A Frosinone la XIV edizione del workshop turistico Buy Lazio

14 settembre 2011 0 Di redazione

L’offerta turistica laziale incontra la domanda internazionale
Si terrà dal 15 al 18 settembre 2011 presso la sede della Villa Comunale di Frosinone la quattordicesima edizione del workshop turistico Buy Lazio, organizzato dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio del Lazio in collaborazione con l’Assessorato al Turismo della Regione Lazio, il pieno coinvolgimento delle singole Camere di Commercio del Lazio, i Comuni di Frosinone, Fiuggi e Cassino..
Questi i numeri della XIV edizione:
-75 Buyers invitati provenienti dai mercati europei
– 132 Sellers laziali accreditati in rappresentanza di circa 250 operatori
Analisi dei Buyers
La quattordicesima edizione del Buy Lazio, come per gli ultimi tre anni, è dedicata all’Europa quale mercato di riferimento facendo registrare la presenza di 20 Paesi.
La mappa geografica di provenienza dei buyer si configura con la seguente ripartizione: SPAGNA (4); FRANCIA (5), BENELUX (3); MERCATI di LINGUA TEDESCA (12) di cui 4 dall’Austria, 6 dalla Germania e 2 dalla Svizzera; CENTRO/EST EUROPA (23) di cui 3 dalla Polonia, 5 dalla Slovacchia, 3 dalla Repubblica Ceca, 2 dall’Ungheria, 8 dalla Russia e 2 dall’Ucraina; REGNO UNITO (6); MERCATI SCANDINAVI (16) di cui 6 dalla Danimarca, 4 dalla Norvegia e 6 dalla Svezia; REPUBBLICHE BALTICHE (6) di cui 1 dall’Estonia, 3 dalla Lettonia e 2 dalla Lituania;
La provenienza geografica dei buyer è così articolata, il Centro/Est Europa con il 31% di presenze, la Scandinavia con il 21%, l’Area di Lingua Tedesca con il 16%, la Francia con il 7%, il Benelux con il 4%, le Repubbliche Baltiche con una quota dell’8%, la Spagna con il 5% e infine il Regno Unito con l’8%.
Il consolidamento della destinazione Lazio, attraverso la partecipazione al Workshop Turistico Buy Lazio, valutato dai buyer come l’evento di riferimento per un’approfondita e diretta conoscenza dell’offerta turistica regionale di qualità, registra una presenza di 25 “repeaters”, pari al 33% dei partecipanti, che grazie al Buy Lazio hanno potuto tessere e consolidare rapporti con l’offerta del territorio, diventandone un gruppo di Destination Specialist e di 50 “new entries” pari al 67% dei buyer invitati segno che nuovi operatori