L’Ater di Frosinone per l’edilizia residenziale sceglie le energie alternative. A Piedimonte i primi alloggi dotati di impianti fotovoltaici

3 settembre 2011 1 Di redazionecassino1

L’Ater di Frosinone sceglie la strada delle energie rinnovabili e del recupero economico. L’ Energia pulita e il risparmio ambientale da ieri fanno parte anche delle case di edilizia residenziale pubblica. L’Ater della provincia di Frosinone ha, infatti, installato ed attivato i primi tre impianti di pannelli fotovoltaici. Le nuove tecnologie sono state realizzate nelle abitazioni di Piedimonte San Germano, in viale Tiziano. Ogni corpo di fabbrica possiede un proprio impianto capace di produrre circa 5 kwp. Queste tecnologie sono in grado di coprire i costi di energia per le parti comuni, per gli impianti di ascensore, i vani scala, l’illuminazione di piloty e le parti esterne (parcheggi, giardini, ecc). Ciò comporterà il conseguimento di due importanti risultati: 1) un risparmio notevole in bolletta per gli inquilini Ater; 2) un’entrata all’Azienda per la durata di 20 anni. I pannelli fotovoltaici di ultima generazione sono stati installati sui terrazzi delle abitazioni appena ristrutturate e andranno ad ottimizzare la gestione energetica all’interno dei palazzi. Va ricordato che questo tipo di investimento è stato eseguito interamente dall’Ater con alcuni fondi di riserva appositamente investiti a tale scopo. Oltre al comune di Piedimonte San Gemano sono stati già montati e presto saranno attivati ulteriori tre impianti fotovoltaici anche per le nuove abitazioni del quartiere Di Vittorio di Ceccano. Anche in questo caso si prevedono risparmi energetici per le 48 famiglie che vi risiedono ed un’entrata ventennale per le casse Ater.  “L’azienda – spiega il Commissario Ater, Enzo Di Stefano – è molto attiva in questo ambito e ha già inoltrato una richiesta fondi per investire nell’energia pulita e dotare le abitazioni da noi gestite di una tecnologia d’avanguardia in grado di produrre energia pulita e di contribuire al risparmio delle famiglie che vi risiedono. In tempo di crisi economica un risparmio, seppur da suddividere con gli altri inquilini, rappresenta un piccolo ma importante contributo per le famiglie. E’ volontà dell’Azienda di proseguire sulla strada appena intrapresa ed investire su questo settore. Le abitazioni Ater devono costituire un esempio sia per la tipologia delle nuove costruzioni in termini di progettualità e di materiali utilizzati, sia per gli investimenti destinati ad incentivare l’utilizzo di tecnologie pulite. In futuro, quindi, si investirà sempre più in termini di qualità e nelle tecnologie volte al rispetto dell’ambiente e al risparmio energetico”.