Giorno: 5 settembre 2011

5 settembre 2011 0

Salvato un capriolo vittima di un incidente

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un capriolo, questa mattina, è stato investito da un’auto in via Carpine a Sora, nella zona di Romana Selva. Soccorso dalla Polizia Municipale, che è stata subito allertata anche per la constatazione dell’incidente stradale, il capriolo è stato rifocillato, medicato e poco dopo ha mostrato incoraggianti segni di ripresa. Quando è giunta la Polizia Provinciale a prelevare l’animale per trasportarlo urgentemente presso il centro veterinario di Fogliano, questi è apparso infatti in buone condizioni malgrado la ferita, per la soddisfazione dei suoi soccorritori. Il capriolo, per l’esattezza un esemplare adulto di sesso femminile, sarà curato e poi rimesso in libertà sulle stesse montagne dove aveva dimora.

“Purtroppo – commenta il Comandante della Polizia Provinciale, Massimo Belli – non è il solo animale selvatico che è sceso a valle in questi giorni. Molte sono state le segnalazioni. La causa dello spaesamento di questa selvaggina è la pratica incivile e direi criminale degli incendi che stanno devastando le nostre montagne per centinaia di ettari. Questi incendi sono in massima parte di origine dolosa. Una devastazione che non è solo disastrosa per la flora ma anche per tutta la fauna che in quelle zone ha la sua dimora e che, in buona parte, non tornerà mai più nei nostri boschi perché tende e spostarsi altrove”. “Gli fa eco il Consigliere provinciale Bracaglia che fino ad ora si è occupato della Polizia Provinciale in quanto delegato del Presidente: “L’opera della nostra Polizia nella salvaguardia dell’ambiente e l’abnegazione con la quale sta curando la protezione della nostra fauna selvatica è veramente encomiabile. Purtroppo occorrerà concentrarsi, soprattutto in vista della prossima stagione, per far fronte alla pratica degli incendiari che con gesti vili e dannosissimi arrecano danni incalcolabili al nostro ambiente. Questa gente deve essere assicurata alla giustizia e punita con la severità che merita”.

5 settembre 2011 0

Sciopero della Cgil, aderiscono i consiglieri di maggioranza del comune di Cassino

Di admin

I Consiglieri di maggioranza del Comune di Cassino aderiscono allo sciopero indetto dalla CGIL, contro l’ennesima manovra finanziaria, condividendone integralmente le motivazioni.

In gioco c’è il futuro del Paese – dichiara il capogruppo dei Democratici Francesco Carlino – e l’unica cosa evidente che emerge dall’operato di questo governo è l’accanimento nei confronti di tutto ciò che in Italia è pubblico (a partire dal lavoro) e che rappresenta il sistema di regole su cui si basa l’unità del Paese, in una manovra senza precedenti con conseguenze drastiche che vanno a colpire sempre le solite categorie e vede ancora una volta danneggiati gli enti locali.

Se non cambia l’orientamento politico del governo – sottolinea il capogruppo di SEL Gino Ranaldi – e si continua a procedere in questa direzione, si mette a rischio l’erogazione di servizi essenziali. Tagliare i fondi destinati agli enti locali, vuol dire colpire direttamente il cittadino rischiando di non garantire i servizi che i Comuni erogano ogni giorno a persone e famiglie: scuole, assistenza, asili, trasporti, pulizia delle città.

Condividiamo in pieno – aggiunge il capogruppo della FdS Vincenzo Durante – la base di un primo corpo di emendamenti preparato dalla Presidenza Nazionale dell’Anci, con i quali si chiede a gran voce che alla manovra vengano apportate modifiche significative, tali da non renderla compressiva e soffocante per le finanze dei Comuni italiani. Per non parlare poi dell’attacco al mondo del lavoro, come per esempio l’inserimento nella finanziaria dell’abolizione dell’art. 18.

Spiace constatare – conclude il consigliere IdV Rosario Iemma – che con questa manovra, a pagare, siano proprio i lavoratori dipendenti del P.I. che vedono imporsi il famigerato contributo di solidarietà. Invece un forte contributo andrebbe richiesto a chi ha usufruito di condizioni vantaggiose per il condono fiscale sui depositi all’estero che unitamente ad una politica di dismissioni del patrimonio statale e di recupero dell’evasione fiscale potrebbe garantire alle casse dello Stato risorse rilevanti.

Devono essere eliminati dal decreto i tagli e consentire agli Enti Locali una maggiore disponibilità di risorse attraverso la rivalutazione degli estimi catastali, una migliore compartecipazione all’Irpef e all’Iva, una diversa modalità del sistema tariffario dei rifiuti e una revisione del Patto di Stabilità.

Per tutte queste ragioni i consiglieri di maggioranza del Comune di Cassino ritengono di dover esprimere, attraverso l’adesione allo sciopero, il proprio dissenso a questa manovra finanziaria e la vicinanza a tutte quelle categorie penalizzate da questo governo.

5 settembre 2011 0

Incendi boschivi, flotta aerea dello stato in azione su 23 roghi

Di admin

Sono 23 gli incendi che dalle prime luci dell’alba di stamane hanno richiesto l’intervento di canadair ed elicotteri della Flotta aerea anti-incendio boschivo. Il maggior numero di richieste di intervento a supporto delle squadre di terra è pervenuto al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale dalla Regione Campania: otto i roghi su cui hanno operato i velivoli, di cui tre già domati.

Al momento i piloti dei velivoli stanno operando su dodici incendi ancora attivi: cinque in Campania, due in Calabria e nel Lazio, uno in Basilicata, uno in Sicilia e uno Abruzzo. Il lancio di estinguente sulle fiamme dei roghi ancora attivi continuerà ad essere assicurato finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

5 settembre 2011 0

Tedeschi (IdV): “Manifestiamo per difendere il lavoro e i giovani”

Di admin

Dall’Ufficio Stampa Gruppo IdV riceviamo e pubblichiamo: “Nella giostra dei numeri che sta tenendo banco in questa calda estate contano solo i numeri della ragioneria. Per i numeri dei fondamentali dell’economia è troppo tardi, a quelli bisognava pensarci prima, quando si sarebbe dovuto governare veramente questo Paese e non a giocarselo. Ma tutto questo manovrare mi auguro sia dovuto non solo all’imposizione dell’Europa, ma anche perché al Governo qualcuno pensa al futuro, al futuro di chi? Certo dovrebbero preoccuparsi in primis di tutti gli Italiani che non hanno conti e cassette di sicurezza all’estero e tra questi c’è sicuramente il 30% dei giovani italiani. Questa è la percentuale della disoccupazione giovanile nel nostro Paese, ma questo dato non rienta nella manovra in corso perché non è un numero ragioneristico, è il più tragico dei numeri della nostra economia reale. Mi chiedo a cosa possa servire questa manovra se non si parla si risorse da dedicare all’innovazione, alla ricerca, alla formazione: i tre punti cardine della politica di sviluppo. Il vero futuro passa attraverso lo sviluppo, tutto il resto può fare da supporto più o meno sostanziale. Senza sviluppo è a rischio la stessa democrazia che già versa in pessime condizioni, ma basta calcolare l’età media dei ministri che avrebbero dovuto sentire il peso di questa responsabilità per capire che l’Italia non è un Paese per giovani. Se non è una manovra per i giovani, non è una manovra per il futuro e quindi domani diciamo no con la CGIL, uno sciopero generale per dire che noi non ci stiamo ad avallare uno squallido gioco di saldi e totali da far quadrare. I nostri giovani hanno diritto a ben altro!” lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.

5 settembre 2011 0

Inps, cassa integrazione cala in agosto: nei primi 8mesi dell’anno -21,1%

Di admin

Nel mese di agosto appena trascorso le aziende italiane hanno chiesto 56,7 milioni di ore di cassa integrazione (cig). Il confronto più significativo è quello con lo stesso mese dello scorso anno: nell’agosto 2010 le ore richieste e autorizzate furono 75,5 milioni, con una diminuzione di quasi il 25% (-24,8%). Il dato del mese di agosto può risultare meno significativo nel confronto congiunturale: rispetto al mese di luglio 2011 (quando vennero autorizzate 80,7 milioni di ore di cig) la flessione è del 29,7%. Esaminando il dato di periodo (primi otto mesi dell’anno: da gennaio ad agosto) la diminuzione delle richieste di cig si conferma significativa: -21,1%. Si è passati da 822 milioni del 2010 ai 648 milioni del 2011. Il calo riguarda tutti e tre gli istituti della cig: le richieste di cassa integrazione ordinaria (cigo) in agosto sono state di 7,2 milioni di ore, contro i 9 milioni del mese di agosto 2010 (-20,4%); le domande di cassa integrazione straordinaria (cigs) sono state pari a 25,5 milioni (-3,8%) rispetto ai 26,5 milioni del 2010; bruscamente diminuite le richieste di cassa integrazione in deroga (cigd) che si sono fermate a 24 milioni di ore, contro i 39,9 milioni dell’agosto 2010 (-39,7%). “Si consolida il segnale: da tre mesi le richieste di cig sono in sensibile calo – commenta il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua – mese su mese; mentre ormai dall’inizio dell’anno la flessione è sempre più accentuata rispetto al 2010. Nel corso del 2011 stiamo ricevendo domande di cig inferiori a un quinto rispetto al flusso del 2010”. La flessione congiunturale è ancora più accentuata: cigo a -64,5% rispetto a luglio 2011 (da 20,2 a 7,2 milioni di ore); cigs a -22,4%; la cigd è a -12,9% rispetto alle ore richieste e autorizzate nel mese di luglio 2011. Il comparto industriale è quello che più pesa nella riduzione delle richieste: rispetto ad agosto 2010, le richieste dal settore industriale sono diminuite del 32,4% per la cigo e del 19,6% per la cigs. Sul fronte delle domande di disoccupazione e mobilità i dati sono del mese precedente a quello delle autorizzazioni di cig: a luglio sono state presentate 158mila richieste di disoccupazione e poco più di 7mila domande di mobilità, rispettivamente -2,6% e -12,7% rispetto al mese di luglio del 2010.

5 settembre 2011 0

Autostrade, possibili disagi ai caselli

Di admin

Autostrade per l’Italia informa che nella giornata di domani 6 settembre potrebbero verificarsi disagi per uno sciopero generale proclamato dalla Cgil.

Saranno garantiti i servizi di assistenza e il funzionamento degli impianti per il pagamento del pedaggio che, si ricorda, è dovuto per legge.

Per qualsiasi informazione sulle condizioni di viabilità e’ attivo il numero verde 840.04.21.21

5 settembre 2011 0

Vigili del fuoco tamponati sull’A1 mentre spengono un incendio

Di admin

Un camion dei Vigili del Fuoco di Cassino entrato in autostrada poco prima delle 3 per domare un incendio nel tratto di A1 Cassino-San Vittore è stato tamponato da un tir il cui conducente, probabilmente, è stato colto da un colpo di sonno. Tutti incolumi i vigili del fuoco che erano lontani dal mezzo e impegnati nello spegnere le fiamme, ad avere la peggio è stato un agente della polizia stradale che per evitare di essere investitosi è gettato al di la del guard rail riportando una ferita ad un ginocchio. Ermanno Amedei

5 settembre 2011 0

Cantieri Ponte Lucano, sopralluogo con Zingaretti

Di admin

La mobilità dell’area del Nord-Est romano è vicina ad una svolta importante. Sono in cantiere numerose opere destinate a migliorare i collegamenti della provincia verso la Capitale. Il consigliere comunale Mirko Benetti ha svolto, nella mattinata di giovedì primo settembre, un’importante serie di sopralluoghi insieme al presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e all’assessore alla Viabilità Marco Vincenzi. Con il progetto “Nodo di Ponte Lucano” è in programma la costruzione di un complesso sistema di svincoli e nuove rotatorie per la Tiburtina e la strada provinciale Maremmana Inferiore, un ponte sul fiume Aniene lungo circa 300 metri, uno svincolo a livelli sfalsati, tre nuove rotatorie e una pista ciclabile. L’intervento, finanziato dalla Provincia di Roma con circa 25 milioni di euro, consentirà ai residenti dell’area tiburtina di raggiungere l’autostrada A24 Roma-L’Aquila evitando il traffico in prossimità dei centri abitati. Iniziata nel 2010, la conclusione dell’opera è prevista per il 2013. Altro cantiere visitato dalla delegazione quello della Nomentana bis a Fonte Nuova, la nuova arteria stradale lunga circa 4 km destinata a decongestionare le località di Tor Lupara, Parco Azzurro, Colleverde e Santa Lucia. L’opera comprende anche la costruzione di tre viadotti, una galleria artificiale, tre rotatorie e tre sottopassi. La conclusione dei lavori è prevista per il 2012. Gli interventi faciliteranno il raggiungimento del Grande Raccordo Anulare. “Si tratta di un primo segnale importante per il cambiamento del Comune di Guidonia Montecelio – le parole del consigliere comunale Mirko Benetti (Popolo della Libertà) -. E’ infatti essenziale migliorare il collegamento con Roma per aumentare la qualità della vita dei cittadini guidoniani e per ampliare l’offerta lavorativa. Con i lavori a Ponte Lucano, sulla Tiburtina e sulla Nomentana siamo sulla strada giusta”.

5 settembre 2011 0

Una 36nne di Torrice perde la vita salvandone un’altra in un terribile incidente sull’A1

Di redazione

Un angelo della strada, così andrebbe ricordata la donna che questa mattina, in un terribile schianto avvenuto sull’autostrada Roma Napoli nei pressi del casello di Anagni, ha perso la vita dopo aver estratto dalle lamiere un ferito. Il sinistro si è verificato poco dopo le tre sulla corsia sud. Convolte, oltre a tre auto, anche un camper. La 36enne originaria di Veroli ma residente a Torrice che viaggiava su un’Alfa 147, si è immediatamente prodigata per estrarre dalle lamiere un ferito che viaggiava nel camper e trascinarlo sul ciglio della strada. Solo allora, quando pensavano di essere al sicuro, è sopraggiunto un fuoristrada che ha centrato la sua Alfa 147 scaraventadogliela addosso, uccidendola e ferendo ulteriormente il giovane che era stato soccorso. Nella carambola sono rimasti ferite altre sei persone trasportate, cinque a Frosinone, una ad Anagni. La polizia stradale che sta effettuando i rilievi ha ascoltato la testimonianza di un testimone. Er. Amedei

5 settembre 2011 0

Di nuovo fiamme su monte Sambucaro uomini e mezzi aerei al lavoro

Di admin

Dopo circa due settimane di tregua di nuovo fiamme su monte Sambucaro a San Pietro Infine. Poco dopo le 20 di ieri sera si è sviluppato un incendio che in poco tempo ha avvolto una vasta porzione della montagna. Alberi, ulivi e vegetazione hanno bruciato per tutta la notte. I residenti e il personale antincendio della comunità montana si sono subito attivati per fronteggiare le fiamme. Dalle 8 di questa mattina un elicottero della Regione Campania è intervenuto e al momento è ancora al lavoro per domare le fiamme. [nggallery id=331]