Campo Miranda dopo il mercato: prove di raccolta differenziata

12 novembre 2011 0 Di redazione

Che l’amministrazione Petrarcone volesse fare sul serio nel rispetto delle regole e nel ridare decoro e dignità alla città lo si era capito da subito, anche se forse non tutti ne erano convinti. In realtà il tempo e la competenza, ma soprattutto la volontà politica, hanno avuto la meglio. Si è partiti con le ‘giornate ecologiche’, seguite dalla pulizia di alcuni punti strategici e monumenti della Città Martire, teatro romano, villa comunale, piazze e strade, via Pinchera. Per passare poi al ‘ritorno dei vigili urbani sulle strade’, se pur minimo e sfruttando le esigue risorse umane e finanziarie a disposizione della nuova Giunta. Un altro traguardo, forse quello più importante e meno visibile alla cittadinanza, è stato raggiunto nel campo del rispetto delle regole e soprattutto del decoro nella sistemazione delle aree destinate al mercato settimanale del sabato. Aveva iniziato l’assessore al Commercio, Mario Costa, all’indomani del suo insediamento, con una lettera aperta agli ambulanti a lasciare pulito ed in ordine il proprio posto al termine del mercato, ed è proseguito con l’impegno di quello all’Ambiente, Riccardo Consales, se si è riusciti ad ottenere che le aree del mercato non risultassero delle discariche a cielo aperto. Già dal mese di settembre i risultati positivi cominciavano ad essere visibili (ilpuntoamezogiorno.it lo aveva segnalato n.d.r.). Ma non basta, infatti, questo impegno dell’Amministrazione ha portato anche un altro risultato di notevole importanza: la differenziazione dei rifiuti, in piazza Miranda, per tipi merceologici. In altri termini gli addetti alla pulizia dell’area in cui si svolge il mercato dell’abbigliamento, separano gli imballaggi, carta, cartoni dalle plastiche raccogliendoli con automezzi differenti. Cartoni, scatole, sacchetti grandi di imballaggi vengono raccolti con due automezzi compattatori, mentre le plastiche più minute sono raccolte dalla macchina spazzatrice. Certo ancora molto c’è da fare, ma a ben guardare si è realizzato un primo assaggio di ‘raccolta differenziata’, almeno per ciò che riguarda gli imballaggi. Un’ultima annotazione è d’obbligo, la durata della pulizia di campo Miranda dopo il mercato, adesso non va oltre un ora, a differenza di quanto accadeva in passato, quando gli ambulanti lasciavano i loro rifiuti sparsi ovunque, con il vantaggio dell’apertura del parcheggio in tempi brevissimi. Semplici accorgimenti a volte… risolvono problemi che sembrano insuperabili.
Felice Pensabene