Spaccio di eroina, coppia di fidanzati in manette ad Atessa

20 ottobre 2011 0 Di redazione

Risale soltanto a martedì la notizia della tragica morte di un giovane di Atessa avvenuta per un’overdose di eroina ed ecco giungere una nuova risposta dei Carabinieri alla richiesta di prevenzione che perviene dall’opinione pubblica. Infatti, i meticolosi accertamenti, ai quali sono seguiti specifici controlli nell’ambiente della tossicodipendenza locale, immediatamente disposti dal Comandante della Compagnia di Atessa Capitano Vincenzo ORLANDO, hanno dati subito buoni frutti. Nelle prime ore della notte infatti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, notando uno strano movimento nei pressi di un’abitazione alle porte di Montazzoli, facendo ricorso ad opportuni appostamenti, intervenivano sottoponendo a controllo una coppia del luogo. Dopo un primo momento di smarrimento, i fidanzati consegnavano ai Carabinieri alcune dosi di sostanza stupefacente del tipo eroina che i due riconducevano esclusivamente al loro fabbisogno personale. Ma la loro versione , forse troppo spontanea ed accompagnata da eccessivo nervosismo, non convinceva i militari i quali procedevano ad una perquisizione presso il loro domicilio. E difatti, facendo bene a non fidarsi, i Carabinieri rinvenivano ulteriori 20 involucri in cellophan contenenti complessivi 40 grammi di eroina, un bilancino di precisione ed altro materiale utilizzato dai due per il confezionamento delle dosi. Pertanto, per Martina Sisto di 23 anni e Fabio Del Negro di 27 anni, scattavano le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, e l’accompagnamento presso le Case circondariali di Chieti e Lanciano a disposizione dell’A.G.
L’attenzione al problema droghe resta alta. Il fenomeno del consumo di droghe è diventato veramente critico, in quanto anonimo, diffuso, pericolosissimo. In tale contesto appare necessaria e fondamentale la continua prevenzione.