Gheddafi, mistero sulla sua morte e sul tesoro disseminato nel mondo. Il figlio fuggito in Niger

22 ottobre 2011 0 Di redazione

Di cosa sia morto realmente Muammar Gheddafi, sembra essere il primo mistero che rimarrà nella nuova Libia fatta dagli insorti. Il corpo del Colonnello non sarà sottoposto a nessuna autopsia per volere dei militari del Consiglio di Misurata. Immagini registrate al momento della cattura del rais dimostrerebbe che lo stesso era ancora vivo quando è finito nelle mani degli insorti e che, quindi, sarebbe morto dopo, probabilmente giustiziato. Una falsa partenza per chi sostiene di voler portare la democrazia in Libia. Intanto si fanno i conti del suo tesoro disseminato nelle banche di tutto il mondo. Pare siano 100 miliardi di dollari quelli che Gheddafi aveva fatto uscire dal suo Paese e depositati negli Usa (37 miliardi), in Europa (30 miliardi) e in altri continenti. Secondo il Los Angeles Times, invece, il rais di Tripoli aveva un portafogli di oltre 200 miliardi di dollari. Soldi che dovrebbero tornare in patria, almeno quelli che si troveranno. Verso la salvezza, invece, sta correndo Saif al Islam, il figlio di Gheddafi, che sembra essere riuscito a superare il confine con il Niger, mentre, la figlia e la moglie del Colonnello hanno trovato rifugio in Algeria ma, solo provvisoriamente.
Ermanno Amedei