Operazione “pino sul fiume”, la Guardia di Finanza sequestra oltre 30kg di marijuana

2 settembre 2011 0 Di admin

Altra duro colpo inferto dalla Guardia di Finanza ai trafficanti di droga ciociari.
Rinvenuta e sequestrata in pieno centro a Frosinone un’altra piantagione di marijuana.
Sequestrate piante alte più di tre metri dal peso complessivo di oltre 30 kg.

Prosegue l’opera di prevenzione e di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti e psicotrope che tanta intensificazione sta avendo in questa stagione estiva da parte del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Frosinone.
Nella mattinata odierna i Finanzieri hanno portato a compimento un’ulteriore sequestro di sostanza stupefacente che si va ad aggiungere agli oltre 60 chilogrammi sequestrati nel giorno di Ferragosto.
Stavolta gli uomini della Sezione Mobile del Nucleo di Polizia Tributaria a seguito di una meticolosa attività di intelligence e di controllo del territorio, sono riusciti ad individuare, in un’altra zona boschiva di Frosinone, una piantagione di marijuana costituita da piante di notevoli dimensioni messe a coltura di un fondo.
Le piante dello stupefacente, dal peso complessivo di circa 30 chilogrammi, grazie al clima molto caldo di questi giorni e curate in maniera appropriata attraverso una tecnica colturale consolidata, avevano raggiunto un’altezza imponente, vicina ai 3 metri che, pur sapientemente occultate alla vista, non sono sfuggite all’occhio esperto dei militari.
Anche in questo caso i Finanzieri si sono addentrati con difficoltà nel fitto campo ove dopo un’approfondita ricognizione del sito hanno scoperto l’esistenza delle piante di marijuana.
Le piante sono state faticosamente estirpate e sottoposte a sequestro a carico di ignoti.
La piantagione sequestrata, dopo l’essiccazione avrebbe consentito la produzione di alcuni chilogrammi di sostanza stupefacente per l’ottenimento di migliaia di dosi di marijuana, da immettere sul mercato locale dello spaccio, per un ricavato di decine di migliaia di euro che sarebbero finite nelle tasche dei “pusher” della zona.
L’operazione PINO SUL FIUME condotta dagli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria si inserisce in un più vasto piano di controllo del territorio della provincia di Frosinone predisposto dal Comando Provinciale, ancor più intensificato in questo periodo estivo dove è maggiore la possibilità di smercio e di consumo di droghe.
La sostanza stupefacente, dopo le analisi di rito, sarà destinata al macero a cura degli Enti a ciò preposti.