Giorno: 29 ottobre 2011

29 ottobre 2011 1

Scacco al Re di Spagna, l’Aidaa lo denuncia all’Ue per la mattanza di cani

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ stata inviata questa mattina alla commissione europea la denuncia firmata dal presidente nazionale AIDAA Lorenzo Croce nei confronti della Spagna nella persona del suo re Juan Carlos II e del capo del governo per violazione delle direttive europee in materia di tutela degli animali di affezione. La denuncia riguarda la mattanza dei cani e gatti nelle perreras Spagnole, vicenda per la quale AIDAA ha gia depositato una petizione ammessa alla discussione del Parlamento Europeo (numero 130/2011) con la quale si chiede la fine della pena di morte dei cani in Europa e per l’introduzione della sterilizzazione come unico sistema di controllo del randagismo canino e felino. Nella denuncia presentata alla Commissione Europea AIDAA accusa la Spagna di: “Usare da anni una forma barbara di controllo della popolazione randagia canina e felina, infatti nella maggior parte delle strutture spagnole dette perreras (canili) comunali i cani catturati randagi o di proprietà dopo dieci giorni di permanenza se nessuno li reclama vengono barbaramente uccisi, o attraverso una puntura letale o attraverso le camere a gas, inoltre gli animali nei giorni precedenti la morte vengono lasciati senza cibo e costretti a vivere in condizioni assolutamente inadeguate rispetto alla loro natura ed al loro diritto naturale di vita che non può essere sottoposto a torture o maltrattamenti anche se si tratta di animali appunto destinati alla morte. Tale pratica in palese violazione rispetto ai contenuti sui diritti degli animali da quanto previsto sia dal trattato di Lisbona, sia dalla convenzione europea per la tutela degli animali di affetto(cani e gatti) è di fatto messa in atto grazie alla legislazione spagnola, e grazie soprattutto alla mancata volontà del legislatore di modificare questa normativa sia a livello nazionale che a livello locale. Questa mattanza coinvolge ogni anno almeno 100.000 cani. Trattandosi di normativa nazionale interna, riteniamo che a risponderne debbano essere chiamati il capo dello Stato (Re Juan Carlos) ed il presidente del consiglio in carica”. AIDAA si è posto come obiettivo la fine della pena di morte dei cani e gatti in Europa con una apposita moratoria da realizzare gia a partire dal 2012.

29 ottobre 2011 0

Seria A / Juve e Milan affondano Inter e Roma. Il Napoli perde a Catania

Di redazione

Negli anticipi pomeridiani della decima giornata di serie A, juve e Milan espugnano rispettivamente San Siro e l’Olimpico mentre il Napoli lascia al Catania l’intera posta in palio. Vucinic, Maicon e poi Marchisio, tutte nel primo tempo le segnature che danno la vittoria alla Juventus contro l’Inter che perde in casa. Un secondo tempo giocato con i muscoli ma con poca lucidità non permette ai padroni di casa di recuperare lo svantaggio anche per la difesa ordinata ed efficace dei bianconeri che, con la vittoria di stasera, si confermano in testa alla classifica. Il Milan supera la Roma all’Olimpico grazie ad una doppietta di Ibrahimovic (17′ pt e 33′ st) e al goal del difensore Nesta (30′ pt). I due gol dei giallorossi li si devono a Burdisso (28′ pt) e Bojan (42′ st) Un Ibrahimovic in grande spolvero che fa sorridere Allegri espulso sul finale di gara così come Boateng. Il Catania ha la meglio sul Napoli per 2-1. Dopo il gol al 1′ di Cavani, i partenopei si fanno prima raggiungere dalla rete di Marchese al 25′ e da quello di Bergessio al 3′ della ripresa. Al 43′ il Napoli perde Santana per somma di ammonizioni e tutti si fa difficile.

29 ottobre 2011 0

La festa per la canonizzazione di don Luigi Guanella da Roma torna a Ferentino

Di redazione

Dopo la cerimonia di canonizzazione di don Luigi Guanella avvenuta domenica scorsa nella Capitale ad opera di Papa Benedetto XVI, i festeggiamenti proseguiranno domani a Ferentino. Alle 15,30, nella chiesa di Sant’Agata, incontro degli operatori delle parrocchie di Ferentino e Supino. Il vicario foraneo don Angelo Conti e la prof Biancamaria Valeri parleranno della figura di Luigi Guanella; alle 17,30 concelebrazione presieduta dal vescovo della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino Ambrogio Spreafico e benedizione della nuova statua di San Luigi Guanella, la liturgia sarà animata dal coro parrocchiale; a seguire concerto dell’orchestra giovanile di Ferentino “Nova Vivaldi”. In 300 domenica scorsa sono giunti a Roma da Ferentino per seguire, al cospetto del Santo Padre, la proclamazione di tre nuovi Santi tra cui Luigi Guanella, il sacerdote dei poveri, dei disabili, degli orfani, degli anziani, degli “ultimi”, “adottato” da Ferentino. E’ stato proclamato beato il 25 ottobre 1964 da Paolo VI. A distanza di anni don Luigi Guanella è stato canonizzato a San Pietro da Papa Benedetto XVI. Aldo Affinati

29 ottobre 2011 0

Nella Caserma di Ascoli, Giuramento delle ex allieve di Parolisi

Di redazione

“Se è colpevole paghi, altrimenti questa è sempre la sua famiglia» ha detto il gen. Giuseppe Valotto, capo di Stato maggiore dell’Esercito a proposito di Salvatore Parolisi. Valotto ha partecipato ieri al giuramento di 302 soldatesse nella Caserma “Emidio Clementi”, di Ascoli Piceno, volontarie in Ferma Prefissata di un anno del 3° blocco 2011. Sono le studentesse che addestrava Stefano Parolisi, Il caporal Maggiore accusato della morte della Moglie Melania Rea. Nell’inchiesta giudiziaria per far luce sul caso di omicidio, sono venute fuori storie poco gratificanti su cosa accadeva nella caserma tra le allieve e i loro addestratori, o quantomeno, solo su alcuni di loro. Un’onta che i vertici dell’Esercito tentano di spazzar via ricordando che ci sono tante persone serie che lavorano con responsabilità. Er. Amedei

29 ottobre 2011 0

Trasportavano materiale ferroso senza autorizzazioni, abruzzesi denunciati a Larino

Di redazione

A Larino i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia , durante un servizio di controllo del territorio sulla SS 87, hanno fermato e controllato due autocarri, un Fiat Ducato ed un Ford Transit, condotti da due rumeni entrambi pregiudicati, C.P., 24enne da Montesilvano (PE) e D.C., 20enne da Silvi Marina (TE); i mezzi trasportavano, senza le prescritte autorizzazioni, materiale ferroso, carcasse di elettrodomestici, pneumatici, componenti elettrici ed altro. Pertanto i due venivano denunciati per gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi e segnalati alla Questura di Campobasso ai fini dell’emissione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio. A Campobasso i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno controllato un 38enne pregiudicato di Bojano, M.F., il quale, alla guida di una autovettura Fiat 500 in evidente stato di ebbrezza alcolica, si rifiutava di sottoporsi al test etilometrico, risultando altresì privo di patente di guida perché revocatagli dalla Prefettura del capoluogo in data 23 settembre 2009; il mezzo veniva sottoposto a fermo amministrativo e l’uomo denunciato.

29 ottobre 2011 0

Evade dai domiciliari per distruggere la macchina della convivente

Di redazione

Nonostante fosse agli arresti domiciliari non ha resistito alla tentazione di evadere per andare a infastidire l’ex convivente. Per questo stamattina è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di evasione e danneggiamento. I militari sono dovuti intervenire in via Sferracavallo, chiamati dalla donna, perché l’uomo, I.F. 39 anni di Belmonte Castello, si stava accanendo contro la sua autovettura. Con una sbarra di ferro, dopo il litigio per gelosia, gli ha frantumato il lunotto posteriore. Arrestato è stato associato al carcere di Cassino.

29 ottobre 2011 0

Maltempo, temporali e rovesci su Sicilia e Sardegna

Di admin

Una perturbazione di origine nord-africana, si andrà a posizionare tra la Tunisia e le due isole maggiori del nostro Paese, portando condizioni di forte instabilità e ventilazione sostenuta.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede dalla serata di oggi, sabato 29 ottobre 2011, e per le successive 24-36 ore, precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, localmente anche di forte intensità, dapprima sulla Sardegna in estensione sulla Sicilia. I fenomeni potranno essere accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

29 ottobre 2011 0

Furti di rame alla stazione ferroviaria di Frosinone, due episodi in poche ore

Di redazione

Furto di rame alla Stazione Ferroviaria Un arresto e due denunce. Traditi dalle mani sporche di grasso. Due gli episodi che si sono susseguiti nelle ultime serate lungo i binari della Stazione Ferroviaria di Frosinone. Il primo riguarda due ragazzi albanesi di 26 e 21 anni residenti nel capoluogo notati da una pattuglia Volante impegnata nel servizio di controllo del territorio. I giovani all’arrivo della Polizia hanno cercato di nascondersi dietro alcune siepi senza però riuscire a passare inosservati. Bloccati dagli operatori di Polizia sono stati traditi dalle mani sporche di grasso. Questo particolare ha infatti allertato i poliziotti che hanno proceduto al controllo dell’auto dei giovani lasciata in sosta poco distante dalla stazione F.S. All’interno infatti sono stati recuperati cavi di rame rivestiti di gomma con i capicorda spezzati del genere usato per le masse presenti lungo i binari. Dai controlli effettuati con il personale Polfer è emerso che proprio a causa della sottrazione dei cavi di rame la circolazione ferroviaria è stata interrotta per oltre un’ora. Per questo motivo i due ragazzi sono stati denunciati per furto ed il materiale trovato sottoposto a sequestro. Alle ore 1.30 circa di questa mattina è scattato un altro blocco allarme sulle rotaie della stessa Stazione Ferroviaria. L’intervento immediato della volante ha consentito di fermare all’interno dell’area interdetta un ventunenne di Frosinone che inutilmente ha cercato di scappare. Lo stesso particolare delle mani sporche di grasso ha incuriosito gli agenti che hanno notato vicino al giovane diversi cavi di rame rivestiti di gomma lunghi circa 19 metri. Anche in questo caso il taglio dei cavi di rame ha provocato per circa un’ora e mezza l’interruzione del traffico ferroviario. Il ventunenne è stato arrestato per furto aggravato e denunciato per interruzione per pubblico servizio.

29 ottobre 2011 0

Tra lettere e nuovi “Papi” Berlusconi cerca equilibri per il suo Governo

Di redazione

“Morto un Papa se ne fa un altro”, sembra essere il detto più frequentemente pronunciato da più parti nel Pdl. Lo avrebbero pronunciato il gruppo degli “scontenti” che con un a lettera anonima pubblicata dall’Ansa, avrebbero invitato il Premier a farsi da parte e dare spazio ad un alto “Papa”; lo avrebbe pensato o detto anche Berlusconi che, di fronte ad una maggioranza che scricchiola non disdegna di pensare ad altre alleanze, a Montezemolo, perché no. A parlare del presidente della Ferrari è stato il ministro Rotondi che, sconfessando il patto tra Berlusconi e Bossi per mandare il Paese alle elezioni prima della fine del mandato, ritiene il Pdl pronto a stringere nuove “amicizie” politiche. Ma la lettera più discussa, e certamente non anonima, è quella di intenti che il Governo ha “dovuto” inviare a Bruxelles per rasserenare gli animi degli alleati. Soglia della pensione a 67 anni per tutti e maggiore flessibilità sui contratti di lavoro, queste le lacrime e il sangue che nella lettera all’Europa, l’Italia si dice pronta a sostenere per quadrare i conti. Quanto sia possibile mantenere quella “promessa” è difficile dirlo, ma in molti sono pronti a scommettere sul contrario. Innanzitutto perché il Governo potrebbe avere i giorni contati e quello prossimo non intenderebbe certo continuare su questa linea, ma se anche dovesse essere mantenuto in vita, il governo Berlusconi conserva all’interno grosse ritrosie in particolare per quanto detto fino ad oggi sulle pensioni. La Lega, del resto, ha minacciato di far saltare più volte i tavoli delle trattative e, forse, ha detto si ai contenuti di quella lettera proprio perché sa che non sono attuabili. Per quanto riguarda la flessibilità del lavoro, dopo aver incassato un timido applauso da parte degli industriali, qualcuno ha pensato di ricordare al Governo che se le pratiche per licenziare il personale fosse stato più semplice di come è adesso, nel corso di questa crisi, ci sarebbero stati oltre 738 mila disoccupati in più. La Camera di Commercio di Mestre, infatti, ha fatto i conti dai quali è emerso che, senza le attuali tutele occupazionali, il tasso di disoccupazione, invece dell’8,2%, sarebbe stato dell’11,1%. Ermanno Amedei

29 ottobre 2011 0

Si taglia le vene alle fonti del Gari, salvato dai passanti

Di redazione

Lo hanno trovato seduto agli scaloni delle fonti del Gari a Cassino in attesa che arrivasse la morte. Alcuni passanti hanno notato che aveva le mani insanguinate ed hanno lanciato l’allarme. Immediatamente sul posto sono arrivati gli operatori del 118 dell’ospedale civile e una pattuglia dei carabinieri che hanno identificato il giovane mentre i sanitari provvedevano a prestargli i primi soccorsi e a trasportarlo in ospedale. Si tratta di un 30enne residente a Cassino che questa mattina si è tagliato i polsi e, seduto dietro la Chiesa madre, ha tentato di togliersi la vita. Er. Amedei Foto Alberto Ceccon