Parcheggi abusivi e prodotti pericolosi alla Fiera Campionaria di Sora

5 ottobre 2011 0 Di redazione

Il controllo capillare della Guardia di Finanza agli tra gli stand della Fira Campionaria di Sora ha permesso di individuare una seri di irregolarità che vanno dai parcheggi abusivi alla vendita di prodotti pericolosi.
Su diretta indicazione del comando Provinciale della guardia di Finanza gli uomini delle fiamme gialle hanno eseguito un monitoraggio a contrasto della vendita di prodotti contraffatti, illeciti o pericolosi, vigilando anche sulla regolarità fiscale ed amministrativa dei rivenditori.
Nel corso di specifici controlli sulla sicurezza dei prodotti ed a tutela della salute del consumatore, in alcuni stand, gestiti da cittadini di nazionalità sudamericana, venivano rinvenuti migliaia di giocattoli luminescenti e di oggetti cd. “tiki taka”, tutti esposti per la vendita.
Immediati riscontri contabili relativi alla merce posta in vendita, hanno permesso di rilevare numerose irregolarità: i finanzieri hanno infatti accertato che tutti gli articoli anzidetti, destinati a bambini, erano mancanti delle indicazioni obbligatorie a tutela dei consumatori, per certificare l’origine della merce e per garantire la salubrità della stessa e la rispondenza ai requisiti comunitari di sicurezza sanitaria ed organolettica.
Nel dettaglio gli articoli erano privi delle indicazioni in etichetta del responsabile dell’immissione in commercio all’interno della Comunità Economica Europea, della composizione dei materiali costituenti il prodotto, del contenuto delle informazioni e della loro indicazione nella lingua italiana, requisiti che, secondo la normativa vigente, devono obbligatoriamente essere indicati nei prodotti, a tutela degli acquirenti.
Al termine del controllo i militari procedevano al sequestro amministrativo di tutta la merce, quantificata in oltre 21.200 pezzi, in violazione del cosiddetto “Codice del Consumo”, la legge che tutela i consumatori italiani.
L’extracomunitario responsabile dello stand è stato segnalato alla Camera di Commercio territorialmente competente per l’irrogazione della sanzione amministrativa prevista che può arrivare anche ad €. 25.823,00.
Il piano di vigilanza posto in essere si è sviluppato anche attraverso ripetuti controlli sul rilascio di scontrini e ricevute fiscali, sulle merci viaggianti (attraverso posti di controllo su strada), e sulle licenze ed autorizzazioni amministrative degli operatori commerciali, rilevando talune irregolarità di natura amministrativa.
Nell’ambito dello stesso dispositivo la Guardia di Finanza di Sora ha altresì posto la propria attenzione al rispetto delle norme in materia di circolazione stradale ed abusivismo, rilevando che due cittadini sorani avevano organizzato, in prossimità degli spazi destinati all’esposizione, due parcheggi privati. Poiché tali aree destinate a parcheggio erano prive di qualsiasi autorizzazione amministrativa ed i relativi “gestori” non rilasciavano alcuna ricevuta per il corrispettivo ricevuto, si è proceduto a verbalizzare i due soggetti per l’abuso rilevato, ai sensi del Codice della Strada.