Giorno: 10 ottobre 2011

10 ottobre 2011 0

Rubano cosmetici al centro commerciale, due ragazze in manette

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Continua l’attività di prevenzione e repressione svolta dalla Compagnia Carabinieri di Alatri che durante la decorsa domenica ha avviato un controllo straordinario del territorio, in particolare presso i centri commerciali siti nel Comune. Nell’ambito di tale attività i militari del N.O.R.M. traevano in arresto in flagranza di reato due ragazze rumene di 21 e 22 anni domiciliate in Frosinone, sorprese a rubare al centro commerciale “Panorama”. Le giovani donne infatti, impossessatesi senza pagare di vari prodotti cosmetici per un valore di circa euro 1.000,00, venivano bloccate e tratte in arresto dai militari operanti mentre tentavano di uscire dal supermercato con la refurtiva (si allega foto merce trafugata). Le arrestate, ad espletate formalità di rito, venivano trattenute presso le camere di sicurezza di quel Comando in attesa di rito direttissimo. Inoltre nei confronti delle stesse, ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata proposta per l’irrogazione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre;

10 ottobre 2011 0

Cassino, il sindaco Petrarcone interviene sul proprio staff

Di admin

In questi giorni i quotidiani locali hanno riportato attacchi del tutto gratuiti e strumentali da parte di alcuni consiglieri di minoranza sullo staff nominato dal Sindaco del Comune di Cassino.

Premesso che è la legge stessa che prevede che il Sindaco possa dotarsi di uffici di supporto agli organi di direzione politica, si fa presente che lo scopo della norma è quello di consentire al Sindaco di avere a proprio supporto, nell’attività di governo, persone di propria fiducia limitatamente alla durata del mandato.

Tengo a ribadire che la scelta dello staff è avvenuta nella massima trasparenza e condivisione della giunta e dei consiglieri di maggioranza ed è stata dettata da oggettivi criteri di competenza e capacità professionale.

Il mio staff si compone di tre collaboratori che lavorano con ruoli diversi per coadiuvare l’attività politico-amministrativa che in un Comune come Cassino è intensa e complessa.

Per fare nomi e cognomi i tre componenti dello staff che, tra l’altro i consiglieri di opposizione conoscono bene nonostante qualcuno dica di non averli mai visti, sono rispettivamente Luigi Musto, in qualità di responsabile della comunicazione interna ed esterna con contratto part time, l’Avv. Giovanni Di Murro che oltre a fornire pareri su questioni di carattere tecnico e politico, si occupa anche del coordinamento dell’ufficio di staff e dei rapporti di carattere istituzionale del Sindaco sia interni (assessori e consiglio comunale) che esterni (enti, istituzioni e altri soggetti politici), infine l’ing. Paolo Mallozzi che ha la responsabilità operativa in un settore particolarmente importante come la manutenzione, che tra l’altro, aveva già prestato la propria collaborazione nella giunta Scittarelli, ciò a dimostrazione del fatto che per noi vale il merito e non le appartenenze.

Inoltre sia ben chiaro che per lo svolgimento dell’attività di staff non sono state destinate risorse economiche ulteriori rispetto a quanto già stabilito dal commissario straordinario, dott.ssa Pagliuca, pertanto non c’è stato alcun tipo di aggravio sulle casse comunali rispetto al passato.

Il lavoro dello staff è impagabile perché le persone scelte lavorano instancabilmente e con grande impegno percependo uno stipendio che non supera, per gli assunti a tempo pieno, i 1500 euro al mese.

Visto che si parla di staff senza voler fare polemiche è bene però evidenziare ben altri tipi di staff e di contratti, come di recente denunciato dal settimanale l’Espresso che a livello nazionale ha riportato lo scandalo della Regione Lazio, con particolare riferimento alla Presidenza del Consiglio di Mario Abbruzzese, il cui staff costa centinaia di migliaia di euro. Basti pensare che soltanto il capo di Gabinetto ha uno stipendio lordo annuo di 181.000 euro, per non parlare poi degli altri componenti dello staff e soprattutto delle consulenze che a vario titolo sono state assegnate dal Presidente Abbruzzese, per un importo di oltre 500.000 euro annui. E che non si venga a dire che ci sono differenze tra la gestione regionale e quella comunale perché sappiamo ben quanto il Comune di Cassino sia veramente vicino alle quotidiane esigenze dei cittadini che vanno dalle buche alle strade, al problema delle scuole distrutte dal governo Berlusconi, alle politiche sociali che non hanno più fondi a causa dei tagli scellerati della Regione Lazio, fino alla sanità perché le scelte insensate della Regione Lazio e di questo governo purtroppo le stanno pagando i Comuni.

10 ottobre 2011 0

Arpino, Tedeschi (IdV): “Fiaccolata per non dimenticare”

Di admin

“La fiaccolata promossa dall’Associazione “Pro Carnello” per il giorno del trigesimo della strage di Arpino sarà importante momento di ritrovo: le famiglie hanno bisogno di sentire vicina la comunità così come hanno bisogno che le istituzioni tengano fede agli impegni assunti. Chi resta è spesso un sopravvissuto che porterà per sempre dentro i segni della strage, così come chi continua a lavorare in un settore ad alto rischio ha bisogno che siano create le condizioni per garantire la sicurezza della vita. Ogni giorno in Italia si verificano sui luoghi di lavoro in media tre incidenti mortali, tre morti bianche che trovano spazio solo sulle pagine dei giornali locali. Le stragi come quella di Arpino e di Barletta fanno più notizia, commuovono tutto il Paese. Ma la commozione non basta. Innanzitutto non dobbiamo dimenticare affinché il sacrificio di tante vite non sia vano e la fiaccolata contribuisce a tenere vivo il ricordo. La mia partecipazione vorrà essere segno di vicinanza di chi non solo si sente parte integrante della comunità locale, ma anche di chi all’interno della Regione Lazio deve dare il suo contributo per scongiurare altre stragi.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.

10 ottobre 2011 0

Eccellenza: Longobarda Pontecorvo e Rocca D’Evandro in vetta. Promozione: Amatori Lenola (gir. A) e Cassino Doc (gir. B) già al comando

Di redazionecassino1

Seconda giornata del torneo CSI nel quale si inizia a delineare la classifica con i primi tentativi di fuga di alcune delle compagini impegnate. In ‘Eccellenza’ sono due le squadre che si dividono la testa della classifica, Longobarda Pontecorvo e Amatori Rocca D’Evandro, con sei punti. Staccata di sole due lunghezze, a quota quattro, troviamo Shascia Boys. Le capolista agguantano i tre punti grazie alle vittorie ottenute in trasferta rispettivamente contro San Giorgio per 1 a 2 e contro Soccer School, per 0 a 1. Quattro le vittorie casalinghe, quelle ottenute da Colfelice, 2 a 1, contro Vairano Scalo; da Castelnuovo  ai danni di Galluccio, con il medesimo punteggio. Di misura vincono Shascia Boys, 1 a 0, contro Pol. Insieme Ausonia  e di Atletic Mignano, 1 a 0, contro Moscuso. Pareggi per 1 a 1, fra Cenceglie Sora e Acquafondata e fra AS La Ferrara e Amatori Cerreto. Nel girone ‘A’ di Promozione Amatori Lenola, con il perentorio 5 a 0 imposto a Rinascita Monticelli permette alla formazione pontina di guidare la classifica a sei punti. Sperava nei tre punti Amatori Aquino, ma si è dovuto accontentare di un solo punto per il pareggio casalingo, 0 a 0, imposto alla formazione aquinate da Amatori Castro, che consente a questa formazione di lasciare il fondo classifica. Vittoria in trasferta per l’altra squadra pontina, Nuova Lenola, infatti impone un perentorio 1 a 2 a Piedimonte che le permette di posizionarsi a quota tre in classifica generale. Pareggio 2 a 2 fra Roccasecca e Colfelice che consente a quest’ultima di dividere la piazza d’onore a quota quattro e a sole due lunghezza dalla capolista. Stesso risultato, 2 a 2, fra Colle S. Magno e Real Valle. Pareggiano anche Freedom Coreno e Amatori Vallemaio, 1 a 1. I tre punti conquistati da Niemoslive sul terreno di The Food’s Brother, ottenuto di misura per 0 a 1, permette a questa squadra di portarsi a quota tre anche in classifica generale. Punteggio pieno anche per Cassino Doc, nel girone ‘B’ del torneo di Promozione. La formazione cassinate conquista la vetta della classifica grazie al successo per 3 a 1 su La Bottega del Vino. Quattro le squadre che sono a ridosso della capolista a sole due lunghezze. Sono, infatti, a quota quattro in classifica generale Amatori Calcio Lara, vittorioso di misura, 0 a 1, in trasferta sul terreno di Pignataro; Villa Latina vittorioso sul terreno di Pro Loco Terelle, per 2 a 4;Leggenda di Nai, che riesce ad espugnare, 1 a 2, il campo del Real Collecedro e Real Sordella che batte 2 a 1 Amatori S. Andrea. Giochi ancora tutti aperti, certo, ma i tornei, nei rispettivi gironi, anche per questa edizione 2011-2012 si preannuncia agguerrito fin dalle prime battute e promette divertimento e agonismo da vendere. Nelle  prossime giornate ne vedremo ancora delle belle!

F. Pensabene

10 ottobre 2011 0

Finanziere arrestato a Lanciano, il Brigadiere risponde alle domande del Gip e nega tutto

Di redazione

Ha risposto alle domande del Gip di Lanciano Francesta Del Villano e ha rigettato ogni addebito. Così, stamattina, Crescenzo Di Marzio, brigadiere della Guardia di Finanza ha risposto alle accuse mossegli dalla procura frentana (nella foto il procuratore Menditto, il sostituto Vecchi e a destra il comandante provinciale della Finanza) dalle quali è scaturita la misura cautelare degli arresti domiciliari notificatagli il 3 ottobre dagli agenti della sezione di polizia giudiziaria del tribunale di Lanciano. Il sott’ufficiale ha negato ognuna di quelle accuse per le quali è indagato per Concussione continuata e falso.

10 ottobre 2011 0

Arrestati per estorsione padre e figlio rom

Di admin

Domenica di lavoro per gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia che nel corso della tarda nottata hanno tratto in arresto un 48enne ed il figlio 24enne della comunità rom del capoluogo Pentro, responsabili dei reati di estorsione in concorso e danneggiamento nella flagranza, in danno di un esercente isernino. I due si erano presentati nel locale pubblico e si erano proposti al titolare senza mezzi termini come protettori chiedendo in cambio una somma di denaro ma, al mancato approccio del commerciante che opponeva un netto rifiuto i due rom passavano alle vie di fatto danneggiando gli arredi del locale ed aggredendo lo stesso proprietario che doveva far ricorso alle cure dei sanitari del Veneziale riportando lesioni per svariati giorni. Anche alcuni avventori del locale in quel momento presenti e che giungevano in soccorso della vittima, subivano gli effetti violenti dell’aggressione dei due.

L’immediata chiamata al 112 dell’Arma risolveva prontamente la vicenda, con l’arrivo di una gazzella del Nucleo Radiomobile i cui componenti dopo aver rapidamente preso cognizione dell’accaduto e della conseguente concitazione all’evento delittuoso, bloccavano i due aggressori che dopo un primo trasferimento presso la caserma dell’Arma di via Ponte San Leonardo, venivano quindi associati nel vicino reclusorio pentro a disposizione della competente A.G. subito informata.

10 ottobre 2011 0

Zavattaro confermato direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti

Di admin

La Giunta Regionale dell’Abruzzo ha confermato Francesco Zavattaro nell’incarico di direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti fino alla scadenza del contratto, fissata al 31 dicembre 2012. Il provvedimento è stato assunto a seguito della verifica effettuata in ordine ai risultati conseguiti e al raggiungimento degli obiettivi assegnati nei primi 18 mesi di attività, dal 1° gennaio 2010 al 30 giugno 2011.

Il contratto prevede che, per effetto di tale conferma, Zavattaro ha diritto a percepire un’integrazione una tantum del proprio trattamento economico per una quota pari al 20% dello stesso.

Non vi è stato, dunque, alcun «premio» – come affermato erroneamente da alcuni politici e sindacalisti – né si è trattato di scelta discrezionale, ma della semplice applicazione di quanto stabilito nel contratto, come dovrebbe essere chiaro in particolar modo ai sindacalisti. Si ricorda, come sottolineato nei giorni scorsi dalla stessa Regione, che i compensi previsti per i direttori generali delle Aziende sanitarie locali abruzzesi sono i più bassi in Italia, addirittura inferiori a quelli dei capi dipartimento delle stesse Asl.

Quanto alle accuse di aver «smantellato la sanità nelle zone interne», in un anno e mezzo abbiamo lavorato per rendere efficace, moderna e meglio organizzata l’assistenza sanitaria sull’intero territorio provinciale, in seguito alla complessa fusione tra le due ex Asl di Chieti e di Lanciano-Vasto. Sarà l’atto aziendale, in via di definizione, a dare una risposta concreta a queste critiche: rafforzeremo l’assistenza territoriale, integrandola con quella ospedaliera attraverso percorsi trasversali che accompagneranno i pazienti in ogni momento, come ad esempio stiamo già facendo, e con risultati positivi, per le donne con tumore al seno. Ci auguriamo che tutte le istituzioni, anche quelle locali, vogliano accompagnare questo processo di miglioramento della sanità in provincia di Chieti, invece di alzare le barricate dinanzi a qualunque cambiamento.

10 ottobre 2011 0

Mobilità e qualità della vita. Comune e Legambiente insieme per una città sostenibile

Di admin

Semaforo di piazza Buozzi, messa in sicurezza di via Nievo e Bandiere Blu. Questi gli argomenti oggetto dell’incontro tra il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore alla Mobilità sostenibile Archimede Forcellese e Francesca Morgante e Alessandro Tursi, rispettivamente presidente e vice del circolo di Legambiente di Giulianova. “Abbiamo deciso, ultimata la sperimentazione, di posizionare un “semaforo intelligente”– dichiarano sindaco e assessore – che, grazie ad opportuni sensori di cui sarà dotato, dovrebbe evitare code di fronte alla scuola De Amicis e quindi le conseguenti alte concentrazioni di gas nocivi per la salute dei nostri ragazzi. Non un passo indietro, quindi, bensì una soluzione alternativa la cui efficacia sarà misurata mediante centraline per monitorare la qualità dell’aria”. Circa la situazione di via Nievo, Mastromauro e Forcellese reputano necessario la sua messa in sicurezza a causa dell’elevata densità di traffico con la creazione di percorsi ciclo-pedonali. “Si garantirebbe così ai residenti della zona e soprattutto agli scolari della “Bindi” e della “Don Milani” – dicono Mastromauro e Forcellese – le migliori condizioni di sicurezza possibili. La Giunta tutta, a tal riguardo, ha appena dato il via libera all’intervento che sarà realizzato entro poche settimane, ma non prima di averlo condiviso con i residenti”. Francesca Morgante e Alassandro Tursi sono aperti ad ogni soluzione. “L’unico punto non negoziabile – precisano – è garantire il diritto alla salute dei cittadini e in special modo dei più piccoli. Relativamente a via Nievo, Legambiente e gli alunni della Don Milani attendono con impazienza l’intervento di messa in sicurezza per poter riavviare l’esperienza del Bicibus, sperimentata lo scorso maggio e che ora va attuata in maniera permanente e strutturale. Il Bicibus permetterà di ridurre notevolmente le concentrazioni di inquinanti all’ingresso e all’uscita del maggiore polo scolastico cittadino, oltre ad avere una fondamentale funzione di educazione ambientale verso i bimbi e i loro genitori”. “Ma il messaggio principale per la cittadinanza tutta – concludono Morgante e Tursi – è che per ottenere la Bandiere Blu e le Vele non bastano il mare, il sole e il paesaggio dal momento che si tratta di un riconoscimento che premia le buone pratiche di sostenibilità avanzata. Pertanto abbiamo in progetto molte altre iniziative: dall’attuale campagna di raccolta firme per la pedonalizzazione di via Sauro, in collaborazione con Italia Nostra e altre sigle, a servizi innovativi per la mobilità. Sono tutte tessere di un disegno di futuro, in parte già realizzato dalla Giunta Mastromauro, che potrà portare la nostra città ad alti livelli di qualità della vita e a primeggiare come località turistica di eccellenza”.

10 ottobre 2011 0

Da oggi sul sito della protezione civile fruibile la nuova sezione bandi di gara e altre procedre

Di admin

È fruibile da oggi, lunedì 10 ottobre, sul sito del Dipartimento della Protezione Civile – www.protezionecivile.gov.it – la sezione rinnovata “Bandi di gara e altre procedure” in ottemperanza alle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 201, Pubblicazione nei siti informatici di atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o di bilanci, adottato ai sensi dell’articolo 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69.  Una delle principali novità della pagina è la suddivisione dei contenuti per tipo di procedura: aperta, ristretta e negoziata con pubblicazione di bando di gara. In linea con il principio della massima trasparenza, nella nuova sezione sono inoltre presenti le procedure negoziate senza pubblicazione del bando di gara e le procedure in economia, la cui pubblicazione non è esplicitamente prevista dal Dpcm del 26 aprile 2011.   È possibile cercare le procedure anche per Tipo di spesa, Tipo di contratto (distinto in Lavori, Forniture e Servizi), Stato di procedura (aperto/chiuso) e Data.  Nella sezione “Atti e Documenti”, oltre alla riorganizzazione di “Bandi di gara e altre procedure”, anche una nuova pagina con l’elenco delle convenzioni onerose e non onerose stipulate dal Dipartimento della Protezione Civile, suddivise per tema e caratterizzate da soggetto, durata e importo (nel caso di quelle onerose). La ristrutturazione di queste sezioni sul sito web non solo intendono migliorare la qualità dei servizi e delle informazioni on line al cittadino e alle imprese (e a tutti gli organi di informazione), ma contribuiscono a raggiungere livelli di efficacia, efficienza e fruibilità sempre maggiori nell’interesse degli utenti.

10 ottobre 2011 0

Terremoti nel siracusano, scossa di magnitudo 3.0

Di admin

Una scossa sismica è stata avvertita nella mattinata dalla popolazione in provincia di Siracusa. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Canicattini Bagni, Noto e Avola.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 11,19 con magnitudo 3.0.