Vuol donare il sangue ma è lesbica e il medico le dice di no

30 ottobre 2011 0 Di redazione

Un rapporto sentimentale a rischio e una omosessuale di Roma non ha potuto donare il sangue. E’ accaduto all’Umberto Primo di Roma nel reparto trasfusionale dove una 39enne, ieri, si è presentata per donare il sangue. Lo stop è arrivato quando il personale ha capito che la donna è omosessuale e che da quattro mesi vive con una compagna. Secondo una giustificazione che le sarebbe stata data, i rapporti omosessuali sono a rischio di malattie veneree. Lei non c’è stata e ha minacciato di rivolgersi ad un legale menmtre dall’ospedale fanno sapere che spetta al medico e alla sua coscienza stabilire se il donatore o la donatrice nella situazione di poter donare il sangue.