Abbruzzese in Scozia con una delegazione di 7 sindaci della Val di Comino

6 settembre 2011 0 Di admin

“Ritengo importante per chi rappresenta un’Istituzione, per di più connotata territorialmente, mantenere un legame con i tanti italiani che, pur avendo scelto un altro Paese nel quale vivere, spesso per motivi contingenti legati al lavoro, non hanno certo smesso di sentirsi italiani. Un vero e proprio sentimento di unità che ho potuto toccare con mano e che rafforza lo spirito dei festeggiamenti del 150esimo dell’Unità d’Italia”, lo ha detto il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, giunto in Scozia per un ciclo di incontri con i rappresentanti delle istituzioni politiche e culturali di Glaslow ed Edimburgo.

“Le comunità italiane all’estero – ha continuato il presidente dell’Assemblea regionale del Lazio – sono una realtà fortemente significativa in tanti Paesi, in Europa e nel mondo. Così anche in Scozia dove ho avuto modo di conoscere una folta rappresentanza di connazionali, molti dei quali,peraltro, legati originariamente alla provincia di Frosinone e spesso diventati imprenditori di successo. A conferma della laboriosità e della intraprendenza delle nostre genti che hanno saputo valorizzare e portare nel mondo dall’inizio del Novecento, le proprie capacità e dunque il ‘Made in Lazio’. Per questo voglio ringraziare in particolar modo il sindaco di Picinisco, Giancarlo Ferrera, che ha voluto che fossi qui con gli altri sindaci di Atina, Belmonte Castello, Casalattico, Casalvieri, Settefrati e Terelle per conoscere e apprezzare le iniziative culturali e sociali che organizzano ogni anno e alle quali anche il Consiglio regionale ha voluto dare il proprio sostegno”.

Un viaggio certamente breve, ma molto intenso visti i numerosi appuntamenti che sono stati calendarizzati in poco più di 24 ore. Prima tappa nella cittadina di Glaslow dove il presidente Mario Abbruzzese, insieme ai sette sindaci della Valle di Comino, ha incontrato l’arcivescovo Monsignor Joseph Mario Conti presso la cattedrale cattolica di St. Andrew. Proprio qui è stato inaugurato l’Italian Cloister Garden, realizzato con l’aiuto del Consiglio regionale del Lazio e del Comune di Picinisco.

La serata si è conclusa in un ristorante italiano, affollato di imprenditori originari di Picinisco e dei paesi limitrofi, e alla quale ha preso parte anche il console italiano in Scozia, Mauro Carfagnini, ed il presidente del Comites, Adriano de Marco.

Nella mattinata successiva si è poi svolto l’incontro presso l’Università di Edimburgo per la presentazione della nuova edizione del “Gadda Prize”, un concorso letterario per ragazzi di tutta Italia.

“Questo premio, che ha già raccolto il sostegno di molte Istituzioni, anche nazionali – ha ricordato Abbruzzese – è un riconoscimento al talento dei nostri giovani. Per questo motivo anche il Consiglio regionale del Lazio ha voluto dare il proprio sostegno. I primi sei classificati verranno premiati con un soggiorno di una settimana presso questa prestigiosa Accademia. Un’esperienza di arricchimento culturale e umano, che vuole mantenere vivo questo legame che esiste già oggi tra Italia e Scozia”.

Il presidente Abbruzzese è stato infine ricevuto presso gli uffici del Parlamento dal deputato Mario Biagi, un giovane italo-scozzese, delegato dal primo ministro Salomon. Un incontro particolarmente cordiale, occasione per un confronto sul funzionamento dei rispettivi sistemi politici dei due Paesi europei.