messa in commercio di almeno 2 kilogrammi di marijuana, corrispondenti a circa 2000 dosi che avrebbero alimentato il traffico locale di stupefacenti. L’operazione Ganja Green condotta dai militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi si inserisce in un contesto più ampio di controllo del territorio della Provincia di Frosinone predisposto dal Comando Provinciale, basti pensare che è il terzo sequestro di piante di marijuana effettuate dalla fiamme gialle ciociare negli ultimi giorni. La sostanza stupefacente, dopo le analisi di rito, sarà destinata al macero a cura degli Enti a ciò preposti.

3 settembre 2011 0

Emergenza umanitaria, dai gma supporto ai soggetti attuatori

Di admin

I Gruppi di Monitoraggio e assistenza, istituiti con decreto del 27 luglio del Commissario delegato per l’emergenza immigrazione dal Nord Africa – Capo Dipartimento della Protezione civile, e che dalla scorsa settimana hanno iniziato a operare nelle diverse regioni d’Italia, sono stati pensati e voluti dallo stesso Commissario per supportare i Soggetti attuatori nell’impegnativo compito dell’accoglienza ai migranti, per verificare il rispetto degli standard minimi di assistenza e l’omogeneità del trattamento sul territorio.

Il Gma, composto dai rappresentanti del Dipartimento della Protezione civile, del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno, della Conferenza delle Regioni, dell’Unione delle Province Italiane, dell’Associazione nazionale dei comuni italiani, dell’Unhcr, dell’Iom (International Organization for Migrations) e da Save The Children per l’aspetto legato ai minori, ha come missione quella di analizzare l’organizzazione realizzata a livello regionale e le condizioni dell’accoglienza diffusa sul territorio, non certo quella di giudicare superficialmente il lavoro fin qui svolto.

Le informazioni raccolte dal Gma sono utilizzate per supportare i soggetti attuatori e consentire, nel caso di necessità, il miglioramento degli standard previsti. L’obiettivo dei membri di tali gruppi di monitoraggio, dunque, non è esprimere giudizi, positivi o negativi che siano, al termine delle loro visite o definire una classifica dei migliori e dei peggiori Soggetti attuatori, ma piuttosto contribuire a un’uniformità del livello di accoglienza tra tutte le strutture nel solo interesse dei migranti ospitati.

3 settembre 2011 1

L’Ater di Frosinone per l’edilizia residenziale sceglie le energie alternative. A Piedimonte i primi alloggi dotati di impianti fotovoltaici

Di redazionecassino1

L’Ater di Frosinone sceglie la strada delle energie rinnovabili e del recupero economico. L’ Energia pulita e il risparmio ambientale da ieri fanno parte anche delle case di edilizia residenziale pubblica. L’Ater della provincia di Frosinone ha, infatti, installato ed attivato i primi tre impianti di pannelli fotovoltaici. Le nuove tecnologie sono state realizzate nelle abitazioni di Piedimonte San Germano, in viale Tiziano. Ogni corpo di fabbrica possiede un proprio impianto capace di produrre circa 5 kwp. Queste tecnologie sono in grado di coprire i costi di energia per le parti comuni, per gli impianti di ascensore, i vani scala, l’illuminazione di piloty e le parti esterne (parcheggi, giardini, ecc). Ciò comporterà il conseguimento di due importanti risultati: 1) un risparmio notevole in bolletta per gli inquilini Ater; 2) un’entrata all’Azienda per la durata di 20 anni. I pannelli fotovoltaici di ultima generazione sono stati installati sui terrazzi delle abitazioni appena ristrutturate e andranno ad ottimizzare la gestione energetica all’interno dei palazzi. Va ricordato che questo tipo di investimento è stato eseguito interamente dall’Ater con alcuni fondi di riserva appositamente investiti a tale scopo. Oltre al comune di Piedimonte San Gemano sono stati già montati e presto saranno attivati ulteriori tre impianti fotovoltaici anche per le nuove abitazioni del quartiere Di Vittorio di Ceccano. Anche in questo caso si prevedono risparmi energetici per le 48 famiglie che vi risiedono ed un’entrata ventennale per le casse Ater.  “L’azienda – spiega il Commissario Ater, Enzo Di Stefano – è molto attiva in questo ambito e ha già inoltrato una richiesta fondi per investire nell’energia pulita e dotare le abitazioni da noi gestite di una tecnologia d’avanguardia in grado di produrre energia pulita e di contribuire al risparmio delle famiglie che vi risiedono. In tempo di crisi economica un risparmio, seppur da suddividere con gli altri inquilini, rappresenta un piccolo ma importante contributo per le famiglie. E’ volontà dell’Azienda di proseguire sulla strada appena intrapresa ed investire su questo settore. Le abitazioni Ater devono costituire un esempio sia per la tipologia delle nuove costruzioni in termini di progettualità e di materiali utilizzati, sia per gli investimenti destinati ad incentivare l’utilizzo di tecnologie pulite. In futuro, quindi, si investirà sempre più in termini di qualità e nelle tecnologie volte al rispetto dell’ambiente e al risparmio energetico”.

3 settembre 2011 0

La Questura del Capoluogo aderisce al progetto ‘Radio radio Doppiavela21’, il famoso canale radio usato dalle Volanti

Di redazionecassino1

I poliziotti di Frosinone su Radio Radio canale “Doppiavela 21”. Anche la Questura di Frosinone, infatti, aderisce al progetto della nota trasmissione radiofonica  Il famoso “canale radio” utilizzato per anni dalle Volanti della Questura di Roma dislocate su tutto il territorio per comunicare con la sala operativa denominato “Doppiavela 21” diventa oggi un programma radiofonico della rete Rado Radio. La notte scorsa dalle ore 23.30 alle ore 03.00, per la prima volta nella provincia, in diretta con la nota trasmissione sono state rese pubbliche le conversazioni via radio. I cittadini comodamente seduti in poltrona o normalmente impegnati in attività lavorative, hanno partecipato seguendo in diretta le normali operazioni svolte durante il servizio notturno dai poliziotti. I radioascoltatori “hanno potuto partecipare” agli interventi delle Volanti e della Polizia Stradale, ai posti di blocco con relativi accertamenti su veicoli e persone,  alle compilazioni di verbali per contravventori al codice della strada, alle verifiche a locali pubblici, ai controlli a persone sottoposte ai vari obblighi personali e arresti domiciliari, nel rispetto della privacy delle persone. Anche in questa iniziativa la Polizia di Stato sostiene l’importanza del concetto di legalità e di prossimità. Sempre più vicini alla gente, sempre più predisposti ad un contatto diretto con il cittadino che, con questa iniziativa è coinvolto a tal punto da essere portato direttamente nella Sala Operativa.

3 settembre 2011 0

Inchiesta “caro carburanti”, i Giudici di Lecce aprono indagine

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Dopo la denuncia presentata da Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, il 19 luglio scorso alla procura della Repubblica di Lecce per l’evidente “caro carburanti” nel bel mezzo di quest’estate arriva l’apertura di un fascicolo contro ignoti rubricato al registro generale con n. 4526/11 per il reato di “rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio” di cui all’art. 501 del codice penale. Come è noto, l’aggiotaggio, è un reato disciplinato dal suddetto articolo che stabilisce testualmente: “Chiunque, al fine di turbare il mercato interno dei valori o delle merci, pubblica o altrimenti divulga notizie false, esagerate o tendenziose o adopera altri artifizi atti a cagionare un aumento o una diminuzione del prezzo delle merci, ovvero dei valori ammessi nelle liste di borsa o negoziabili nel pubblico mercato, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da euro 516 a 25.822”. L’iscrizione nel registro delle indagini, pur trattandosi di un atto dovuto, per Giovanni D’Agata lascia sperare che finalmente la magistratura potrà verificare ed eventualmente accertare eventuali anomalie a danno dei consumatori nella formazione dei prezzi di benzina e gasolio. In caso positivo, lo “Sportello dei Diritti” è già pronto a costituirsi parte civile per tutelare le ragioni dei consumatori contro un fenomeno, quello del “caro carburanti” che appare anche ai non addetti del settore assai torbido e di difficile comprensione specie alla luce dei contestuali ribassi a livello internazionale del costo del petrolio a barile.

3 settembre 2011 0

Scempio sul rio Vilneo a Cassino, distrutto l’habitat fluviale per un taglio di alberi sospetto

Di redazione

Uno scempio di fronte al quale i residenti della cooperativa “Casa Mia” a Cassino non riescono a stare zitti e sono scesi instrada per lamentarsi contro gli operai dell’Ardis. Vittima di quello che sembra essere un lavoro fatto male, tale da rovinarne l’alveo è il rio Vilneo che scendendo lungo via Caira, arriva al carcere, passa sotto al ponte di via Sferracavalli e costeggiando via San Pasquale arriva nella zona di viale Europa prima di gettarsi nel fiume Rapido. Da alcuni giorni sulle sponde del corso d’acqua sono al lavoro degli operai per bonificarlo dalla vegetazione. Ai residenti della zona è sembrato quantomeno eccessiva quella pulizia che ha visto interessare anche i rovi, ma soprattutto gli altifusti che, tagliati, hanno prodotto centinaia di quintali di legna da ardere. Pioppi di oltre 30 anni, dal diametro di quasi un metro, in perfetta salute, non hanno retto alle motoseghe che, in alcuni giorni di lavoro, li hanno ridotti in comodi ciocchetti da camino. Inoltre i macchinari trita vegetazione sono stati fatti passare a filo d’acqua distruggendo sia la flora che la fauna fluviale. “In questo tratto di fiume – hanno dichiarato alcuni residenti che hanno allertato il nostro giornale – c’erano trote ed anche gamberi oltre a nutri gallinelle d’acqua e finanche due aironi che, ovviamente adesso sceglieranno di nidificare altrove”. Er. Amedei

3 settembre 2011 0

Menditto a capo della Procura di Lanciano, “A difesa delle vittime dei reati ripettando i diritti di tutti”

Di redazione

Trasparente, efficace e rispettosa delle regole, cosi Francesco Menditto immagina la Procura della Repubblica di Lanciano nella durata del suo incarico. Il magistrato si è presentato ieri alla stampa e, quindi al territorio, con al fianco il suo sostituto Rosaria Vecchi che ha retto l’incarico in questo periodo di transizione e alla quale ha rivolto parole di vivo apprezzamento per il lavoro svolto. C’erano anche il presidente dell’ordine forense Sandro Sala e il direttore del carcere di Lanciano Massimo Di Rienzo. Cinquatacinque anni, Menditto arriva dal Tribunale di Napoli dove lavorava a stretto contatto con la lotta alla malavita organizzata; si occupava infatti delle misure di prevenzione quali sequestri di beni ai clan. “I cittadini devono sapere che c’è un presidio di giustizia e che tutti vengono trattati allo stesso modo”, ha detto il nuovo capo della procura che è stato, tra l’altro, anche membro del Csm dal 2002 al 2006. Massima attenzione alle vittime dei reati e alle parti civili come deve essere per una procura, ma anche rispetto per i diritti dei detenuti. A tal proposito, nei giorni scorsi, Menditto ha visitato il super Carcere di Villa Stanazzo. “Una struttura che nonostante la crisi è mantenuta molto bene – ha detto – ma in cui si soffre per il sovraffollamento. In una cella di 9 meti quadri vivono in tre e quello che dorme nel lettino più alto del letto a castello ha 57 centimetri di aria che lo separano dal soffitto”. Seppure infiltrazioni di organizzazioni malavitose sono state opportunamente arginate, ha detto ancora il capo della procura, la guardia deve restare alta perché “i territori in cui si può riciclare soldi o si possono fare affari sono spesso presi di mira dalle organizzazioni criminali. La forza, però, resta questo tessuto sociale sano”.