Operazione Fieno in Cascina 2011, Aidaa insieme ai cavalli nel carcere di Bollate

23 settembre 2011 0 Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo:
Parte l’operazione “fieno in cascina 2011” di AIDAA, operazione con la quale l’associazione animalista milanese invita i suoi soci a sostenere economicamente i progetti di recupero e salvaguardia dei cavalli salvati dal macello o comunque recuperati per essere poi destinati ad un utilizzo sociale.

Quest’anno sono due i progetti a cui AIDAA farà riferimento.

Il primo è quello proposto dalla scuderia Unicorno di Corciano in provincia di Perugia diretta da Catia Brozzi responsabile del dipartimento cavalli della stessa AIDAA e responsabile regionale dell’Umbria, questo progetto prevede la possibilità di adottare a distanza uno dei 24 cavalli recuperati o salvati dal macello che dopo essere stati recuperati vengono in parte utilizzati per l’ippoterapia rivolta principalmente ai ragazzi portatori di handicap.

Il secondo progetto spostato quest’anno da AIDAA all’interno dell’operazione “Fieno in cascina 2011” riguarda il sostegno al progetto cavalli in carcere proposto dall’associazione salto oltre il muro diretta da Claudio Villa che opera all’interno della casa circondariale di Bollate in provincia di Milano.

Questo progetto rientra in una filosofia molto importante per le finalità proprie di AIDAA, infatti all’interno del carcere di Bollate Claudio Villa insieme ai suoi collaboratori dopo aver salvato e recuperato 13 cavalli a fine carriera propone una serie di attività rivolte sia ai carcerati ospiti della casa circondariale di Bollate che attraverso appositi corsi (Artiere-Maniscalco-Sellaio o Addetto all’ippoterapia) permettono ai detenuti una possibilità di formazione professionale che potrà avere a fine pena diverse opportunità di reinserimento sociale e lavorativo.

L’associazione inoltre rivolge anche una serie di attività destinate ai non detenuti quali la preparazione di base sulla conoscenza del cavallo a terra e la messa in sella per i principianti ed i bambini ed i corsi di equitazione per gli adulti con esperienza.

“Si tratta di due progetti estremamente importanti e che vedono coinvolti oltre ai cavalli a fine carriera o salvati dal macello anche due fasce di popolazione umana particolarmente deboli, quali i carcerati ed i bimbi portatori di handicap –ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – per questo motivo non abbiamo esitato un solo momento a sposare entrambi i progetti, quello di Catia rivolto ai bimbi che ha permesso di salvare i cavalli dal macello ed a fine carriera e che ci permette allo stesso tempo di aiutare e qualificare l’attività a sostegno dei bimbi speciali attraverso il contatto diretto con il cavallo, e poi il progetto di qualificazione professionale che Claudio sta portando avanti in carcere e che permette anche in questo caso nuove prospettive di vita per cavalli a fine carriera e per le persone che vivono una condizione restrittiva a causa dei propri sbagli. Noi come AIDAA invitiamo i nostri soci ed amici a sostenere entrambi i progetti sia per l’adozione a distanza dei cavalli di Claudia per cui basta un versamento che parte da dieci euro al mese, sia nelle necessità del gruppo di Claudio che necessità innanzitutto proprio del fieno nel senso vero del termine, Siamo certi di una risposta generosa da parte di tutti sia dei soci AIDAA che delle altre persone che saranno coinvolti in questa iniziativa, come al solito i soldi non passeranno da noi ma saranno gestiti direttamente dai responsabili dei due progetti a cui siamo grati per questa loro attività a tutela di uomini e cavalli”.

PER ADERIRE AL PROGETTO UNICORNO ADOTTA UN CAVALLO A DISTANZA

TELEFONARE A CATIA BROZZI 335 229229

OPPURE INVIARE UNA DONAZIONE DIRETTAMENTE ALL’OPERAZIONE ADOTTA UN CAVALLO A DISTANZA

BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA

IBAN IT 43 D 01030 38500 000000749110

PER ADERIRE AL PROGETTO CAVALLI IN CARCERE – ASSOCIAZIONE SALTO OLTRE IL MURO DI BOLLATE

CONTATTARE DIRETTAMENTE CLAUDIO VILLA (DOPO LE 20) al numero 348 4423415