Mille Giovani per la pace, oggi si parla di lavoro con comune, università, Unindustria e rappresentanti politici

21 settembre 2011 0 Di admin

“Basta nel definire la nostra città Città martire, Cassino deve diventare una città messaggera di pace. Tutti i giovani devono avere la tessera di operatori di pace.” Queste le parole pronunciate da Luigi Maccaro, responsabile della sede Exodus di Cassino, al termine della messa celebrata dall’Abate di Montecassino dom Pietro Vittorelli. La cerimonia religiosa ha dato il via all’ edizione 2011 della Mille Giovani per la Pace. Dopo la messa e l’inaugurazione della mostra di pittura Metamorfosi di Danilo Salvucci, la serata di martedì è proseguita con l’apertura, in piazza De Gasperi, del Villaggio della Pace. Nella mattinata di oggi, invece, il Villaggio ha accolto ben 150 bambini delle scuole elementari della città, i quali in Sala Restagno hanno partecipato all’incontro organizzato da Exodus. “Abbiamo illustrato – hanno sottolineato Marisa Del Maestro e Rosy Marino della fondazione Exodus – i progetti di educazione alla pace volti a creare una cultura delle relazioni nelle scuole.” Dopo l’incontro i bambini si sono riversati in piazza, dove hanno visitato gli stand e la fattoria didattica. Alle 12.00, come da programma, i giornalisti hanno incontrato Luigi Maccaro, un’occasione per fare un bilancio della prima giornata. Nell’esprimere soddisfazione per il successo riscosso ieri, Maccaro ha ribadito: “Dobbiamo abbandonare la definizione di Città martire e parlare di Città messaggera di pace.” E parlando dei giovani ha aggiunto: “I giovani sono la vera risorsa del territorio. La classe dirigente è stanca e incapace di guardare il futuro e di capire i veri bisogni. L’università è l’unica speranza del nostro territorio. I giovani potrebbero rivoltare la città come un calzino se prendessero coscienza delle loro capacità. Eventi come questi sono importanti perché servono a spronare i giovani sulle proprie capacità di organizzare e progettare. Alla luce di ciò sabato chiederò a Don Antonio Mazzi, al rettore e al sindaco di annunciare già da

ora la data dell’edizione 2012 di Mille Giovani.” Tra le altre cose Maccaro ha detto anche che, al termine della manifestazione, pubblicherà sul sito www.millegiovaniperlapace.it i costi della rassegna.
Il programma di oggi pomeriggio prevede lo svolgimento della tavola rotonda, moderata dal giornalista Loris Fratarcangeli, dal titolo “Un territorio alla ricerca della propria vocazione.” Gli illustri ospiti ripercorreranno gli ultimi decenni di storia economica-sociale del Cassinate mettendo in luce le criticità del sistema ed elaborando una proposta di sviluppo credibile in grado di dare fiducia e speranza alle nuove generazioni. A relazionare saranno: Giuseppe Golini Petrarcone, sindaco di Cassino, Ciro Attaianese rettore dell’università di Cassino e del Basso Lazio, Marcello Pigliacelli vice presidente Unindustria Lazio, Francesco De Angelis eurodeputato, Anna Maria Tedeschi consigliere regionale, Simone Costanzo consigliere provinciale, Vincenzo Formisano, vice presidente Banca Popolare del Cassinate.

La serata si concluderà con il concerto dell’orchestra Ariacorte. Alle ore 20.00, invece, nella Sala Restagno il circolo Fuorifuoco proietterà un film ispirato al tema della giornata. Il film è “Tutta la vita davanti” di Paolo Virzì.

Ricordiamo che il Villaggio della Pace in piazza De Gasperi fino al prossimo 24 settembre ospita un’ampia ed attrezzata area riservata alle attività sportive (scherma, pallavolo, atletica, fitness, basket e calcio), un’area per i più piccoli con giochi e la fattoria didattica, 46 associazioni di volontariato tra cui il Punto Famiglia e l’Unità di Strada della Comunità Exodus oltre allo stand gastronomico.

L’’evento “Mille Giovani per la Pace” è promosso dalla Fondazione Exodus, organizzato in stretta collaborazione con il Comune di Cassino e l’Università degli Studi di Cassino, e patrocinato dalla Provincia di Frosinone, dalla Regione Lazio e dal Ministero della Gioventù.