Giorno: 19 settembre 2011

19 settembre 2011 0

Rubano televisori ed elettrodomestici, arrestate due donne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Piedimonte San Germano, i carabinieri della locale Stazione, nel corso di predisposto servizio per il controllo del territorio, finalizzato al contrasto dei reati predatori, hanno tratto in arresto F.C. 52 enne e G.C. 31 enne, entrambe del posto. I prevenuti sono stati bloccati dai Militari operanti, subito dopo aver asportato un televisore ed altro materiale elettronico da un esercizio commerciale del luogo. A seguito di successiva perquisizione presso l’abitazione dei due, sono stati rinvenuti altri due televisori, trafugati il giorno precedente. L’intera refurtiva, del valore complessivo di euro 3.000,00, è stata restituita al legittimo proprietario. Dopo le formalità di rito, le arrestate sono state associate presso la Casa Circondariale di Roma-Rebibbia.

19 settembre 2011 0

“Settimana del Mare”, a Gaeta dimostrazioni di soccorso ed esercitazioni con la Guardia Costiera

Di admin

Anche la Guardia Costiera sarà presente alla Settimana del Mare organizzata a Gaeta dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (ANMI) dal 16 al 25 settembre 2011. Un’intera giornata, quella di martedì 20 settembre p.v., dedicata al Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, che presenterà, presso l’Istituto Nautico “Caboto” di Gaeta, due conferenze multimediali di informazione per gli studenti, dal titolo “Il ruolo istituzionale delle Capitanerie di porto: un impegno sempre rinnovato” e “Il Mediterraneo: uno scenario complesso in continua evoluzione”. Alle ore 11,30, lungo il litorale di Marina di Serapo, nelle acque antistanti lo Stabilimento Militare, la Guardia Costiera terrà una dimostrazione di Ricerca e Soccorso in mare con la partecipazione di propri uomini e mezzi aeronavali. Un modo, questo, per far vivere e conoscere ai cittadini le fasi salienti di una reale operazione di ricerca e soccorso, dalla ricezione di una notizia di sinistro al recupero dei naufraghi e dell’unità in pericolo. Sarà, inoltre, possibile far visita alle Unità Navali CC.PP. presenti in porto. Questo evento anticiperà quello di giovedì 22 settembre p.v. in cui verrà consegnata la Bandiera di Combattimento alla Nave “Caio Duilio”. A consegnarla nelle mani del Comandante dell’unità militare vi saranno il ministro della Difesa On. Ignazio La Russa ed il Sindaco di Roma Capitale On. Gianni Alemanno. La manifestazione si svolgerà nel porto commerciale di Gaeta alle ore 10,30, alla presenza anche della Nave “Amerigo Vespucci”. Entrambi gli eventi saranno aperti a tutti coloro che avranno il piacere di intervenire.

19 settembre 2011 0

Conclusa brillantemente la prima edizione di Janula Jazz Festival

Di admin

Il successo è arrivato, il sogno “nel cassetto”di quattro giovani intraprendenti, fondatori dell’associazione “Jazz e Libertà“, si è realizzato. La novità del Janula Jazz Festival ha prodotto gli effetti desiderati e sperati: ha coinvolto più di una generazione, sollecitando diversi interessi, diverse emozioni e, perché no, diverse conoscenze. Il linguaggio musicale jazz è stato il tramite, il leitmotiv, che ha condotto il pubblico verso un oggetto, uno strumento, un sentimento o semplicemente un’idea realizzabile. Interessanti e insoliti sono stati i Laboratori Interattivi di Musica, Artigianato ed Arti Figurative, nei diversi stands, dove musicisti e artisti hanno coniato creatività ed improvvisazione, dove il ritmo jazz si diversificava in base ai materiali e ai prodotti creati: dal legno al cuoio, dalla pittura alla poesia. Stimolanti e formative si sono rivelate le esibizioni sul palco di “insegnanti”, che hanno mostrato le potenzialità, le ritmiche e gli accordi dei diversi strumenti. In attesa del concerto, le note non si sono fermate, perché i presenti sono stati intrattenuti dal DJ Gianluca Terenzi, che ha donato un intrigante “aperitivo in jazz”. Si è così giunti al momento tanto atteso. Alle 22,10 ha avuto inizio l’esibizione del gruppo Oro-Logic 4tet feat, con un ospite eccellente: il trombettista Fabrizio Bosso. La band è formata da Francesco Desiato ai flauti, Francesco Mascio alla chitarra, Daniele Sorrentino al basso elettrico e al contrabbasso, Luigi Del Prete alla batteria. Una formazione, nata nel 2009, oramai rodata da tanti concerti che ha evidenziato, anche questa volta, una compattezza notevole, una padronanza tecnica e una ricca sensibilità espressiva. I quattro si sono mossi su un terreno comune, fondendo l’impronta timbrica della tradizione jazzistica con giochi ritmici innovativi. Dopo alcuni brani Francesco Mascio, chitarrista e co-organizzatore dell’evento, ha accolto sulla scena l’atteso e gradito ospite: Fabrizio Bosso. Un genio della tromba che ha iniziato a suonare a solo 5 anni e a 15 era già diplomato al conservatorio G. Verdi di Torino. Con il referendum della rivista Musica Jazz, nel 1999 viene votato come “Miglior Nuovo Talento” del jazz italiano; nel 2002 riceve il prestigioso premio europeo “Django D’Or”; è stato più volte protagonista dei più prestigiosi festival di jazz, tra cui Umbria Jazz, e ospite dei più accreditati locali, tra cui il Bluenote di Milano. E’ un musicista “arrivato” con una tecnica impeccabile, con uno stile che rimane creativo anche nell’interpretazione di standard. Gli spettatori hanno manifestato con entusiasmo il nuovo arrivo e, ancora una volta, il trombettista ha sinceramente impressionato per la sapienza tecnica con cui affronta qualsivoglia situazione: a suo agio sia nei timbri molto veloci, sia negli arrangiamento, sia nelle variazioni di pezzi tradizionali o di più moderni. Il livello artistico della performance è stato sempre molto elevato, con punte di assoluta eccellenza, in particolare nell’ultimo brano “Mack the knife”, in cui le improvvisazioni del chitarrista e del trombettista hanno tracciato una linea timbrica raffinata in armonia con i tempi veloci, creando un fraseggio espressivo non disgiunto dal linguaggio del gruppo. E’ stata davvero una questione di attimi e il pubblico, anche quello meno avvezzo ad ascolti sofisticati, ha percepito l’importanza del momento ed è esploso: battimani e ovazioni hanno salutato i protagonisti. Mentre risuonavano ancora gli applausi, sul palco è salito Daniele Camerlengo che, dopo aver ringraziato il pubblico e tutti i partecipanti alla manifestazione, ha dato appuntamento a JANULA JAZZ FESTIVAL 2012. Io non sono una seria “cultrice della musica” e neanche un’ esperta, ma ciò che mi coinvolge è l’esecuzione musicale in sé e le sensazioni che riesce a regalarmi in un determinato momento, al di là della mera perfezione, perché gli “errori” nel mondo del jazz non sempre sono “sbagliati”, spesso vanno più in là e deliziano. A questo proposito ci tengo ad informare i lettori che l’associazione “Jazz e Libertà“ continuerà nel perseguire i propri obiettivi: ogni sabato presso il Bar Italia, da ottobre 2011 a maggio 2012, si esibiranno band già affermate e giovani talenti da sostenere nel non accessibile mondo della musica.

Alba Loretta Ceccon

Foto Alberto Ceccon [nggallery id=340]

19 settembre 2011 0

Aeroporto Ferentino-Frosinone, Legambiente: variante urbanistica troppo impattante, va ritirata

Di admin

Dall’ufficio stampa Legambiente Lazio riceviamo e pubblichiamo: Anche Legambiente Lazio, con il coordinamento provinciale di Legambiente Frosinone e il circolo Legambiente Ferentino, ha inviato al Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Frosinone le proprie osservazioni in merito alla variante urbanistica al Piano Territoriale Regolatore del Consorzio Asi contro l’attuazione dell’area aeroportuale intermodale di Ferentino-Frosinone. Nelle osservazioni, che Legambiente ha presentato oggi intervenendo alla conferenza stampa fissata con le molte associazioni della Rete Tutela Valle del Sacco e altri, si evidenzia l’incompatibilità del progetto con la gravità della situazione ambientale dell’area in cui andrebbe a collocarsi, la Valle del Sacco, sia per la l’emergenza legata all’inquinamento industriale del passato che per la scarsa qualità dell’aria registrata negli ultimi anni.

“L’emergenza della Valle del Sacco richiede interventi di bonifica e politiche di riduzione dell’impatto, non di certo un nuovo aeroporto come quello di Ferentino-Frosinone – afferma Francesco Raffa, coordinatore provinciale di Legambiente Frosinone-. Nelle osservazioni che Legambiente ha inviato, abbiamo evidenziato come ancora oggi l’emergenza Sacco sia in corso e come gli scarichi e le emissioni industriali rimangano molto elevate. Il bacino del fiume Sacco è molto vulnerabile anche dal punto di vista idrogeologico e va monitorato con attenzione piuttosto che sovraccaricato con ulteriori impatti.”.

Sono ben 88 gli scarichi industriali trattati su un totale di 163 comprendendo quelli civili, oltre la metà quindi, il più alto numero in assoluto per i 38 macro-bacini individuati dal piano di tutela delle acque della Regione Lazio, con un refluo anno di oltre 17milioni di metri cubi. A questi dati, si aggiunge la situazione evidenziata nelle centraline dell’Arpa Lazio che misurano gli inquinanti nell’aria: nel 2010, per il PM10 il Comune di Frosinone ha superato i limiti di legge per ben 108 volte, ma è emblematico anche il caso di Ceccano che ha superato la soglia per 42 giorni, seguito da Alatri con 17 giorni e Ferentino con 15.

“Non è solo Legambiente con le associazioni locali a dire che l’aeroporto è inutile e impattante, ma anche la Corte dei Conti afferma che la società Aeroporto Frosinone S.P.A. è inattiva e in perdita di esercizio – dichiara Valentina Romoli, coordinatrice del Centro di Azione Giuridica di Legambiente Lazio-. Nei prossimi giorni, presenteremo un esposto alla Magistratura contabile per chiedere di verificare se si stia configurando un danno erariale per le casse del Comune di Ferentino e del Comune e della Provincia di Frosinone.”

Affermazioni gravi, che emergono da una attenta lettura della della delibera n. 41 del 2011 della Corte dei Conti stessa, in seguito a verifica dei bilanci di esercizio dei suddetti enti per il periodo 2006-2009, e che Legambiente chiederà di verificare.

19 settembre 2011 0

Al via da domani, fino al 24 settembre, “Mille Giovani per la Pace”

Di redazionecassino1

La celebrazione della Santa Messa nella chiesa di Sant’Antonio da parte dell’abate di Montecassino Dom Pietro Vittorelli, domani alle 19.00, darà il via ufficiale all’edizione 2011 di Mille Giovani per la Pace.  “I folli aprono i sentieri che domani saranno percorsi dai normali”. E’ la frase di Don Antonio Mazzi scelta come slogan dell’evento in programma dal 20 al 24 settembre prossimi in piazza De Gasperi. Da domani a sabato prossimi la piazza dinanzi al Comune si trasformerà in un vero e proprio Villaggio della Pace. Dopo la cerimonia religiosa seguirà l’inaugurazione, nella Sala S.Antonio di Corso della Repubblica, della mostra di pittura “Metamorfosi” di Danilo Salvucci. Successivamente gli ospiti si sposteranno in piazza De Gasperi per il taglio del nastro del Villaggio della Pace che, per tutta la durata della manifestazione, ospiterà  ben 46 associazioni di volontariato tra cui il Punto Famiglia e l’Unità di Strada della Comunità Exodus, uno spazio riservato ai più piccoli con giochi e la Fattoria didattica, uno stand gastronomico e un’attrezzata area riservata allo sport, dove si potranno svolgere lezioni di scherma, pallavolo, atletica, fitness, basket e nell’ultimo giorno anche calcio.  La serata si concluderà con lo spettacolo “Aspettando…Graffiti Music 2012” e i ballerini della scuola di danza “Il Principe”. Sul palco si alterneranno le testimonianze di  alcuni giovani che lo scorso agosto hanno partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù a Madrid.

La città di Cassino torna ad ospitare la kermesse dopo dieci anni esatti. Era il 2001 quando, presso la Villa Comunale, si svolse l’ultima edizione della Mille Giovani. Le iniziative susseguitesi negli ultimi anni, pur con forme e contenuti differenti, hanno sempre rivolto una grande attenzione al rapporto fra la Fondazione Exodus ed il territorio, gli enti locali, le altre organizzazioni del terzo settore, la Chiesa, l’Università ed i suoi giovani. Quest’anno l’evento “Mille Giovani per la Pace”, promosso dalla Fondazione Exodus, organizzato in stretta collaborazione con il Comune di Cassino e l’Università degli Studi di Cassino, e patrocinato dalla Provincia di Frosinone, dalla Regione Lazio e dal Ministero della Gioventù, rivolgerà la sua attenzione ai temi delle nuove politiche sociali, dell’occupazione, dell’esclusione sociale – in particolare all’accoglienza degli stranieri, profughi dai paesi in cui imperversa la guerra –  della comunicazione e del volontariato. “A distanza di anni torniamo in piazza con un contenitore di confronto e di riflessione per le persone che abitano questo territorio e, in particolare,  per i ragazzi” – è quanto sottolinea il responsabile Exodus di Cassino Luigi Maccaro. “Con il sindaco e il rettore – aggiunge – abbiamo condiviso dei temi e abbiamo deciso di portarli in piazza per parlarne con sobrietà. A Cassino ci sono 12 mila studenti universitari, un corpo docente, laboratori,  momenti di rielaborazione e di costruzione. Tutto ciò rappresenta una ricchezza inestimabile che poche città hanno:  è un’opportunità che noi dobbiamo aver presente quotidianamente. Pensare – dice sempre Maccaro – di poter costruire il futuro della città trascurando una esperienza così importante è miope. Viviamo un momento di crisi perché c’è la cattiva abitudine di non considerare i problemi anche in chiave educativa.  E’ giunto il momento di affrontare i problemi in chiave educativa con un’attenzione particolare ai giovani  attraverso una formazione più attenta e una proposta educativa che passa attraverso una collaborazione tra le istituzioni. Dobbiamo creare le basi per vivere meglio e mettere nelle mani dei ragazzi il futuro.” Intanto da oggi a sabato prossimo le vetrine dei negozi del centro della città saranno allestite con il materiale  dedicato alla manifestazione. Nell’ambito della kermesse si rinnova il concorso “Vetrine di Pace”. Una giuria composta da giornalisti decreterà la vetrina più bella. Per tutta la durata della manifestazione ogni sera alle 20.00, nella Sala Restagno del Comune, il Circolo Fuorifuoco proietterà dei film ispirati ai temi della giornata.  

 

 

19 settembre 2011 0

La Polstrada sequestra sulla A1 quarantaquattro cardellini a due bracconieri campani

Di redazionecassino1

Verso le ore 12.30 di oggi, al chilometro 667 della carreggiata Sud dell’A/1, in territorio del comune di Cassino, una pattuglia in servizio  notava transitare una Skoda Fabia, di colore grigia, con due persone a bordo che alla vista degli agenti, tentavano di eludere un probabile, controllo, nascondendosi tra i veicoli commerciali al momento in transito.

Gli uomini della Polstrada, riconoscevano i due occupanti per P.M. di anni 55 e R.S. di anni 40 entrambi di Napoli, soggetti già  noti agli Uffici di Polizia, dediti al commercio clandestino di uccelli protetti. L’autovettura veniva fermata alla progressiva chilometrica 668,500 e, da un sommario controllo eseguito all’interno del veicolo, gli operatori rinvenivano all’interno del portabagagli, stipati, sotto dei veli, numerose gabbiette contenti uccelli protetti, nella fattispecie quarantaquattro  cardellini, nonché attrezzature per la cattura dei volatili e dispositivi elettronici per il richiamo della specie protetta.

I due già noti  venivano deferiti in stato di libertà all’A.G. di Cassino per il reato di Uccellagione. Tutto il materiale veniva sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’A.G..

Con l’intervento del personale del Corpo Forestale dello Stato di Cassino, i cardellino venivano liberati, nella campagne adiacenti Via Cerro località  ritenuta idonea per la sopravvivenza dei volatili.

 

19 settembre 2011 0

Meteo: continua il maltempo, da domani piogge e venti forti sul versante adriatico

Di admin

La perturbazione di origine atlantica che ha portato negli ultimi due giorni temporali e venti forti su quasi tutto il territorio italiano staziona in queste ore sul Mediterraneo centrale e continuerà domani a determinare condizioni di maltempo in particolare sui settori adriatici.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri e di sabato e che prevede, dalle prime ore della giornata di domani, martedì 20 settembre 2011, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità, dapprima sull’Emilia-Romagna, in estensione alle regioni centro-meridionali adriatiche. Sulle stesse regioni si prevedono inoltre venti forti dai quadranti settentrionali, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

19 settembre 2011 0

Un convegno su Umberto Mastroianni nel centenario della nascita

Di redazionecassino1

Cento e uno anni fa, in una piccola abitazione di Fontana Liri, uno dei centri più fertili per l’arte e la cultura del nostro territorio, nasceva Umberto Mastroianni, lo scultore per eccellenza della provincia di Frosinone, l’artista che ha saputo eternare nelle sue opere la capacità dell’uomo di battersi per un principio assoluto: quello della libertà e della pace. Proprio per ricordare questa importante ricorrenza e nel contempo accendere i riflettori su uno dei vanti dell’arte e della cultura locale, la Provincia di Frosinone, attraverso l’assessore Antonio Abbate, ha deciso di organizzare un convegno-evento nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Iacobucci.  Un convegno affidato alla sapiente e precisa relazione di uno dei maggiori studiosi dell’artista di Fontana Liri, il professor Floriano De Santi, che mercoledì prossimo, 21 settembre, a partire dalle ore 16, terrà una interessantissima lezione dal titolo accattivante:  “Umberto Mastroianni o la materia incandescente come lava di un vulcano”.

Il convegno di mercoledì prossimo ha il patrocinio anche della città natale dell’artista, Fontana Liri, così come del Centro Studi Marcello Mastroianni. Ma soprattutto, l’evento rientra in quella strategia portata avanti dalla Provincia di Frosinone, in particolare dall’Assessorato alla Cultura e da Antonio Abbate, tutta tesa ad investire nella promozione e valorizzazione delle cultura e dei talenti di un territorio come il nostro che può vantare, in ogni settore delle arti umane, esponenti di altissimo livello.

Tra le eccellenze, naturalmente spicca Umberto Mastroianni. Proprio pochi giorni fa, a testimonianza dell’attenzione della Provincia nei confronti dello scultore, l’assessore Abbate ha partecipato alla mostra internazionale ospitata nei padiglioni del Centro Ceramiche Pagliero di Castellamonte in provincia di Torino proprio dedicata all’artista di Fontana Liri. Una partecipazione che ha significato l’avvio di un percorso tutto incentrato sulla valorizzazione della figura di Umberto Mastroianni da parte dell’amministrazione provinciale, le cui opere, tra l’altro, abbelliscono gli spazi interni di palazzo Iacobucci. Il convegno di mercoledì dà l’avvio ufficiale, infatti, ad un progetto che nei prossimi mesi vedrà la Provincia di Frosinone indirizzare le sue migliori energie alla promozione della figura di Umberto Mastroianni, anche e soprattutto attraverso una rinnovata azione di intervento da parte della Fondazione Mastroianni ospitata nella città di Arpino e nata appunto per valorizzare l’opera dello scultore di Fontana Liri. 

Iannarilli: “Tributo ad un figlio illustre della Ciociaria”. “Un tributo e un omaggio doveroso ad uno dei figli più illustri della Ciociaria. Uno scultore conosciuto e apprezzato a livello internazionale. Umberto Mastroianni ha rappresentato un genio della scultura contemporanea. Le sue opere, ospitate nel palazzo della Provincia, quotidianamente ci ricordano la grandezza della sua arte. Per cui era doveroso rendere omaggio, a cento e uno anni dalla nascita, alla nostra gloria con un convegno dedicato. La Provincia di Frosinone, quale ente di coordinamento del territorio, ha sempre considerato di primaria importanza investire in Cultura, promuovere le nostre migliori espressioni. Mastroianni è un mostro sacro di questa tradizione che noi vogliamo utilizzare come leva di progresso per un intero territorio”.

Abbate: “Valorizzare Mastroianni e la Fondazione a lui dedicata”. “Celebrare la figura e l’arte di Umberto Mastroianni è un dovere e un compito per un’istituzione come la Provincia di Frosinone. Infatti, Mastroianni è un figlio di questa terra, della città di Fontana Liri, ma è patrimonio e vanto dell’intero territorio provinciale, a cui ha saputo dare lustro con la sua arte e le sue opere.

Il convegno che ne celebra l’anniversario della nascita è il punto di partenza di un progetto di valorizzazione della figura dello scultore che la Provincia di Frosinone ha in animo di realizzare. Fulcro di questa azione sarà la rinnovata attività della Fondazione Mastroianni di Arpino che può diventare il centro per antonomasia  per veicolare e realizzare tutta una serie di attività: partiremo proprio  da Umberto Mastroianni, onde intercettare tutte le eccellenze culturali che questa nostra fertile provincia può vantare. Cultura che veramente può fare da traino positivo per la crescita sociale, morale ed economica del nostro territorio”

 

 

 

 

 

 

 

 

19 settembre 2011 0

Le sculture di Patrick Alò in mostra al Palazzo Ducale di Atina

Di redazionecassino1

Si aprirà domani sera, alle ore 19.30, la mostra dello scultore Patrick Alò nel Palazzo ducale di Atina. Una serata dedicata all’arte dello scultore capace di dare forma e sostanza agli oggetti della tradizione vetero industriale. La mostra doveva essere inaugurata la scorsa settimana, ma a causa del lutto che ha colpito la città, con la morte del consigliere comunale Bastianelli, è stata annullata e rimandata alla sola giornata di domani. Ricordiamo che l’evento è promosso dalla Provincia di Frosinone, attraverso l’assessorato alla Cultura e rientra nel progetto dell’assessore Abbate (nella foto accanto ad una delle opere esposte) di portare l’arte e gli artisti nel territorio, nei luoghi di incontro dei cittadini, così da allargare il più possibile il pubblico dei fruitori della Cultura. Infatti, in contempranea con Atina, anche Caprile di Roccasecca, nei locali di Quintessenza ha ospitato le scultura di Alò fino a sabato scorso. Una mostra apprezzata e gustata dal numeroso pubblco che l’aha visitata.“Con la giornata di oggi abbiamo voluto mantenere una promessa nei confronti della città di Atina – ha spiegato Abbate – quella di permettere ai cittadini di poter gustare la splendida arte di Patrick Alò. Una mostra veramente appassionante e coinvolgente che invito a visitare. Un’occasione per conoscere ed apprezzare uno dei talenti più fecondi della nuova generazione artistica della provincia di Frosinone”.

19 settembre 2011 0

Puliamo il Mondo di Legambiente: continua il successo, già 55 iniziative realizzate nel Lazio

Di admin

Dall’Ufficio stampa Legambiente Lazio riceviamo e pubblichiamo: Dopo i primi tre giorni, le iniziative di Puliamo il Mondo registrano già un nuovo successo a Roma e nel Lazio, confermando la riuscita e l’importanza della storica campagna nazionale di Legambiente giunta alla diciannovesima edizione e svolta anche grazie alla collaborazione del Tgr Lazio della Rai.

Sono già diverse migliaia i volontari in azione a Frosinone, Latina e nei Castelli Romani per la rimozione dei rifiuti, come anche nel resto della Regione, nelle prime 55 azioni già realizzate, che proseguiranno fino al 24 settembre. Raccolte nei parchi e nelle strade tonnellate di rifiuti come plastica, vetro, carte, ma anche batterie di auto ed elettrodomestici, lasciati all’aria aperta senza alcuno scrupolo, mettendo a rischio la salute altrui.

“Puliamo il Mondo si conferma un successo, la crisi incoraggia la voglia di darsi da fare, di mettersi insieme e agire concretamente per migliorare i nostri quartieri e i nostri paesi -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Ora sta alle Amministrazioni raccogliere questa disponibilità, smettendola con la sindrome troppo diffusa del “non disturbate il manovratore” e attuando il principio costituzionale della sussidiarietà, del coinvolgimento dei cittadini. Sui rifiuti la ricetta è chiara e dove si applica funziona: porta a porta per la raccolta differenziata. E’ assurdo, allora, che la Regione si ostini verso un nuovo piano rifiuti tutto fatto di discariche e incenerimento, addirittura con un commissario che entro fine ottobre dovrà identificare nuovi siti per seppellire i rifiuti. A Palidoro, Riano, Malagrotta o chissà dove non si dovrà mai scavare, la soluzione è nell’attuazione di un nuovo modello di gestione dei rifiuti.”

Per la Domenica di Puliamo il mondo, ramazze all’opera a Frosinone, Sgurgola (FR) e Latina, dove i circoli Legambiente hanno dato vita ad una grande opera di raccolta rifiuti, con successive visite guidate e altre azioni. Ramazze in azione anche a Vallinfredda (Rm), Lanuvio, Ariccia e Genzano, dove i comuni e Legambiente Appia Sud hanno coordinato l’azione di pulizia nella magnifica area di Colle Pardo e di alcuni tratti della bellissima Appia Antica. A Soriano nel Cimino (Vt), dopo il lavoro dei giorni scorsi, l’attenzione dei volontari si è spostata a Castello Orsini.

Nella Capitale, grande ramazzata a Villa Ada con i volontari del Circolo Legambiente Sherwood, al Parco Talenti pulizia promossa dal circolo Legambiente Aniene, lavori intensi col circolo Legambiente Garbatella al Parco Cavallo Pazzo e nell’area verde di Via Rosa Raimondi Garibaldi. Completato il lavoro da parte dell’Associazione Viviamo Vitinia presso Via Copparo e Via del Risaro, dove sono stati rimossi rifiuti ingombranti quali elettrodomestici e laterizi presenti in zona. Legambiente Capoprati e l’Associazione Tracce hanno raccolto rifiuti nelle scarpate che fiancheggiano la pista ciclabile. Le Guardie per l’Ambiente si sono occupate del parco dell’Acquedotto Alessandrino e anche la Parrocchia di San Michele ha preso guanti e sacchi per un piazzale a Pietralata.

“Per la gestione dei rifiuti e la pulizia, serve una nuova sinergia tra associazioni, comitati e amministrazioni -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. I Comuni devono abbandonare politiche fallimentari e puntare tutto sul porta a porta, eliminando i cassonetti dalle strade, e coinvolgendo i cittadini in un grande progetto di riduzione, riuso e raccolta differenziata che superi le discariche. I cittadini continuano a dimostrare di tenere molto a beni comuni, la stessa cosa devono cominciare a fare le istituzioni”.

Puliamo il Mondo continua fino al 24 settembre ed è ancora possibile aderire alle varie iniziative già fissate o proporne di nuove consultando la pagina web www.legambientelazio.it/puliamoilmondo.html o chiamando la info line 347 2310122