La nuova Manovra economica chiude alla Cig e alla Mobilità in deroga, l’allarme della A.S.La. Cobas

27 settembre 2011 0 Di redazione

“La manovra economica del governo deliberata alcuni giorni fa’ dal parlamento non prevede il rifinanziamento della cassa integrazione e la mobilità in deroga. Questo ridurrà migliaia di famiglie del Cassinate sull’astrico”. Lo scrive in una nota stampa Salvatore Ascione Segretario Provinciale della A.S.La.Cobas. “E’ necessario – continua il sindacalista – che il governo proroghi lo strumento della cassa integrazione e della mobilità in deroga anche per l’anno 2012.
Questi sono strumenti indispensabili per le aziende di piccole e piccolissime dimensioni, che rappresentano la maggioranze delle imprese del Cassinate, e di contenimento della disoccupazione.
Senza questi ammortizzatori sociali centinaia di aziende, del Cassinate rischierebbero di chiudere i battenti in quanto non avrebbero la possibilità di accedere alla cassa integrazione ordinaria e sarebbero costrette a licenziare.
Inoltre essendo queste aziende fuori dalla possibilità della mobilità ordinaria , perche la maggior parte con meno di 15 dipendenti, i lavoratori rimarrebbero senza lavoro e senza mobilità.
Noi dell’A.S.La COBAS crediamo che non esistono lavoratori o aziende di serie “A” e di serie “B”, i nostri governati oltre a rifinanziare subito gli ammortizzatrori sociali in deroga devono estendere gli ammortizzatori ordinari anche alle aziende con meno di 15 dipendenti”.