Incontro con Mirabella per presentare le osservazioni sull’atto aziendale

22 settembre 2011 0 Di admin

Questa mattina l’assessore alla sanità del Comune di Cassino, Stefania Di Russo, ha incontrato il Dott. Mirabella, direttore dell’Asl di Frosinone, per riportare le osservazioni effettuate dall’Amministrazione comunale e dal Sindaco in persona. “L’Amministrazione comunale – ha detto il Sindaco – dopo un’attenta disamina dell’atto aziendale ha ritenuto effettuare alcune osservazioni che questa mattina la Dott.ssa Di Russo ha portato personalmente al diretto generale dell’Asl di Frosinone, Dott. Carlo Mirabella. Siamo preoccupati dell’assenza di una progettualità che crei sintonia e sinergia nella complessità assistenziale e possa fare emergere la capacità di dare risposte concrete agli utenti in termini di quantità e qualità. L’atto Aziendale non tiene conto, contravvenendo alle premesse, del territorio della provincia di Frosinone, caratterizzato da zone poco collegate tra loro e spesso difficili da raggiungere per molti utenti. Mi auguro che, oltre alla conferma delle strutture ci sia anche un potenziamento delle stesse ed un incremento delle risorse umane al loro interno. Sono contento che l’incontro sia andato bene, come confermato dall’assessore Di Russo e spero a questo punto che le nostre osservazioni vengano accolte in pieno. Quello che chiediamo, infatti, è la tutela della salute dei nostri cittadini e solo un ospedale funzionante può garantirla.” L’incontro, che si è svolto negli uffici dell’Asl del capoluogo ciociaro, come ci conferma l’assessore Stefania Di Russo che ha posto l’accento sulla natura tecnica, non politica, delle osservazioni avanzate. “Come prima cosa – ha detto la Di Russo – voglio rassicurare i cittadini che fanno parte del comprensorio cassinate sulla permanenza, sia del Csm che dell’Utr, qui a Cassino. Il Dott. Mirabella mi ha personalmente garantito che ci sarà un potenziamento dei centri territoriali, in un’ottica di omogeneità degli stessi con i servizi ospedalieri, che non verranno assolutamente trasferiti altrove. Una notizia importantissima visto che si tratta di strutture che rappresentano un valido punto di riferimento a cui fanno capo, spesso più volte al giorno e non solo per problematiche di tipo sanitario, persone che hanno difficoltà relazionali, gestionali ed organizzative. Nel corso dell’incontro, inoltre, ho richiesto 4 posti di neonatologia prenatale ed il potenziamento del reparto di pediatria che, allo stato attuale delle cose, dovrebbe perdere 3 posti a Cassino e 14 in tutta la provincia di Frosinone. Qualora questo non dovesse verificarsi, ho voluto comunque far presente al direttore dell’Asl di Frosinone, la necessità di attivare una OBI (osservazione breve intensiva) pediatrica che possa garantire un servizio efficace ed idoneo. Il Dott. Mirabella si è poi impegnato per il potenziamento del reparto di cardiologia di Frosinone, con l’attivazione completa dell’emodinamica tutti i giorni della settimana h24, come punto di partenza per estendere il servizio, nel prossimo futuro, anche all’ospedale di Cassino. Sono state formulate anche diverse ipotesi in merito all’attivazione di un centro per l’autismo e di uno per i disturbi alimentari dell’infanzia che ci auguriamo possano essere realizzate.”