Fabbrica esplosa, consiglio provinciale sospeso in segno di cordoglio

12 settembre 2011 0 Di redazione

In segno di cordoglio la seduta di Consiglio provinciale prevista per questo pomeriggio si è tenuta in forma ridottissima. I lavori sono stati aperti dal Presidente della Provincia di Frosinone che ha comunicato la proposta di sospendere la seduta subito dopo l’apertura di un solo punto all’ordine del giorno i cui termini sarebbero scaduti, riguardante l’approvazione della convenzione per la candidatura al progetto “Le Province del benessere”.
“La nostra provincia è stata travolta da una terribile evento luttuoso – ha detto il presidente Iannarilli – una sciagura enorme per la quale anche tutte le più alte Istituzioni dello Stato hanno manifestato il loro cordoglio. Io mi recherò sul luogo della disgrazia, a Carnello, subito dopo la chiusura dei lavori.
Ricordiamo oggi anche un altro evento luttuoso, quella della scomparsa del consigliere comunale di Atina, un mio amico, Giandomenico Bastianelli”.
Il Presidente del Consiglio provinciale, Cippitelli, ha proposto un minuto di silenzio in ricordo delle vittime.
A nome delle opposizioni ha preso la parola il consigliere Gian Franco Schietroma che associandosi alle parole del Presidente Iannarilli ha ricordato come la giornata odierna abbia riservato per la provincia di Frosinone anche un altro episodio molto grave, da stigmatizzare e cioè l’attentato dinamitardo ai danni di un ristorante in pieno centro.
Per i gruppi di maggioranza ha preso la parola il Consigliere Giannandrea per confermate la vicinanza di tutti i consiglieri alle famiglie delle vittime e riservare un pensiero per il suo concittadino, Bastianelli.