Giorno: 30 settembre 2011

30 settembre 2011 0

Una donna di due quintali non riesce a rincasare, soccorritori in tilt

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non è possibile dire con precisione quanto pesi realmente, alcuni sostengono che superi i 200 chili, ma non c’è una bilancia tanto “capiente” da poterlo certificare. Fatto sta che la settantenne di Piedimonte San Germano, ieri sera ha fatto parlare molto di se e delle problematiche che le derivano dal suo peso eccessivo. La donna M. B., che soffre di molte disfunzioni, alcune delle quali la portano all’obesità, altre, invece, le creano fastidi respiratori, di ritorno dall’ospedale a bordo di un’ambulanza privata, ha messo in crisi un intero sistema perché, allettata, gli operatori sanitari, per via del peso, non riuscivano a portarla nella sua abitazione al secondo piano di una palazzina Ater a Piedimonte San Germano. Chi doveva intervenire tra protezione civile, vigili del fuoco, vigili urbani, carabinieri? Alla fine un gruppo di volenterosi è riuscito nell’intento ma non è detto che la problematica non possa riproporsi. Ermanno Amedei

30 settembre 2011 0

Ruba la borsetta e il bancomat a una dipendente comunale, denunciata una 32enne

Di redazione

Ha rubato la borsa e il bancomat ad una dipendente del comune di Castelfrentano tentando di prelevare soldi allo sportello automatico ma è stata individuata e denunciata dai carabinieri della stazione di Castelfrentano diretti dal comandante della compagnia di Lanciano, il capitano Massimo Capobianco. I Carabinieri della Stazione di Castelfrentano, a conclusione di un’attività investigativa avviata a seguito di un furto subito da una dipendente comunale a cui le avevano asportato la propria borsa lasciata all’interno degli uffici, hanno denunciato una 32enne del luogo R.M. , per aver più volte tentato di utilizzare il bancomat contenuto all’interno del portadocumenti della vittima. La borsa veniva di seguito rinvenuta all’interno di un cassonetto dell’immondizia mancante del portadocumenti che, a sua volta, era stato posto all’interno di un contenitore in uso all’Ufficio postale. La collaborazione fornita dalla popolazione e le immediate ricerche hanno consentito di individuare celermente l’autrice che, già nota ai militari per altre vicende occorse, è stata deferita alla Procura della Repubblica di Lanciano.

30 settembre 2011 0

Corso di segnografia Braille organizzato a Frosinone

Di redazione

L’Assessorato Provinciale alle Politiche Sociali di Frosinone, in collaborazione con la locale sezione dell’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti e l’apporto dell’IRIFOR (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) organizzano un corso per la conoscenza della segnografia braille. Il Progetto è articolato in 10 incontri settimanali di 3 ore ciascuno e si svolgerà nel mese di Novembre in Frosinone. Possono presentare domanda scritta presso la sede Provinciale dell’UICI via M.T. Cicerone 120, il personale docente curriculare e gli specializzati dei diversi ordini di scuola nonché operatori sociali pubblici. Il corso è limitato a 30 partecipanti ed è gratuito. La graduatoria che si stilerà verrà redatta in base alla data di ricevimento della domanda che dovrà essere consegnata ai Sig.ri Nizzardo Luciano o Frantellizzi Daniele dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00, il lunedì-mercoledì dalle ore 15,30 alle ore 18,00 e il venerdì dalle ore 17,30 alle ore 19,00. Il materiale del corso viene reso disponibile durante tutto il corso ma rimarrà di proprietà dell’Unione. Per ulteriori informazioni si può contattare il numero: 0775/270781 o inviare una e-mail a : uicfr@uiciechi.it indirizzando i quesiti alle persone sopra indicate.

30 settembre 2011 0

Due Marescialli dei Carabinieri protagonisti di operazioni mentre erano liberi dal servizio

Di redazione

Un Maresciallo dei Carabinieri in servizio al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Campobasso, abitante a Busso (CB), questa notte è stato svegliato da rumori provenienti dall’abitazione di fronte alla sua; immediatamente il sottufficiale si è accorto che era in corso un tentativo di effrazione da parte di alcuni malfattori travisati da passamontagna e ha allertato la centrale operativa. I malviventi, senza essere riusciti ad entrare né ad asportare nulla, si sono dati a precipitosa fuga a bordo di una autovettura Volkswagen Passat e sono stati successivamente intercettati ed inseguiti dai militari della Stazione di Baranello e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bojano; i fuggitivi riuscivano a far perdere le loro tracce abbandonando il mezzo e scappando a piedi per le campagne. L’autovettura, era stata rubata a Venafro (Is) lo scorso 27 settembre, veniva recuperata e sottoposta ai rilievi tecnici alla ricerca di eventuali tracce dei malfattori, tuttora attivamente ricercati. Analogo episodio ha visto come protagonista un Maresciallo dell’Arma effettivo al Comando Legione Carabinieri Molise il quale, libero dal servizio, mentre transitava in via IV Novembre a Campobasso, notava due giovani che si erano appena impossessati di un bicicletta asportandola dal negozio “Cicli di Niro”; il sottufficiale fermava i due giovani minorenni, entrambi del capoluogo, che, con l’ausilio di una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Campobasso giunti in ausilio sul posto, venivano sottoposti a perquisizione personale. I minori venivano trovati in possesso di capi di abbigliamento asportati poco prima dal negozio “Piazza Italia” corrente presso il centro commerciale “Centro del Molise” e denunciati per furto aggravato ; il valore complessivo della refurtiva, restituita agli aventi diritto, è di circa 400 euro.

30 settembre 2011 0

Furto nella pizzeria di Casalbordino a metà agosto, arrestato il secondo ladro

Di redazione

Nella tarda mattinata di oggi, i militari della stazione Carabinieri di Casalbordino (Ch), hanno tratto in arresto Cretu Gheorghe Ion, 29enne cittadino di nazionalità romena, domiciliato a San Salvo (Ch), in esecuzione di una ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Vasto, D.ssa Anna Rosa Capuozzo. L’uomo è accusato del tentato furto perpetrato il 12 agosto scorso ad un Bar Pizzeria di San Salvo ad opera di tre individui, a seguito del quale veniva dapprima tratto in arresto in flagranza di reato Calin Florin Alexanru, 38enne romeno, e poi denunciato in stato di libertà lo stesso Cretu Gheorghe Ion. Gli accertamenti svolti hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti del cittadino romeno circa la sua partecipazione attiva all’evento delittuoso che non veniva portato a termine solo per il tempestivo intervento dei militari della locale Stazione Carabinieri che nella circostanza, dopo un breve inseguimento nelle campagne circostanti, riusciva a bloccare e ad arrestare solo uno dei malviventi che si erano dati alla fuga. L’arrestato, espletate le formalità di rito, verrà tradotto presso la Casa Circondariale di Vasto a disposizione di quella Procura della Repubblica. L’arresto è stato reso possibile grazie ad una attenta e capillare attività di indagine svolta dalla Stazione Carabinieri di Casalbordino che ha consentito di ricostruire la dinamica del delitto perpetrato in danno di un esercente di Casalbordino e individuare gli autori del reato. In tale contesto è stato intensificato il dispositivo di controllo del territorio messo in atto da questo Comando di Compagnia Carabinieri per contrastare la criminalità predatoria, in particolare furti in danno di abitazioni.

30 settembre 2011 0

Dario, l’airone solitario della villa comunale di Cassino non è più solo

Di redazione

Dario, l’airone solitario che frequentava il laghetto della villa comunale di Cassino non è più solo e da alcune mattine viene visto fare “colazione” insieme ad altri due esemplari. La loro presenza inorgoglisce chi lavora per far si che lo specchio d’acqua possa essere sempre più pulito. Su tutti l’opera dell’associazione Italia Nostra e del suo presidente locale Angelo Spallino che nell’occasione ha scritto una lettera aperta agli amministratori della città. “l’esemplare che vedete insieme a lui nella foto e’ probabilmente la sua compagna mentre il terzo e’ volato via prima che lo potessi filmare. Fa piacere per Dario e fa piacere sopratutto a quanti si dedicano da anni alla pulizia dell’ambiente fluviale perché vedono premiato il loro impegno. Gli aironi frequentano il laghetto perché grazie alla costante pulizia dalle alghe e dai rifiuti la qualità delle acque ha permesso lo sviluppo del novellame di cui gli aironi sono ghiotti. Italia Nostra coglie l’occasione per ribadire la sua linea per il Parco del Gari: e’ sopratutto un bene ambientale di inestimabile valore che va recuperato e migliorato per una fruizione responsabile e sostenibile senza derive speculative od affaristiche; solo come tale può essere inserito in un discorso globale turistico-economico. Il riferimento e’ valido anche per la Villa Comunale dove purtroppo scorazzano dannosissimi esemplari a due e quattro zampe che non hanno alcun rispetto ne’ per la fauna ne’ per la flora: guardare che fine hanno fatto le piantine messe a dimora dal Parco degli Aurunci, o distrutte o asportate! Gli animali a quattro zampe, randagi affamati, vedono nella fauna e quindi negli aironi un succulento pranzetto. Noi abbiamo il preciso impegno di difenderli! Italia Nostra e’ quindi in trepida attesa della convocazione della Consulta per l’Ambiente dove portare un articolato piano per il recupero, il controllo, la tutela di un ambiente fluviale urbano che Cassino potrebbe vantare come unico ben al di là dei confini nazionali”.

30 settembre 2011 0

Noto oculista di Cassino coinvolto in una indagine casertana, chiuso l’ambulatorio

Di redazione

Un noto oculista di Cassino, S. S. di 62 anni è rimasto coinvolto in una indagine svolta dalla guardia di Finanza di Caserta che indagava, su disposizione del sostituto procuratore Antonella Cantiello della procura della Repubblica di Santa Maria Capuavetere, sull’attività della clinica Med Laser di San Nicola La Strada (Ce). Gli uomini del capitano Salvatore Tramis avrebbero accertato grosse irregolarità nel rispetto del testo unico sanitario e, per questo, sono stati denunciati l’amministratore della società, G.R. di 50 anni, il direttore sanitario, L.A. di 55 anni, nonché un noto oculista, S.S. di 62 anni, titolare anche di uno studio professionale in Cassino, che da ulteriori controlli è risultato anch’esso del tutto privo delle autorizzazioni previste per l’esercizio dell’attività sanitaria. I Sindaci dei Comuni di S. Nicola la Strada (CE) e di Cassino (FR), su disposizioni del Pubblico Ministero titolare delle indagini, sono stati incaricati di eseguire la chiusura dei predetti studi medici, che, secondo le prescrizioni di legge, è prevista fino a un massimo di tre mesi.

30 settembre 2011 0

Operatore turistico dentistico, falso medico consegnava dentiere durante viaggi in Olanda

Di redazione

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, al termine di una attività investigativa posta in essere anche attraverso pedinamenti ed appostamenti, hanno individuato nella città capoluogo uno studio odontotecnico privo delle prescritte autorizzazioni previste dal Testo Unico delle Leggi Sanitarie. L’attività era gestita da un falso medico che non aveva mai conseguito alcun titolo per l’esercizio della professione di odontoiatra, il quale, all’atto del controllo delle Fiamme Gialle comandate dal capitano Salvatore Tramis, è stato sorpreso mentre era intento ad applicare una dentiera ad una ignara cliente. Lo studio e le relative attrezzature sono state sottoposte a sequestro dai militari ed il fasullo dentista, C.M. di anni 39, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere per esercizio abusivo della professione medica di odontoiatra. Il particolare curioso è che il fantomatico professionista è conosciuto dai suoi pazienti come odontotecnico e al Fisco, invece, solo come assistente turistico. Egli, infatti, organizzava viaggi all’estero principalmente in Olanda, dove nell’arco di tre giorni venivano consegnate ai suoi clienti dentiere complete. Durante il controllo, le Fiamme Gialle hanno inoltre identificato una lavoratore in nero intentoa ad effettuare riparazioni alle protesi dentarie.

30 settembre 2011 0

Pescato sottomisura sequestrato e donato a istituto religioso

Di redazione

Nell’ambito della attivita’ svolta dalla guardia costiera di Gaeta, finalizzata al controllo della intera filiera della pesca, si e’ proceduto ad una serie di controlli a terra e a mare. Questa attività ha visto impegnato per l’intera giornata di ieri gli uomini e le motovedette della guardia costiera agli ordini del comandante Francesco Tomas, consentendo di controllare numerosi pescherecci nel porto di Gaeta al rientro dall’attività di pesca. Al termine dei controlli sono stati sequestrati circa 50 kg di prodotto ittico sottomisura con conseguente comunicazione di notizia di reato alla competente autorità giudiziaria. Il prodotto sequestrato dopo gli accertamenti di rito della A.s.l. sono stati donati ad un istituto religioso di Gaeta. La pesca del prodotto ittico sottomisura e’ sempre dannosa per l’ambiente marino poiché favorisce il depauperamento della risorsa ittica impedendone il ripopolamento. E’ stato denunciato alla autorita’ giudiziaria anche il titolare di un esercizio commerciale per aver posto in vendita’ prodotto ittico in scatola scaduto da oltre un anno. Questi controlli finalizzati alla tutela del consumatore hanno comportato anche il sequestro e l’accertamento di illeciti e conseguente sanzioni per mancata etichettatura del prodotto. Nell’ambito di questa attivita’ ad ampio raggio il personale della guardia costiera di Formia ha sanzionato un esercizio commerciale di Frosinone per mancata tracciabilità del prodotto. Questa operazione che ha comportato l’elevazione di circa 10.000 euro di sanzioni, si pone alla vigilia del fermo biologico che, come disposto dal decreto del ministro delle politiche agricole alimentari e forestali del 14 luglio 2011, prevede l’interruzione della pesca dal 30 settembre al 29 ottobre per le unita’ autorizzate al sistema di pesca a strascico e/o volante.

30 settembre 2011 0

Il cassinate difensore del Torino, Angelo Obgonna, nella Nazionale di Prandelli. Quasi certa la convocazione al posto di Ranocchia

Di redazionecassino1

Importante riconoscimento per il giovane difensore cassinate Angelo Obgonna, che milita nel Torino da alcuni anni. Ogbonna, infatti,  sarà in apprensione domenica quando Prandelli renderà ufficiali le convocazioni per le due partite della nazionale italiana contro Serbia (a Belgrado) e Irlanda del Nord (a Pescara). Con l’assenza di Ranocchia infortunato (che sarebbe comunque rimasto a casa perchè, secondo il codice etico inserito dal Mago di Orz, non l’avrebbe convocato perchè espulso contro il Novara) spazio al difensore granata, ormai scelto ad essere proprio il vice Ranocchia con l’Italia. Il giocatore dovrebbe finalmente anche esordire in campo, fatto finora mai avvenuto. Un bel riconoscimento anche per il Torino avere un “azzurro” in squadra nonostante la serie B.