Giorno: 6 settembre 2011

6 settembre 2011 0

Incendi boschivi, flotta aerea dello Stato in azione su 20 roghi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Da questa mattina, i Canadair e gli elicotteri coordinati dal Servizio di Coordinamento Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale sono intervenuti a supporto delle squadre di terra su 20 roghi. Sei le richieste di intervento giunte dalla regione Campania, cinque dalla Sicilia , quattro dalla Calabria, tre dall’Abruzzo, una da Lazio e Basilicata.

Al momento, rimangono ancora attivi quattro incendi, distribuiti tra Sicilia, Campania e Abruzzo su cui stanno operando i piloti dei velivoli antincendio. L’impiego di Canadair, elicotteri e idrovolanti Fire-boss continuerà ad essere assicurato finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza.

E’ utile ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o, spesso purtroppo, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente ai numeri di telefono d’emergenza 1515 o 115 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo.

6 settembre 2011 0

Inquinamento del Sacco, denunciato amministratore unico di una società in zona industriale di Anagni

Di admin

Ad Anagni, i carabinieri della locale Stazione, unitamente a personale dell’ARPA Lazio, nella prosecuzione di una complessa e prolungata attività di indagine finalizzata a contrastare l’inquinamento del fiume Sacco, dei suoi affluenti e dell’ambiente circostante, avviata su disposizione del Comandante Provinciale e coordinata dal Procuratore della Repubblica di Frosinone, denunciavano in stato di libertà per inosservanza di alcune disposizioni previste dal Codice dell’Ambiente, l’Amministratore Unico di una società operante nella zona industriale di Anagni.

In particolare la citata azienda, al termine degli accertamenti, è risultata inadempiente in ordine:

– alle obbligatorie periodiche verifiche sui punti di emissione dei gas in atmosfera;

– al previsto piano di gestione e manutenzione dei sistemi di captazione delle emissioni;

– alla tenuta di documentazione e di appositi registri circa i dati delle acque e dei fanghi trattati;

6 settembre 2011 0

Due persone arrestate per atti persecutori dai Carabinieri del Comando Provinciale di Campobasso

Di admin

A Larino i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato per atti persecutori un 27enne del luogo, R.L., in esecuzione di una ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal GIP del locale Tribunale; il provvedimento scaturiva dalle indagini avviate dall’Arma in relazione alle continue minacce e molestie avvenute dal mese di aprile a quello di giugno del 2011 e denunciate da una 24enne albanese residente a Larino con la quale l’uomo aveva avuto una relazione sentimentale poi terminata. Medesima vicenda a Mafalda (CB) ove i Carabinieri della locale Stazione traevano in arresto per atti persecutori, tentata estorsione, violazione di domicilio continuata ed aggravata un 19enne del luogo, F.F., già censito, in esecuzione di una ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal GIP del locale Tribunale; anche in questo caso i Carabinieri avevano rappresentato all’autorità giudiziaria una situazione di sopraffazione e di persecuzione messa in atto nel mese di agosto 2011 dal giovane nei confronti del nonno 74enne, tale da instaurare un clima di terrore nel nucleo familiare del pensionato.

6 settembre 2011 0

All’ospedale ‘Fabrizio Spaziani’ avviato il controllo wireless a distanza per pazienti cardiopatici

Di redazionecassino1

 All’Ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone la prima applicazione dell’innovativa tecnologia wireless per il monitoraggio a distanza dei pazienti affetti da insufficienza cardiaca portatori di defibrillatori cardiaci impiantabili.

La U.O.C. di Cardiologia del Nuovo Ospedale è tra le prime Cardiologie a offrire ai pazienti portatori di defibrillatori impiantati un nuovo sistema all’avanguardia di monitoraggio a distanza: questa tecnologia permette ai medici di monitorare i dati clinici di tali pazienti quotidianamente offrendo la possibilità di un intervento immediato nel caso di variazioni dei parametri clinici.

Il dott. Albero Scaccia, Primario facente funzione, nel dare l’annuncio afferma: “Siamo davvero contenti e riconosciamo al Manager Carlo Mirabella il merito di aver messo a disposizione, per utilizzarla immediatamente, la nuova tecnologia. In un territorio vasto come la nostra provincia è di massima importanza poter monitorare pazienti che spesso vivono distanti chilometri dall’ospedale”. Il sistema trasmette i dati sul server della divisione di Cardiologia e, mettendo a disposizione dei cardiologi i parametri clinici e gli elettrocardiogrammi dei pazienti, permette loro di intervenire a tranquillizzare tempestivamente gli interessati. Il Sig. P.T. ha fatto pervenire la sua soddisfazione: “Questa tecnologia mi fa sentire più vicino al mio medico e ha dato alla mia famiglia serenità e tranquillità poiché sanno che sono costantemente sotto controllo”.

“Il nuovo Ospedale progredisce ed è moderno non solo per l’aspetto ma anche per l’utilizzo di tecnologie innovative”. Così esordisce il Direttore Sanitario dello “Spaziani” Ivan Tersigni che aggiunge: “L’innovativa tecnologia wireless per il monitoraggio a distanza è un fatto estremamente positivo di cui può fregiarsi l’Ospedale e che va ad incrementare la offerta di prestazioni agli utenti da parte di una struttura, la nostra Cardiologia, da tempo affidabile ed efficiente. Colgo l’occasione per comunicare anche che, proprio in questi giorni è stato impiantato con successo un pacemaker ad una paziente del cassinate di 101 anni”.

6 settembre 2011 0

Finocchiaro (Federcontribuenti): “Si va verso la tragedia, colpa di tutta la classe politica, Pd compreso”

Di admin

Dall’Ufficio Stampa Federcontribuenti riceviamo e pubblichiamo: Vede la situazione attuale proprio nera, Carmelo Finocchiaro, presidente nazionale di Federcontribuenti, e nella sua critica radicale al sistema politico-amministrativo vigente, non risparmia neanche le opposizioni, soprattutto il Partito Democratico di cui, recentemente, è stato ospite alla Festa Democratica Provinciale di Padova. Presidente Finocchiaro, Federcontribuenti ha appena presentato una proposta di legge per una riforma tributaria che ha l’ambizione, da un lato di andare verso una maggior giustizia ed equità fiscale per i contribuenti, mentre dall’altro si presenta come una soluzione al fine di far quadrare i conti allo stato garantendogli maggiori entrare. Come si articola la vostra proposta? “Come tutti, anche noi diciamo che bisogna colpire la ricchezza, ma a differenza degl’altri noi spieghiamo bene come fare. Per iniziare chiediamo la reintroduzione dell’imposta di successione per chi riceve in eredità almeno 500mila euro in liquidità o 1 milione e mezzo in beni patrimoniali. Poi, per tutti i c/c che superano i 500mila euro, un’imposta sostitutiva dell’1% e contemporaneamente riteniamo necessario, l’introduzione di un’imposta patrimoniale per i patrimoni che eccedono i 3 milioni di euro. In pratica, la nostra semplice idea è che chi ha di più, soprattutto in questo momento di crisi, deve dare di più. D’accordo, con queste misure si garantirebbero ingenti entrate fiscali, ma dal punto di vista dell’equità e di quei milioni di contribuenti vessati dalle tasse che cosa proponete? “Accanto alle misure dette in sintesi prima, pensiamo che sia necessario una ristrutturazione dei debiti tributari al fine di permettere ad una massa ingente di cittadini di regolarizzare la loro posizione fiscale. Ma non attraverso dei condoni! Il problema è che l’attuale sistema di riscossione di Equitalia di fatto non fa nessuna distinzione tra chi non può pagare le tasse e chi invece, le evade. Il risultato è che Equitalia gestisce crediti per 240/250 miliardi di euro. E’ necessario invece una ristrutturazione dei debiti per chi non è in grado di pagare, abbattendo le sanzioni o addirittura, in alcuni casi, annullandole. Solo questo garantirebbe un gettito fiscale di 50 miliardi per i prossimi 5 anni e a regime 20 miliardi all’anno, che farebbero notevolmente abbassare l’indebitamento rispetto al PIL in Italia. Purtroppo però, né il governo e neanche le opposizioni, al di là dei proclami, hanno il reale coraggio di fare questo”. Sono tutti uguali? Non le pare di essere ingeneroso nel suo sfogo? “Il mio non è uno sfogo, è quel che penso da molto tempo. Né il governo, né il PD hanno un vero interesse a far pagare le tasse ai grandi evasori ed elusori. Cito solo un esempio: nei giorni scorsi noi di Federcontribuenti abbiamo denunciato pubblicamente il sistema con cui Mediaset riesce ad eludere il fisco, facendo risultare il costo di attivazione di 36 euro di Mediaset Premium come uno sconto, che invece in realtà per Mediaset è un ricavo, sul cui totale non verserà allo Stato né l’imponibile, né l’IVA, se non in piccolissima parte. Un caso eclatante e facilmente dimostrabile. Ebbene: dopo questa denuncia, nessuno è intervenuto, nessun politico ha presentato un’interrogazione parlamentare, non sappiamo se si è mossa l’agenzia delle entrate e la Guardia di Finanza. Cosa significa? Che in Italia è facile per i grandi eludere le tasse”. Eppure nell’ultima manovra del Governo si prevede il carcere per coloro che evadono più di 3 milioni di euro… “L’ennesima buffonata. In realtà è un’incentivazione a delinquere perché siamo passati da norme per cui con 50 mila euro di IVA non pagata o 100mila euro di imposte non versate, si finiva in galera (con tutti i benefici previsti dalla legge per cui uscivi subito, ma comunque meglio di niente) a un sistema per cui adesso l’evasione deve essere di 3 milioni di euro. Non capisco: prima era solo una presa in giro? Tra l’altro per evadere 3 milioni di euro in tasse non pagate, bisogna guadagnarne almeno 20, il risultato è che in questo paese per il reato di evasione, dietro le sbarre non ci andrà mai nessuno. Da un lato quindi abbiamo un governo che incentiva l’evasione, dall’altra il maggior partito di opposizione che di fatto non è in grado o non vuole contrastarla, per cui questo Paese sta sprofondando sempre di più nella melma della crisi. E questa ci sorprenderà prima di quando si pensi. A cosa si riferisce? Al fatto che tra due settimane la Germania si opporrà alla possibilità che la BCE acquisti ulteriori titoli del buono del tesoro italiani. Ciò avverrà, in un paese già profondamente spaccato come il nostro (dove la secessione nei fatti ormai esiste e non per merito di Bossi che ormai è finito) e innescherà una situazione drammatica visto la strada intrapresa da questa classe politica che è quella di indebolire ancora di più le difese dei contribuenti. A questo si aggiunga che dal 2012 la BCE emetterà un numero spropositato di banconote rispetto al 2011 (tra qualche tempo il governatore centrale ne farà l’annuncio) dando il via ad un processo inflazionistico che per un po’ di tempo consentirà ad eurolandia di esportare maggiormente nel resto del mondo, ma a scapito dei tassi di interesse, dell’occupazione e dei consumi. E quindi della pace sociale. Una tragedia, non solo per l’Italia ma anche per l’intera Europa”.

6 settembre 2011 0

Corteo Cgil, Tedeschi (Idv): “Manovra iniqua e irresponsabile”

Di admin

“Stamane, a fianco di una delegazione di rappresentanti e iscritti alla Fiom di Cassino, ho preso parte al corteo romano per lo sciopero generale indetto della CGIL. Condivido in pieno la contestazione di questa manovra, iniqua e irresponsabile, che aggredisce i gangli vitali del nostro Paese: lo Statuto dei lavoratori, il welfare pubblico, i bilanci delle amministrazioni locali”. Lo dichiara in una nota Anna Maria Tedeschi, consigliere regionale di Italia dei Valori. “Durante la manifestazione” continua Tedeschi “ho avuto anche l’opportunità di partecipare, assieme al Presidente Di Pietro, alla raccolta di firme organizzata da Italia dei Valori per promuovere il referendum contro il ‘porcellum’ e per proporre l’abolizione delle provincie: la giornata di oggi dimostra che, per Italia dei Valori, la difesa dei diritti dei lavoratori e il rinnovamento del sistema istituzionale fanno parte di un unico progetto di rinascita economica e civile del nostro Paese”. “La mobilitazione proseguirà per tuta la serata con il sit-in di fronte al Senato”, conclude il consigliere IdV.

6 settembre 2011 0

Incidente in A3 nel tratto Ponticelli-Bivio A1 tra auto e moto, un morto ed un ferito

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che sulla A3 Napoli-Salerno poco dopo le ore 14:00 si è verificato un incidente che ha visto il coinvolgimento di un’auto e di una moto all’altezza del km 4, tra Ponticelli ed il bivio per la A1 in direzione nord, verso Napoli. Nel sinistro una persona è deceduta ed un’altra è rimasta ferita. Sul luogo dell’evento, dove sono intervenuti il personale della Società Autostrade Meridionali, pattuglie della Polizia Stradale ed i mezzi di soccorso sanitario e meccanico, al momento (ore 15:30) si registrano rallentamenti verso Napoli. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità sono diramati su RTL 102.5 FM, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21.

6 settembre 2011 0

Sparò con la pistola davanti al bar e ad un concessionario di moto, arrestato per tentato omicidio

Di admin

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Roccasecca, a conclusione di una complessa e articolata attività investigativa, hanno eseguito in Roccasecca un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Cassino, che ha pienamente concordato con le risultanze investigative prodotte dai militari, nei confronti di T. N. E., cl.1977, residente a Roccasecca, ritenuto responsabile dei reati aggravati di “tentato omicidio”, “esplosioni colpi di arma da fuoco in luogo pubblico” e “porto illegale in luogo pubblico di arma comune da sparo”.

Le attività investigative condotte dai militari operanti, effettuate mediante attività tecniche, individuazione di persona e dei mezzi utilizzati per le azioni delittuose, hanno consentito di accertare che l’uomo, nella serata del 30 agosto, si recava in un bar nel Centro di Pontecorvo, dove, a seguito di un diverbio con una ragazza, mosso da un incontrollabile impulso di rabbia e violenza, estraeva una pistola a tamburo sparando tre colpi in aria all’esterno del locale, per poi dileguarsi a bordo della propria motocicletta.

Subito dopo l’uomo si recava presso una rivendita di motociclette di Castrocielo, dove, dopo aver scavalcato la recinzione, una volta giunto davanti alla vetrina del salone, per futili motivi, esplodeva cinque colpi ad altezza d’uomo all’indirizzo del titolare, non colpendolo solo grazie alla prontezza della vittima che gettandosi a terra riusciva ad evitare i colpi.

Gli immediati accertamenti dei Carabinieri consentivano, grazie anche all’esame dei fotogrammi dei filmati ripresi dalle telecamere esterne del negozio, di individuare nell’uomo il responsabile delle azioni delittuose, nonché di rinvenire, a seguito di accurata perquisizione domiciliare, una pistola a tamburo marca Smith & Wesson, regolarmente detenuta per uso sportivo, utilizzata dal malvivente per gli eventi delittuosi

L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’A.G.

6 settembre 2011 0

Abbruzzese in Scozia con una delegazione di 7 sindaci della Val di Comino

Di admin

“Ritengo importante per chi rappresenta un’Istituzione, per di più connotata territorialmente, mantenere un legame con i tanti italiani che, pur avendo scelto un altro Paese nel quale vivere, spesso per motivi contingenti legati al lavoro, non hanno certo smesso di sentirsi italiani. Un vero e proprio sentimento di unità che ho potuto toccare con mano e che rafforza lo spirito dei festeggiamenti del 150esimo dell’Unità d’Italia”, lo ha detto il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, giunto in Scozia per un ciclo di incontri con i rappresentanti delle istituzioni politiche e culturali di Glaslow ed Edimburgo.

“Le comunità italiane all’estero – ha continuato il presidente dell’Assemblea regionale del Lazio – sono una realtà fortemente significativa in tanti Paesi, in Europa e nel mondo. Così anche in Scozia dove ho avuto modo di conoscere una folta rappresentanza di connazionali, molti dei quali,peraltro, legati originariamente alla provincia di Frosinone e spesso diventati imprenditori di successo. A conferma della laboriosità e della intraprendenza delle nostre genti che hanno saputo valorizzare e portare nel mondo dall’inizio del Novecento, le proprie capacità e dunque il ‘Made in Lazio’. Per questo voglio ringraziare in particolar modo il sindaco di Picinisco, Giancarlo Ferrera, che ha voluto che fossi qui con gli altri sindaci di Atina, Belmonte Castello, Casalattico, Casalvieri, Settefrati e Terelle per conoscere e apprezzare le iniziative culturali e sociali che organizzano ogni anno e alle quali anche il Consiglio regionale ha voluto dare il proprio sostegno”.

Un viaggio certamente breve, ma molto intenso visti i numerosi appuntamenti che sono stati calendarizzati in poco più di 24 ore. Prima tappa nella cittadina di Glaslow dove il presidente Mario Abbruzzese, insieme ai sette sindaci della Valle di Comino, ha incontrato l’arcivescovo Monsignor Joseph Mario Conti presso la cattedrale cattolica di St. Andrew. Proprio qui è stato inaugurato l’Italian Cloister Garden, realizzato con l’aiuto del Consiglio regionale del Lazio e del Comune di Picinisco.

La serata si è conclusa in un ristorante italiano, affollato di imprenditori originari di Picinisco e dei paesi limitrofi, e alla quale ha preso parte anche il console italiano in Scozia, Mauro Carfagnini, ed il presidente del Comites, Adriano de Marco.

Nella mattinata successiva si è poi svolto l’incontro presso l’Università di Edimburgo per la presentazione della nuova edizione del “Gadda Prize”, un concorso letterario per ragazzi di tutta Italia.

“Questo premio, che ha già raccolto il sostegno di molte Istituzioni, anche nazionali – ha ricordato Abbruzzese – è un riconoscimento al talento dei nostri giovani. Per questo motivo anche il Consiglio regionale del Lazio ha voluto dare il proprio sostegno. I primi sei classificati verranno premiati con un soggiorno di una settimana presso questa prestigiosa Accademia. Un’esperienza di arricchimento culturale e umano, che vuole mantenere vivo questo legame che esiste già oggi tra Italia e Scozia”.

Il presidente Abbruzzese è stato infine ricevuto presso gli uffici del Parlamento dal deputato Mario Biagi, un giovane italo-scozzese, delegato dal primo ministro Salomon. Un incontro particolarmente cordiale, occasione per un confronto sul funzionamento dei rispettivi sistemi politici dei due Paesi europei.

6 settembre 2011 0

Scossa di terremoto di magnitudo 3.2 in provincia di Ascoli Piceno

Di admin

Una scossa sismica è stata avvertita dalla popolazione nella provincia di Ascoli Piceno. Località prossime all’epicentro: Offida, Castignano e Castorano.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone e/o cose.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 10.22 con una magnitudo di 3.2.