Rifiuti interrati nella Valle del Sacco, sequestrata area di circa 10.000 mq

24 settembre 2011 0 Di admin

I Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone, hanno avviato una capillare attività di controllo sul territorio della Valle del Sacco in materia di reati ambientali, eseguendo accertamenti in tutte quelle aree in prossimità di siti industriali segnalate da cittadini ove si presume siano stati interrati rifiuti, nonché a seguito di specifica delega d’indagine da parte della Procura della Repubblica di Frosinone. Per tale specifico servizio, è stato richiesto l’intervento del Comando Carabinieri Tutela Ambiente che, per l’occasione, ha utilizzato particolari strumentazioni quali il “magnetometro” (strumento che rileva e misura campi magnetici) e “georadar” (apparecchio basato sulla riflessione delle onde elettromagnetiche con frequenza compresa tra 10 e 2000 Mhz, idoneo per le indagini del sottosuolo, a piccole profondità, in grado di stabilire la presenza di rifiuti interrati).

noe

In particolare, nella giornata di ieri, in Patrica, i Militari del NORM della Compagnia di Frosinone, in collaborazione con i Carabninieri per la Tutela Ambiente. di Napoli, hanno proceduto all’ispezione di un’area verde di pertinenza di un locale sito industriale, rilevando la presenza nel sottosuolo di fusti, materiale metallico e plastico. L’area interessata, di circa 10.000 mq, è stata sottoposta a sequestro preventivo. Indagini ancora in corso tesi all’accertamento sulla sussistenza nel sottosuolo di rifiuti speciali e pericolosi.

rifiuti interrati