Giorno: 3 ottobre 2011

3 ottobre 2011 4

Amanda Knox e Raffaele Sollecito assolti dall’accusa dell’omicidio di Meredith Kercher

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Al processo di Perugia Amanda Knox imputata per la morte di Meredith Kercher è stata giudicata dalla Corte d’Assise d’Appello di Perugia colpevole di rato di calunnia la condanna a tre anni di reclusione, e la assolve dal rato di omicidio perché il reato non sussiste e ne ordina l’immediata scarcerazione insieme al suo ex fidanzato Raffaele sollecito. In primo grado la statunitense era stata condannata insieme a Raffaele. Nel processo di secondo grado che si è cponcluso stasera, la procura aveva chisto un inasprimento delle pene fino all’ergastolo. Si chiude così una vicenda iniziata 1400 giorni fa e l’unico a pagare con 14 anni di carcere è Guedè il musicista già condannato in terzo grado. Ermanno Amedei

3 ottobre 2011 0

Lanciano, inaugurazione mostra “Arte a confronto”

Di redazione

L’arte protagonista. Oggi, alle 18, presso l’Auditorium Diocleziano, nell’ambito delle manifestazioni di “Biblosia 2011, arte a confronto” le associazioni culturali “Lanciano Arte” e “Gutemberg”, sostenute dalla Regione Abruzzo e patrocinate dall’assessorato alla Cultura del Comune di Lanciano, inaugurano la mostra “Arte a confronto” con la presenza di tre artisti di Lanciano noti a livello nazionale. In esposizione, fino al prossimo 16 ottobre, i lavori di Gastone Costantini, pittore e ritrattista, le cui opere con il loro cromatismo e il gioco di luce ed ombra ci riportano alla memoria il Merisi; Carlo Ciccone che attraverso l’intarsio riesce ad esprimere, nei volti dei suoi personaggi, i sentimenti più intimi e profondi; Paolo Spoltore, ben conosciuto quale autore di pregiate sculture in legno, si è dedicato negli ultimi anni al recupero ed alla valorizzazione dell’”Arte povera” dando così una prova tangibile non solo della sua creatività, ma anche una dimostrazione di come le “pietre di scarto” possono essere usate per costruire palazzi.

3 ottobre 2011 0

Palazzina crollata a Barletta, effigi sacre rimangono sospese su un muro

Di redazione

Un’altra donna è stata estratta viva e in buone condizioni dalle macerie della palazzina crollata questa mattina in via Roma a Barletta. La donna è stata trasportata in ospedale raggiungendo gli altri sei superstiti. Altre voci, però, si sentono uscire dalle macerie e il lavoro dei soccorritori continua. Tutto è venuto giù ma appeso ad un muro superstite, a quello che fino a questa mattina era un secondo piano, sono rimasti l’effige di una madonna e due crocefissi che sembrano vegliare sui dispersi ancora prigionieri delle macerie. Purtroppo, però, quelle effigi sacre nulla hanno potuto per la ragazzina di 14 anni, figlia dei proprietari della ditta tessile, che al momento è l’unica vittima della tragedia. Ermanno Amedei Foto Pino Marchisella

3 ottobre 2011 0

Crolla la palazzina a Barletta, si scava ancora con le mani – LE FOTO

Di redazione

In Via Roma a Barletta, dove questa mattina è crollata una palazzina di tre piani, le operazioni di soccorso sono ancora effettuate con estrema cautela. Si cercano ancora superstiti sotto le macerie. Al momento le notizie si rincorrono in maniera confusa ma sarebbe una la vittima accertata Maria C. e aveva appena 14 anni. Sei persone sono state estratte ancora vive dai calcinacci ma altri ancora sono prigionieri. I soccorritori ne avrebbero individuato alcuni che chiedono aiuto. Una situazione drammatica annunciata nei giorni precedenti, a quanto pare, da sinistri scricchiolii a cui, però, evidentemente non è stata data la giusta importanza. Le cause sono al vaglio degli inquirenti ma le ipotesi sono tante e vanno dalla fuga di gas con relativa esplosione, anche se questa sembra essere la meno probabile, alle strutture carenti e ulteriormente indebolite dalle vibrazioni dovute ai vicini cantieri. Non si esclude neanche l’ipotesi idrica. Pare infatti che lo scantinato dello stabile fosse stato spesso oggetto di allagamenti dovuti ad una sorgente d’acqua che potrebbe aver indebolito le fondamenta dello stabile i cui piani erano tutti disabitati a parte il piano terra in cui c’era una azienda tessile con alcune operaie ed operai al lavoro. Ermanno Amedei Il servizio fotografico è a cura del fotografo Pino Marchisella (P.M. Photo, Corso Garibaldi – Barletta)

3 ottobre 2011 1

Il terremoto scuote nuovamente Fumone, Ferentino, e Alatri: scossa di magnitudo 2.4

Di admin

Una scossa sismica è stata lievemente avvertita dalla popolazione nel frusinate. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Alatri, Ferentino e Fumone.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 17.14 con magnitudo 2.4.

3 ottobre 2011 1

Luce abbagliante nel cielo, gli automobilisti della Cassino Sora avvistano un Ufo

Di admin

Equinozio d’autunno con Ufo sulla Ciociaria. Martedì 20 settembre scorso, alle ore 22.30 circa, numerosi automobilisti che transitavano lungo la superstrada Cassino-Sora avrebbero avvistato nel cielo una grande luce di colore arancione che si muoveva in direzione di Sora. Volava tenendo una traiettoria parallela alle montagne. Si è trattato forse di un Ufo, un oggetto volante non identificato? Difficile dirlo. Rimane il fatto che il fenomeno è stato visto da diverse persone, alcune delle quali l’hanno comunicato alla nostra redazione. Sembrerebbe che alcuni automobilisti abbiano accostato le proprie autovetture e siano scesi per tentare di fotografare con il videofonino l’oggetto misterioso. Pertanto, vogliamo lanciare un appello ad eventuali possessori di queste fotografie. Se lo desiderano possono inviarcele, e verranno pubblicate anche in forma anonima. Come si ricorderà non è il primo caso quest’anno di avvistamenti di oggetti luminosi in Ciociaria. Clamoroso fu quello visto da decine di pendolari all’alba del 29 novembre 2010 sopra la stazione di Frosinone, di cui se ne occupò anche la rivista nazionale “X-Times”, diretta da Lavinia Pallotta, il mensile italiano più autorevole nel campo delle ricerche ufologiche. Che pubblicò pure le analisi della fotografia dell’Ufo di Frosinone effettuate dal ricercatore ufologico, astrofilo, esperto di fotografia e informatica Alessandro Middei di Roma, che esclusero si fosse trattato di un velivolo convenzionale.

3 ottobre 2011 0

Sorpresi a rubare materiale ferroso in un casolare, arrestati dai carabinieri

Di admin

I Carabinieri della Stazione di Castelfrentano ed il Radiomobile di Lanciano, nel quadro più ampio del controllo coordinato del territorio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Chieti teso ad infrenare la fenomenologia dei reati predatori, hanno tratto in arresto due cittadini di nazionalità Romena che, nel corso della mattinata, sono stati sorpresi all’interno della recinzione di un casolare abbandonato, sito in località Santa Lucia di S. Eusanio del Sangro mentre stavano caricando sul loro furgone del materiale ferroso. La tempestività dell’intervento è stata garantita grazie alla sensibilità di un cittadino del luogo che, avvedutosi di ciò che stava succedendo, segnalava al 112 la presenza dei prevenuti. I carabinieri quindi sorprendevano i due, provenienti da Pescara e Montesilvano, già noti agli uffici delle forze di polizia, nella flagranza dell’azione delittuosa provvedendo alla immediata riconsegna della refurtiva all’avente diritto. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati condotti innanzi alla Procura della Repubblica di Lanciano per il rito direttissimo.

3 ottobre 2011 0

Addebiti bancari, in Italia sono molto più cari rispetto ad altri paesi della UE

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Che gli italiani fossero tra i cittadini più tartassati questa è cosa nota, ma che oltre a tasse, imposte, multe, r. c.auto e balzelli di vario tipo dovessero letteralmente subire gli addebiti bancari tra i più cari d’Europa, forse questo era meno risaputo. Diciamo “subire” perché per ogni cittadino nella nostra società è un obbligo pressoché quotidiano intrattenere rapporti bancari di ogni specie, da conti correnti, libretti di deposito, carte di credito, deposito di titoli, e chi più ne ha più ne metta, tant’è che i costi degli addebiti bancari vengono quasi percepiti come delle vere e proprie tasse contro le quali nulla si può fare se non mettersi le mani in tasca, o meglio, nel conto, e pagare. Secondo alcune indagini effettuare da vari analisti, infatti, le commissioni bancarie ed i costi accessori pesano sempre di più nelle tasche di noi consumatori, sino ad una media di 159 euro all’anno, per quanto ha potuto stimare di recente l’Università Bocconi. Ed il trend pare in inarrestabile aumento, seppur a volte impercettibilmente mese dopo mese, perché se già l’anno scorso CorrierEconomia in collaborazione con la stessa università milanese aveva rilevato che negli ultimi sette mesi del 2010 il costo medio dei conti correnti era rincarato in media del 3% con punte anche del 6% per i depositi dei pensionati con costi che potevano arrivare a 111,70 per lo stesso anno, adesso si è giunti a poco più di 48 euro in più rispetto all’anno precedente. Ed allora che fare per tentare di ridurre tali spese se non tutti, specie gli anziani non sono in grado di gestire un conto corrente online decisamente più “economico” di quelli tradizionali? Al di là della possibilità di eliminare alcune voci di spesa a seconda dei contratti che ciascun consumatore ha stipulato o sta per stipulare, tutte circostanze che riguardano il livello di attenzione del singolo contraente da una parte e la trasparenza dei vari contratti bancari dall’altra, per Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, sarebbe auspicabile un’indagine coordinata di Antitrust e Banca d’Italia per verificare se livelli così elevati dei costi medi per gli addebiti bancari rispetto al resto dell’UE siano compatibili con un mercato concorrenziale come quello che dovrebbe essere il nostro e che non vi siano distorsioni dovute ad un deficit di concorrenza come sovente accade in molti settori economici del Nostro Paese.

3 ottobre 2011 0

Provvisoriamente chiusa la strada statale 16/Var “variante di Pescara” a causa di un incidente avvenuto all’interno della galleria San Giovanni

Di admin

L’Anas comunica che, a causa di un incidente occorso all’interno della galleria San Giovanni, che ha coinvolto più mezzi pesanti, si è reso necessario provvisoriamente chiudere la strada statale 16/Var “variante di Pescara” – in direzione nord – dal km 444,783 al km 446,000. L’uscita obbligatoria è quella di Pescara Colli. L’evoluzione della situazione in tempo reale è consultabile attraverso il sito http://www.stradeanas.it/traffico. L’Anas invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico di rilevanza nazionale è assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

3 ottobre 2011 0

Orsetto Daddy, dalla Pediatria di Lanciano un gioco on line per prevenire l’obesità infantile

Di admin

A mangiare bene s’impara da piccoli, meglio ancora se lo si fa giocando: da questa idea è nato «Orsetto Daddy», un progetto di prevenzione dedicato ai bambini nella forma del gioco on line, gratuito e disponibile sul sito Internet www.orsettodaddy.it, finalizzato a trasmettere ai più piccoli e ai loro genitori le informazioni più importanti sui corretti comportamenti alimentari utili a limitare l’obesità infantile. Per “convincerli” utilizza proprio il linguaggio più adatto ai bimbi: il gioco.

Daddy, infatti, è un simpatico orsacchiotto protagonista di un videogame che, attraverso diversi scenari e livelli di difficoltà, insegna ai bambini e ai loro genitori a scegliere i nutrienti giusti, a costruire una corretta piramide alimentare, a cucinare i cibi e a dimensionare le porzioni in modo adeguato.

Il sito è distinto in due parti: una didattica, che insegna a conoscere le proprietà nutrizionali di proteine, carboidrati, vitamine, grassi, e una parte più propriamente ludica, che abbina alle lezioni dei minigame intesi come strumenti di verifica di conoscenze acquisite o consolidate. Districandosi fra le varie prove, i bambini avranno così la possibilità di imparare a conoscere l’importanza della colazione, l’utilità di tutti i nutrienti, la giusta frequenza degli alimenti nel corso della settimana e le calorie associate alle varie modalità di cottura.

Il progetto, realizzato dalla pediatra Silvia Di Michele dell’ospedale di Lanciano, nasce da una collaborazione fra l’Università telematica “Leonardo da Vinci”, l’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara e la Asl Lanciano Vasto Chieti, che hanno creato un’efficace sinergia per investire sulla prevenzione, l’arma più efficace per contrastare abitudini alimentari scorrette che, in questo caso, si giova di una modalità di comunicazione innovativa: la “leggerezza” dell’animazione per insegnare a mamme e bambini le regole essenziali del vivere sano.

L’iniziativa è stata presentata in conferenza stampa a Lanciano dall’ideatrice Silvia Di Michele insieme ai direttori della Pediatria di Lanciano, Valerio Flacco, e della Clinica Pediatrica di Chieti, Francesco Chiarelli, al rettore dell’Università telematica “Leonardo Da Vinci”, Fabio Capani, al direttore medico dell’ospedale frentano, Marzia Mucci, e al sindaco di Lanciano, Mario Pupillo.

«Intendiamo comunicare alle famiglie la necessità di fare seguire ai bambini non solo una giusta alimentazione, ma complessivamente uno stile di vita sano – ha spiegato la dottoressa Di Michele – nella convinzione che la prevenzione resti lo strumento più importante che abbiamo a disposizione per contrastare l’obesità infantile. E’ fondamentale conoscere e saper classificare i nutrienti, prendere dimestichezza con le porzioni e, di conseguenza, saper creare dei menu adeguati».