Cambio al vertice del Raggruppamento Unità Addestrative dell’Esercito Italiano di Capua

10 settembre 2011 0 Di redazione

Presso la Caserma Militare “O. Salomone” ha avuto luogo la cerimonia del cambio del Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative dell’Esercito. Presenti alla cerimonia il Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Emilio Gay, Comandante per la Formazione dell’Esercito, le massime Autorità militari, civili e religiose, i Gonfaloni del Comune di Bellona, del Comune di Capua, della Provincia di Caserta e dei Comuni di Terra di Lavoro, oltre alle rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.
Al cospetto della Bandiera di Guerra del 47° RAV “Ferrara”, e con la rappresentanza militare del 85° RAV “Verona”, 235° RAV “Piceno”, 123° rgt. “Chieti” e del 57° btg. “Abruzzi”, il Generale di Brigata Attilio Claudio BORRECA, giunto al termine del suo mandato naturale, dopo circa due anni di intenso lavoro, ha lasciato il Comando del Raggruppamento al Generale di Divisione Antonio ZAMBUCO, proveniente dal Comando Logistico Sud di NAPOLI. Presenti inoltre alla cerimonia: il Gen. Del Casale “Accademia Militare Modena”; il Gen. Spinelli “Scuola di Applicazione Torino”; il Gen. Ranucci “Scuola Sottufficiali dell’Esercito Viterbo”; il Gen. Di Luzio “Scuola Lingue Estere dell’Esercito Perugia e il nuovo Comandante della Caserma “Piceno” di Ascoli, Colonnello Michele VICARI che recentemente ha sostituito il Colonnello Ciro ANNICHIARICO.
Dopo gli onori militari, per il commiato, ha preso la parola il Generale BORRECA, ringraziando le Autorità ed il Corpo militare per la collaborazione avuta e sottolineando l’efficienza del raggruppamento, che, in solo due anni, ha addestrato 24mila volontari e celebrato 23 cerimonie di giuramento:..”Nel lasciare l’incarico, devo darvi pienamente e meritatamente atto che mi avete dato sicuramente più di quanto mi aspettassi”. Ha poi proseguito: “Consentitemi ora di rivolgere un affettuoso ringraziamento a coloro che, lontano dalla scena, in assoluto silenzio, ma con tanto amore mi hanno sempre confortato e sostenuto moralmente: mia moglie Pina e i miei due figli, Giovanni e Anna”. Ha poi concluso: “ Al Generale Antonio ZAMBUCO, al quale mi legano sentimenti di amicizia e di stima, affido una Unità che sicuramente non deluderà le Sue aspettativa. Sono certo che tutti voi del Corpo militare saprete assicurare la stessa disponibilità al Generale ZAMBUCO. Nel salutarvi, con l’onore e l’orgoglio di essere stato il vostro Comandante, dal profondo del cuore vi auguro ogni bene”.
Il Comandante dello schieramento, ha pronunciato il passaggio del comando: “ UFFICIALI, SOTTUFFICIALI,GRADUATI,MILITARI DI TRUPPA E DIPENDENTI CIVILI. IN NOME DEL CAPO DELLO STATO VOI RICONOSCERETE IL GENERALE DI DIVISIONE ANTONIO ZAMBUCO QUALE COMANDANTE DEL RAGGRUPPAMENTO UNITA’ ADDESTRATIVE DELL’ESERCITO”.
Ha preso poi la parola il nuovo Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative, Generale Antonio ZAMBUCO, che ha espresso il proprio saluto ai presenti ed ha ringraziato il Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Emilio GAY, per l’incarico ricevuto, e ha rivolto un affettuoso saluto al predecessore Generale Attilio Claudio BORRECA. Poi si è rivolto al Raggruppamento: “ A voi tutti, ufficiali, sottoufficiali, graduati, truppa, carabinieri e personale civile il compito di continuare ad operare con la passione e con la dedizione di sempre. E’ un compito solo apparentemente semplice, perché implica il possesso e la testimonianza continua, con i fatti, di doti non comuni, ovvero: coraggio, forza morale, spirito di sacrificio, altissimo senso del dovere, oltre che una spiccata professionalità, che costantemente si confronta con il mondo che ci circonda. Ai Comandanti dei vari livelli, ricordo che l’esempio è il cardine su cui incentrare la propria azione di comando che va perseguita con una politica di gestione del personale né dura, né debole, ma semplicemente “EQUA” e rispettosa dell’altrui dignità”.
Servizio e foto Alberto Ceccon