Federcontribuenti, ricorriamo alla Corte di Giustizia Europea per fermare Equitalia. “Sove et repete incostituzionale”

7 ottobre 2011 0 Di admin

Dall’ufficio stampa Federcontribuenti riceviamo e pubblichiamo:
Chiederemo l’intervento della Corte di Giustizia europea per bloccare le nuove norme che consentono a Equitalia di procedere nei confronti dei contribuenti italiani in tempi limitati e dunque scarsamente idonei per i contribuenti a potersi difendere nelle legittime sedi giudiziarie, Questa la scelta fatta dalla Federcontribuenti e comunicata oggi dal Presidente Nazionale, Carmelo Finocchiaro.
Nella normativa in vigore sull’accertamento esecutivo è stato inserito il principio del “solve et repete” La clausola “solve et repete” nei fatti inserita nella nuova normativa è una specifica pattuizione con cui le parti rafforzano il vincolo contrattuale, stabilendo che una di esse non possa opporre eccezioni nel ritardare la prestazione dovuta, art 1462 c.c. In altri termini,il contribuente ancor prima di potersi difendere sarà anzitutto obbligato al pagamento di quanto dovuto (solve) e solo in un secondo momento potrà opporsi, chiedendo indietro quanto in prima battuta dato o versato (repete). Questa norma anticostituzionale mettera’ in ginocchio definitivamente imprese e cittadini che dovranno pagare per non vedersi pignorare i beni aziendali o personali. Gia’ nel 1961 la Corte Costituzioale aveva sancito il principio dell’inapplicabilità di questa clausola in materia tributaria, ma il legislatore e il Governo hanno voluto forzare la mano e adesso il tutto rischia di diventare drammaticamente una nuova “scure” nei confronti di quei cittadini e di quelle imprese, che prima di potersi difendere davanti ai tribunali dovranno pagare senza se e senza ma. E utile ricordare che in Commissione tributaria il fisco soccombe in almeno il 52% dei ricorsi. Chi ripaghera’ mai questi contribuenti del danno che subiranno da questa legge ingiusta? Per questo i nostri legali stanno completando il ricorso alla Commissione di Giustizia Europea che sara’ presentato in tempi brevissimi, afferma il Presidente Finocchiaro. E mentre si attanaglia la morsa nei confronti degli onesti, questo governo sembra lavori ad un condono tombale per gli evasori. Quelli si non avranno bisogno di nessun “solve et repete” perche’ e’ il Governo che gli ripete i condoni, conclude con amarezza il Presidente Nazionale di Federcontribuenti Carmelo Finocchiaro.