A 48 anni dalla vergognosa e catastrofica vicenda del Vajont

9 ottobre 2011 0 Di redazione

Due numeri, 48 come gli anni passati e 1.910 come le persone morte nell’immane tragedia del Vajont. Era la sera del 9 ottobre 1963 quando, alle 22.39 a Longarone e a Castellavazzo, in provincia di Belluno quando una frana si staccò da monte Toc finendo nel lago artificiale alimentato dal torrente Vajont affluente del Piave. La massa di detriti causò un’onda anomala altissima, capace di superare la diga e inondare, trasportando fango, le vallate sottostanti facendo più danni di quelli che avrebbe potuto fare una guerra o un attentato terroristico. Un colossale errore geologico e un’imprudenza ancor più grave aver calcolato male il livello di sicurezza del lago. Tutti aspetti che pagarono con la vita quasi duemila persone.
Ermanno Amedei