Giorno: 8 settembre 2011

8 settembre 2011 0

Nuovo Commissariato di Polizia di Cassino, si allungano i tempi del trasferimento e nasce un caso “Mobile”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La struttura è pronta ma il trasferimento tarda ad essere effettuato. Da quattro anni circa, sono in costruzione due nuove palazzine in via Ausonia Vecchia destinate ad ospitare il commissariato di pubblica sicurezza, attualmente è ospite in una palazzina all’inizio di via Enrico De Nicola, e il distaccamento della polizia stradale, a oggi in affitto in via San Marco. Alcuni conti fatti dall’amministrazione avrebbero individuato un consistente rispario in questa soluzione prospettata da una società edile di Cassino proprietaria dei nuovi stabili. Il trasferimento, secondo indiscrezioni, era previsto per fine settembre, salvo poi slittare a fine ottobre ma, a quanto pare, il 2011 vedrà le cose rimanere esattamente così come sono. In via Ausonia Vecchia i lavori sono praticamente ultimati, si stanno effettuando solo le rifiniture alla palazzina che ospiterà il distaccamento della Stradale. I proprietari della palazzina di via Enrico De Nicola che attualmente ospita il Commissariato, ancora non hanno ricevuto nessuna comunicazione e, a quanto pare, il loro contratto prevede un preavviso di rescissione di almeno sei mesi. A meno che, quindi, l’amministrazione non voglia pagare per un certo periodo due affitti, prima di marzo non accadrà nulla. A questo si aggiunge anche un nuovo caso, quello dell’ufficio distaccato della Squadra Mobile di Frosinone a Cassino, attualmente nel palazzo di via De Nicola. Correnti interne alla polizia non vedono di buon occhio gli accorpamenti con il commissariato. Sarà questo il motivo di tanto ritardo? Er. Amedei

8 settembre 2011 0

Vulcani, il dipartimento dela Protezione civile segue l’attività di Etna e Stromboli

Di redazione

Sono giorni di attività intensa per i due principali vulcani attivi del nostro Paese: nelle ultime 24 ore si è verificata la settima esplosione maggiore dello Stromboli da gennaio ad oggi, mentre hanno raggiunto quota tredici dall’inizio dell’anno le fontane di lava dell’Etna. Sulla base dei dati e dei segnali rilevati dai principali sistemi di monitoraggio e sorveglianza gestiti dai Centri di Competenza (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Ingv e Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze – UniFi) e dalle strutture di presidio territoriale, il Centro Funzionale Centrale per il Rischio Vulcanico del Dipartimento della Protezione Civile ha indicato oggi una valutazione di criticità elevata per la zona sommitale dell’Etna per ricaduta di ceneri e lapilli. Già nei giorni scorsi analoga criticità era stata segnalata per lo Stromboli, per il persistere di attività esplosiva di maggiore intensità, caratterizzata anche da piccole colate laviche in prossimità dei crateri. La valutazione di criticità emessa dal Centro Funzionale Vulcanico viene trasmessa alle autorità locali al fine di consentire loro di mettere in atto –secondo le rispettive competenze – le misure cautelative utili. In particolare, in considerazione del verificarsi dell’incremento di attività nel periodo estivo, è utile ricordare a quanti avessero in programma attività escursionistica sulle pendici dello Stromboli che l’accesso ai sentieri è soggetto a regolamentazione da parte del Sindaco, prima autorità di protezione civile sul territorio. Tale disciplina varia in funzione dello stato di attività del vulcano, laddove ad esempio anche esplosioni di intensità non particolarmente elevata possono determinare la ricaduta dimateriale incandescente di dimensioni considerevoli. È importante evidenziare che, nonostante lo Stromboli sia costantemente monitorato e la ricerca scientifica in materia sia molto avanzata, ad oggi non è possibile prevedere il verificarsi di eventi maggiori che possono causare lanci di bombe vulcaniche non soltanto nell’area prossima ai crateri ma anche nelle zone più distanti, vicine piuttosto a strutture e abitazioni e potenzialmente rischiosi per le persone. Oltre ai due vulcani siciliani in costante attività, in Italia esistono numerosi altri vulcani che, pur non essendo caratterizzati da attivita’ persistente, sono attivi e costantemente studiati e monitorati: Vesuvio, Campi Flegrei, Ischia, Vulcano, Lipari, Salina, Isola Ferdinandea, Pantelleria eColli Albani, oltre ai vulcani sottomarini del Mar Tirreno e del Canale di Sicilia. Approfondimenti sul tema sono pubblicati sul sito del Dipartimento della Protezione civile,www.protezionecivile.it, nella sezione “Rischio Vulcanico”.

8 settembre 2011 0

Prostituzione, arrestato marito sfruttatore e 23 “lucciole” allontanate dalla Ciociaria

Di redazione

Costringeva la giovane moglie a prostituirsi pubblicamente ad Anagni. E’ quanto emerso nel corso di una indagine svolta dai carbinieri che hanno arrestato un 37enne rumeno, responsabile di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Ma l’operazione anti “lucciole” si è propagata sull’intero territorio provinciale dove i militari hanno individuato ed allontanato 23 lucciole. A Cassino i carabinieri hanno denunciato una 35enne di Capua per inosservanza al F.V.O. e sono state proposte per l’irrogazione del F.V.O. con divieto di ritorno a nove cittadine rumene, domiciliate in Roma e Frosinone, controllate in evidente atteggiamento provocatorio e con abiti succinti, mentre attiravano l’attenzione degli automobilisti. I carabinieri di Frosinone hanno elevavano sanzioni amministrative a carico di sette cittadine rumene per violazione dell’ordinanza dr.320, emessa dal Sindaco di Frosinone, poiché sorprese in atteggiamenti inequivocabili per espletare l’esercizio meretricio. Ad Anagni i militari hanno denunciato sei cittadine rumene, domiciliate tra Roma e Frosinone, per atti contrari alla pubblica decenza nonché inosservanza alle prescrizioni imposte con il Foglio di via Obbligatorio emesso dal Questore di Frosinone. Er. Amedei

8 settembre 2011 0

Sospetto piromane nascosto in un cespuglio con l’accendino, denunciato 35enne

Di redazione

Gli incendi, anche quest’anno hanno dato un duro colpo alla vegetazione della ciociaria, per quewsto va data la giusta rilevanza all’arresto effettuato ieri di un possibile piromane sorpreso dai carabinieri nascosto in un cespuglio, armato di un accendino, nei pressi di due principi di incendio a Vico nel Lazio. L’episodio si è consumato nei pressi delle località “capriusi” e località “Colle”. Il 52enne cercava di nascondersi tra la vegetazione ma i militari di Anagni e quelli di Vico, lo hanno sorpreso e controllato. Lui avrebbe reagito e, per questo è stato denunciato njon solo per “incendio doloso”, ma anche “minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale”. Er. Amedei

8 settembre 2011 0

Amminiztrazione comunale, si va verso un nuovo regolamento a tutela degli animali

Di redazione

Si è riunita oggi, convocata dal presidente Danilo Salvucci, la Commissione Lavori Pubblici – Ambiente – Sanità del Comune di Cassino, nel corso della quale si è discusso principalmente del nuovo regolamento sulla tutela degli animali che sarà oggetto di confronto, modifica e successiva approvazione in Consiglio Comunale. “Tra i provvedimenti più importanti – ha sottolineato Salvucci – che intendiamo prendere, c’è sicuramente quello relativo alla regolamentazione del randagismo. Un fenomeno che purtroppo si va diffondendo sempre di più nella nostra città e che già l’anno scorso era stato oggetto di discussione in commissione consiliare, senza però poi essere approvato in sede di Consiglio”. Presente alla riunione anche l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino, Riccardo Consales che ha messo in evidenza alcuni dei punti presenti all’interno del regolamento discusso in commissione. “Le misure – ha detto Consales – che intendiamo mettere in atto nei confronti del randagismo, serviranno anche ad aprire un tavolo di discussione con tutte quelle associazioni che da anni si occupano di tutela degli animali nel nostro territorio. La regolamentazione di questo fenomeno è necessaria, basti pensare che attualmente il randagismo grava, per un totale di circa 50 mila euro l’anno, interamente sulle casse comunali. Verranno, inoltre, regolamentati gli accessi dei cani domestici nelle aree verdi e nei parchi cittadini. Provvedimento che servirà soprattutto ad individuare e delimitare determinate aree, all’interno dei parchi comunali, che saranno destinate esclusivamente agli animali domestici, con relativo divieto di portare cani nelle zone in cui solitamente sostano famiglie e giocano i bambini. Un altro punto fondamentale del regolamento riguarda l’aspetto sanzionatorio, attualmente non previsto, per i padroni che non portano a guinzaglio il proprio cane e non raccolgono da terra gli escrementi. Diversi cittadini ci hanno segnalato questa problematica e noi abbiamo ritenuto opportuno intervenire prevedendo sanzioni che potranno essere comminate, a chi commette infrazioni di questa natura, anche dalle guardie zoofile.”

8 settembre 2011 0

Impianto fotovoltaico in via Santa Brigita, sotto controllo i lavori di ripristino

Di redazione

Questa mattina l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Cassino, Antimo Pietroluongo, si è recato in via S. Brigida, in località S. Angelo, per effettuare un sopralluogo e visionare lo stato dei lavori sulla strada che collega Via Appia a Via S. Angelo. “In questa zona – ha spiegato Pietroluongo – la BP Solar ha installato un impianto fotovoltaico che produrrà circa 4 megawatt di energia elettrica. Come previsto dalla normativa, la ditta ha provveduto a far domanda di autorizzazione per la manomissione del suolo pubblico necessaria al collegamento dell’impianto alla cabina centrale dell’Enel, intervenendo sull’intero manto stradale di Via S. Brigida. Visto anche l’ottimo rapporto che si è instaurato con la ditta esecutrice dell’opera, abbiamo chiesto ed ottenuto, una volta portati a termini i lavori, il ripristino a perfetta regola d’arte del manto stradale. Ho dato disposizione, inoltre, al mio ufficio di effettuare un monitoraggio complessivo di tutte le richieste di autorizzazione avanzate nell’ultimo periodo per controllare che tutte le manomissioni e ripristini da parte dei soggetti erogatori di pubblici servizi, ovvero da parte dei privati, sui sedimi di vie, strade, piazze, marciapiedi, nonché aree comunali o di pubblico uso, vengano effettuati nel pieno rispetto della normativa vigente”.

8 settembre 2011 0

Tedeschi (IdV): “Indagini in tutte le Asl della Regione”

Di admin

“Auspico che l’indagine della GdF si estenda a tutte le ASL della Regione Lazio. Siamo tutti consapevoli che il tristemente famoso “buco della sanità” della Regione Lazio derivi non solo da disorganizzazione e inefficienze, ma anche da truffe che a diversi livelli e ripetute negli anni hanno consolidato comportamenti contra legem a volte noti, ma tollerati. Questa tolleranza configura una corresponsabilità che va anch’essa colpita ed estirpata. Forse per ora non basterà a risanare i conti della sanità, ma contribuirà a far maturare una nuova consapevolezza della res publica.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.

8 settembre 2011 0

GdF, Tedeschi (IdV): “Auguri a Piccinini, ringraziamenti a Salato”

Di admin

“Desidero esprimere i miei auguri di buon lavoro al Col. Roberto Piccinini, nuovo comandante provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone. L’avvicendamento mi offre anche l’occasione per ringraziare il Col. Giancostabile Salato, per l’attività svolta con successo a Frosinone e per la capacità di comunicare con i cittadini e coinvolgerli in questo processo di vera riscoperta del valore della legalità. A Salatto gli auguri per il nuovo prestigioso incarico.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.

8 settembre 2011 0

Terremoto di magnitudo 3.7 in provincia di Parma

Di admin

Una scossa sismica è stata avvertita dalla popolazione nella provincia di Parma. Le località prossime all’epicentro sono Langhirano, Lesignano de’ Bagni e Felino.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone e/o cose.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 15.17 con una magnitudo di 3.7.

8 settembre 2011 0

Sanità: truffa da 10mln di euro dell’Azienda Asl di Frosinone. Stipendi gonfiati per 150 medici

Di redazionecassino1

I Nas Carabinieri di Latina hanno concluso una complessa attività di indagine per un presunto danno erariale a carico dell’Azienda Usl di Frosinone circa l’indebita corresponsione a numerosi medici di diverse branche specialistiche di consistenti somme di danaro a titolo di compensi per prestazioni «eccezionali e temporanee» che, in realtà, sarebbero dovute essere rese nell’ambito dell’ordinaria attività. La Procura Regionale presso la Corte dei Conti, su indagini del Nas di Latina, ha emesso un invito a fornire deduzioni a carico di 20 tra dirigenti, componenti del collegio sindacale e funzionari dell’Ausl di Frosinone e della Regione Lazio, per avere più volte autorizzato l’indebito ricorso a fondi del Servizio Sanitario Regionale senza che ne ricorresse la legittimità o per non avere correttamente esercitato i controlli di competenza sull’operato dell’Azienda Sanitaria frusinate. Sono stati circa 150 i medici che hanno beneficiato in busta paga anche di 15.000 – 18.000 euro mensili contro i circa 3.000 – 3.500 euro della sola voce stipendiale. Dagli accertamenti del Nas è emerso che, per le prestazioni «eccezionali e temporanee», la spesa dell’azienda sanitaria ciociara è passata da circa 1 milione di euro del 2001 ad oltre 10 milioni di euro del 2010, per un danno erariale di circa 10 milioni di euro nell’ultimo quinquennio.