Giorno: 24 ottobre 2011

24 ottobre 2011 0

Pompieri decimati dalla miopia, in provincia di Chieti il 15% del personale inidoneo al servizio

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Trenta vigili del fuoco sui 200 in servizio operativo nella provincia di Chieti sono inidonei al lavoro e, per questo, non possono far parte delle squadre di emergenza. E’ una mannaia che scaturisce dalle visite mediche a cui, ogni due anni, i pompieri devono sottoporsi per valutare il loro stato fisico. Ebbene, nell’ultima visita, il 15 per cento del personale operativo, a causa di problemi alla vista, in larga parte costituito dalla miopia, sono stati ritenuti inidonei e, per questo parcheggiati in attività non operative. Un duro colpo all’organico provinciale che ha costretto il Comando a richiamare in servizio tutto il personale in ferie e ad annullare lo stesso piano ferie. Un problema che si va ad aggiungere alla già conclamata carenza di personale mai reintegrata abbastanza dai concorsi per nuovi arruolamenti. L’età media dei vigili del fuoco in provincia supera i 45 anni, quindi è “maturo” e certamente non si può non aspettarsi sorprese come quella della miopia.

24 ottobre 2011 0

Spaccio di cobrette in centro a Cassino, la polizia a caccia del canale di approvvigionamento

Di redazione

L’attività di spaccio di droga in centro a Cassino resta attività fiorente per i pusher contro i qauli sono schierate le forze dell’ordine e, in particolare, in questi goiorni, gli uomini del commissariato di polizia diretto dal V. Questore Aggiunto Dr. Francesco PUTORTI’. Dopo gli arresti dei gironi scorsi, nel corso dei controlli nelle ore notturne e nel fine settimana sono state individuate due persone, un uomo e una donna, sorpresi, nell’atto di assumere sostanza stupefacente che, all’esame del narcotest, è risultata essere ” cobrette “. Gli stessi sono stati segnalati alla Prefettura di Frosinone per il procedimento di competenza. sono in corso indagini per scoprire ed interrompere i canali di approvvigionamento della pericolosa sostanza stupefacente. Nella notte, inoltre, in un bar del centro è stata asportata una slot machine successivamente rinvenuta e recuperata dalla “Volante” lungofiume. Nello stesso bar è stata rubata dalla cassa la somma di 30 euro circa. Foto repertorio

24 ottobre 2011 0

Prende a martellate la moglie e la riduce in fin di vita

Di redazione

Ha preso a martellate la moglie a seguito di un litigio. E’ accaduto ad Anagni dove la donna è stata soccorsa dagli operatori del 118 e ricoverata in ospedale in prognosi riservata. Il marito, S. U., 49 anni, l’ha colpita alla testa con un martello da muratore riducendola in fin di vita. Per questo, allertati i carabinieri, l’uomo è stato tratto in arresto con l’accusa di tentato omicidio aggravato. Al momento le condizioni della donna sono considerate gravi e se le sue condizioni dovessro precipitare, l’ipotesi di reato cambierebbe in omicidio.

24 ottobre 2011 0

Tragico schianto il giorno prima della Laurea, muore 26enne di Arce

Di redazione

Una tragedia assurda, capiatata il girno prima di una tappa fondamentale, quello della tesi di laurea. Gloria Palombo 26 anni di Arce, è deceduta questa sera in un terribile schianto sulla superstrada Cassino Sora nel territorio di Casalvieri. La studentessa che domani si sarebbe laureata a Roma, viaggiava su un Lancia Ypsilon quando, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, si è schianta contro un camion. Inutili, seppur tempestivi i soccorsi. A lanciare l’allarme è stato un vigile del fuoco fuopri servizio. Per la 26enne non c’è stato nulla da fare.

24 ottobre 2011 0

Da Ferentino in 300 a Roma per assistere alla glorificazione di Don Luigi Guanella

Di redazione

In 300 domenica scorsa da Ferentino a Roma, per seguire la proclamazione di tre nuovi Santi glorificati da Papa Benedetto XVI, tra cui Luigi Guanella, il sacerdote dei poveri, dei disabili, degli orfani, degli anziani, degli “ultimi”, “adottato” e adorato da Ferentino. Fondatore delle Congregazioni dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza, don Guanella è stato proclamato beato il 25 ottobre 1964 da Paolo VI. “E’ per tutta la Chiesa un particolare dono di grazia” ha annunciato Papa Ratzinger domenica scorsa, al cospetto delle migliaia di pellegrini. “In questi giorni è in festa la nostra parrocchia – così invece i parrocchiani di Sant’Agata, sede dell’Opera Don Guanella a Ferentino –. Dopo essere stato beatificato da Papa Paolo VI, don Luigi Guanella è stato canonizzato a San Pietro dal Santo Padre Benedetto XVI. L’attesa è stata lunga. Il miracolo riconosciuto dalla chiesa riguarda il giovane statunitense William Glisson, caduto dai roller-player senza casco e a grande velocità. In seguito a un grave trauma cranico, è entrato in coma ed è stato operato due volte al cervello. Vani tutti gli interventi della medicina ufficiale, solo grazie all’intercessione di don Guanella il giovane ha riacquistato le facoltà intellettive. Oggi è tornato a lavorare, si è sposato e conduce una vita normalissima”. San Luigi Guanella nacque il 19 dicembre 1842 a Fraciscio di Campodolcino (So), nono di tredici fratelli, in una famiglia religiosa. Dunque due città sono in festa per il sacerdote “campione” di fede e di carità. Oggi Ferentino custodisce la Casa della Divina Provvidenza un tempo ricovero di anziani, disabili e orfani curati dai due Ordini Guanelliani. Inoltre la città ernica è sede dell’Opera Don Guanella; il convento, l’orfanotrofio e una scuola primaria situati nel rione di Sant’Agata. sono intitolati al sacerdote oggi Santo. Domenica prossima i festeggiamenti continueranno a Ferentino, nella chiesa di Sant’Agata, ove il Vescovo diocesano Ambrogio Spreafico dopo la concelebrazione benedirà la nuova statua di San Luigi Guanella. Aldo Affinati

24 ottobre 2011 0

I funerali di Marco Simoncelli giovedì a Coriano.

Di redazionecassino1

Grazie all’intervento dell’ambasciata italiana in Malesia, l’autopsia al corpo di Marco Simoncelli è già stata fatta, anche se ancora non se ne conosce l’esito.  La salma, a questo punto, riprenderà la via dell’Italia accompagnato da papà Paolo. Ad aspettarlo a casa, mamma Rossella e la sorellina Martina. Seguiranno la camera ardente, mercoledì, e i funerali il giorno dopo. La camera ardente per l’ultimo saluto a Marco Simoncelli sarà allestita  presso il teatro Comunale di Coriano. La famiglia avrebbe già comunicato la volontà di far celebrare i funerali nella Chiesa di Santa Maria di Coriano.  Inevitabili le polemiche dopo la tragedia,  sul casco che si stacca e che rotola, il corpo di Simoncelli inerme sulla pista. Un’immagine agghiacciante quella che a tutti è apparso subito come un incidente gravissimo e che purtroppo ha portato via la vita di SuperSic. In questi momenti si pensa solo al dolore immenso di familiari e degli amici ma ci si chiede anche come e perché sia potuta accedere una tragedia simile.

In molti hanno sostenuto che si sia trattato di una “Tragica fatalità”, ma la dinamica di questi incidenti è spesso mortale. E’ successo la stessa cosa al povero giapponese Tomizawa, lo scorso anno. La perdita di aderenza della ruota anteriore avrebbe dovuto infatti spedire moto e pilota all’esterno della curva, e non dalla parte opposta sulla traiettoria delle altre moto. Il colpo letale è stato sul collo. Lo ha detto anche il medico parlando di ‘trauma cervicale’, ma perché il casco è volato via? Nico Cereghini, giornalista di Mediaset ed ex pilota spiega: “Il colpo ha fatto sì che il cinturino del casco si strappasse. Meno male che il cinturino si è strappato, altrimenti avrebbe staccato la testa a Simoncelli. Il suo casco Agv è uno dei migliori in circolazione, curatissimo nei particolari. Caschi come questo devono passare test severissimi. Il casco di Marco si è strappato in due ancoraggi, ai lati della mascella. Per quanto riguarda il casco purtroppo tutto è stato nella norma. Non lo è invece la dinamica dell’incidente”. Qualcuno dice che Marco indossasse un casco di una misura più grande per via della folta capigliatura ma l’unica verità è che, nonostante l’introduzione dell’airbag nelle tute (e Simoncelli l’aveva), è praticamente impossibile proteggere la regione cervicale se si viene investiti.  Infine, sembra certo che il team Gresini non parteciperà al prossimo Gran Premio di Valencia, l’ultimo della stagione, in programma dal 4 al 6 novembre. “L’unica cosa certa per il futuro è che il mio team non parteciperà al prossimo Gran Premio di Valencia o ai test in programma dopo la gara”, avrebbe dichiarato al sito gpone.com  Fausto Gresini, che dopo quella di Daijiro Kato nel 2003 a Suzuka ha dovuto fronteggiare un’altra tragedia in pista.

24 ottobre 2011 0

Ha investito due badanti ad Alatri ed è scappato. I carabinieri lo ritrovano e lo arrestano

Di redazione

Erano le 7 , questa mattina ad Alatri, sulla strada regionale 155 in località La Stazza, quando, sootto l’effetto sdi sostanze stupefacenti, un giovane ha investito due donne ed è scappato senza prestare soccorso. Travolte dalla sua auto sono rimaste vittime due cittadine rumene di 28 e 48 anni, entrambi badanti domiciliate ad Alatri. Dopo il sinistro il conducente del veicolo si è dileguato mentre le donne sono state soccorse dal personale del 118 intervenuto sul posto e trasportate presso il pronto soccorso dell’Ospedale Civile di Alatri, dove la 28enne è giunta in gravissime condizioni tanto da essere elitrasportata presso l’Ospedale Umberto I di Roma. A seguito di attività info-investigative immediatamente avviata dai carabinieri di Alatri, dapprima è stata rinvenuta l’autovettura – un’ Alfa Romeo GT Coupè in sosta presso un parcheggio di Alatri – danneggiata nella parte anteriore e mancante dello specchietto retrovisore destro trovato dai militari sul luogo del sinistro e successivamente è stato rintracciato a Boville Ernica il conducente, al lavoro presso un cantiere edile. L’uomo, un italiano di Fiuggi di 24 anni, è stato tratto in arresto perchè responsabile di investimento di pedoni, omissione di soccorso e lesioni personali gravissime, nonchè segnalato alla Prefettura di Frosinone per uso di sostanze stupefacenti, essendo risultato positivo ai cannabinoidi. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone. [nggallery id=358]

24 ottobre 2011 0

Meteo, in arrivo sulla penisola una nuova ondata di maltempo

Di admin

Una perturbazione di origine atlantica sta raggiungendo il Mediterraneo portando condizioni di instabilità sul nostro paese.   Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede dal pomeriggio di oggi, lunedì 24 ottobre 2011, precipitazioni diffuse e persistenti anche a carattere temporalesco sulla Toscana.   Dalle prime ore di domani si prevedono precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere temporalesco, sulle regioni del nord-ovest, in successiva estensione al resto del settentrione, con particolare riferimento a Veneto e Friuli Venezia Giulia; inoltre i fenomeni insisteranno ancora sulla Toscana. Dal pomeriggio-sera, fenomeni temporaleschi inizieranno ad interessare anche la Sardegna. Mercoledì le precipitazioni si esauriranno rapidamente al nord-ovest, mentre condizioni di diffuso e spiccato maltempo persisteranno ancora al Nord-Est, sull’Emilia Romagna e sulla Toscana, estendendosi rapidamente a Lazio, Umbria e al resto delle regioni centrali e meridionali. I fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.   Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

24 ottobre 2011 0

Si stacca un cassonetto dell’immondizia e ferisce un operaio a Cervaro

Di redazione

Un operaio addetto alla raccol6ta dei rifiuti solidi urbani è rimasto ferito questa mattina alle 8 a Cervaro in via Casilina. L’incidente è avvenuto quando un cassonetto dell’immondizia agganciato al braccio meccanico all’autocompattatore che lo stava sollevando per lo scarico si è staccato e il pesante contenitore è caduto addosso ad uno dei due operai ferendolo ad una spalla. L’uomo è rimasto disteso per terra fino all’arrivo di un’ambulanza mentre gli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Cassino veicolavano il traffico. Il ferito è stato trasportato in ospedale e classificato con un codice giallo. Sul posto gli ispettori del lavoro della Asl di Frosoinone.

24 ottobre 2011 0

Terremoto in Turchia, 217 le vittime accertate ma bilancio provvisorio. Si scava tra nuove scosse

Di redazione

Mentre si continua a scavare tra le macerie dei palazzi crollati nel terribile terremoto che ieri ha colpito la Turchia nella provincia di Van, al confine con l’Iran, un primo bilancio parlerebbe di 217 morti accertati tra la città di Van, 380 mila abitanti, e quella di Ercis. Oltre mille sarebbero le persone ferite ma il bilancio, inevitabilmente è destinato a salire dato che il primo ministro Erdogan parla di interi villaggi rasi al suolo. Intanto la macchina dei soccorsi è in moto già da ieri quando mezzi militari turchi e della Mezzaluna Rossa stanno trasportando personale e materiale di conforto per feriti e terremotati. Tutto questo accade mentre continuano le scosse di sassestamento alcune della quli raggiungono anche il magnitudo di 4.8. Er. Amedei